domenica 5 agosto 2012

Doodle Google dedicato al nuoto sincronizzato Olimpiadi di Londra 2012


Dopo il Doodle dedicato al salto con l'asta, il decimo logotipo è un omaggio al nuoto sincronizzato, disciplina prettamente femminile. La scritta "Google" galleggia sull'acqua di una piscina e la prima "o" è rappresentata da otto sincronette, che formano appunto un cerchio. Se passiamo il mouse sul Doodle leggiamo: "Nuoto sincronizzato, Londra 2012" e se clicchiamo sul logotipo veniamo rimandati alla relativa chiave di ricerca.

Le gare di nuoto sincronizzato cominciano il 5 agosto e terminano il 10. Il nuoto sincronizzato è uno sport acquatico, che è un ibrido di nuoto, ginnastica e danza, in cui le atlete eseguono esercizi coreografici in acqua a tempo di musica. Esse infatti riescono a sentire la musica anche sott'acqua grazie a degli altoparlanti stagni chiamati "subacquei" che diffondono la musica che si ascolta sopra anche sotto il livello dell'acqua.

Le competizioni possono essere singolo, doppio, trio, squadra e combinato che consiste nell'assemblare obbligatoriamente esercizi di squadra. Il nuoto sincronizzato richiede capacità acquatiche, forza, resistenza, flessibilità, grazia, abilità artistica, un'esatta coordinazione dei tempi e controllo della respirazione. Sviluppato nei primi anni del XX secolo, alle origini era noto anche come balletto acquatico. La prima gara si disputò nel 1891 a Berlino, Germania.

Il nuoto sincronizzato è uno sport prevalentemente femminile anche se, negli ultimi anni, anche gli uomini cominciano ad affacciarsi a questa disciplina.  Fa parte del programma olimpico a partire dai Giochi di Los Angeles 1984. Alle Olimpiadi e ai Mondiali le gare sono riservate unicamente alle donne, ma in altre competizioni internazionali o nazionali sono ammessi anche gli uomini..

Gli sculls (movimenti delle mani usati per muovere il corpo) sono la parte più essenziale del nuoto sincronizzato. L'eggbeater kick è un'altra dote importante del nuoto sincronizzato. Si tratta di una forma che consente la stabilità e l'altezza sopra l'acqua, lasciando le mani libere. L’Italia è presente solamente nel duo con Giulia Lapi e Mariangela Perrupato. I risultati delle gare sono disponibili qui http://www.london2012.com/synchronized-swimming/.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...