lunedì 30 luglio 2012

Salute: in Italia 700mila con epatite B, percorso Web per gestire malattia


Un diario in cui i pazienti colpiti da epatite B possono annotare i progressi nella terapia o gli eventuali problemi ed esporli allo specialista durante le visite. E' l'iniziativa "PATH B - Il mio percorso web con l'epatite B cronica" che può essere scaricato come strumento interattivo dal sito www.pathb.it. Una risorsa innovativa consultabile in ogni momento sul proprio computer con informazioni certificate, indirizzata non solo ai pazienti ma anche ai medici.

Il progetto è promosso dalla World Hepatitis Alliance (Wha) e dalla European Liver Patients Association (Elpa), con il supporto di Bristol-Myers Squibb. "PATH B" è disponibile dal 28 luglio. Nel mondo i portatori cronici del virus Hbv, responsabile della patologia, sono circa 350-400 milioni, un numero 7 volte maggiore di quello delle persone infettate dall'hiv. Nel 20% dei casi la malattia cronicizzata può progredire in cirrosi epatica nell'arco di 5 anni.

In Italia l'epatite B cronica colpisce circa 700mila persone ma risulta bassa la percentuale di quelle in terapia: molte di più potrebbero trarre benefici da trattamenti efficaci per arrestare l'evoluzione della malattia. La Giornata Mondiale, giunta alla quinta edizione, promossa dalla Wha in partnership con l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), sarà celebrata in Italia a novembre.

"Il miglioramento del rapporto medico-paziente - spiega Antonio Craxì, ordinario di gastroenterologia all'università di Palermo - rappresenta una tappa fondamentale per il successo a lungo termine della terapia. Le persone con epatite B cronica - prosegue - hanno spesso scarse conoscenze sui fattori di rischio, le modalità di trasmissione e su come gestire le relazioni quotidiane. I pazienti più consapevoli invece hanno una migliore aderenza alla terapia e ottengono maggiori benefici".

Come faccio a sapere se ho l'epatite B? Che cosa comporta il test? Che domande dovrei porre al mio medico? Il mio trattamento sta funzionando? Che cosa significa monitoraggio della malattia? Sono solo alcune della domande a cui risponde "PATH B", grazie alla collaborazione di un comitato internazionale di specialisti e di associazioni di pazienti.

Il progetto è stato lanciato nel Regno Unito nel 2011 e da allora ha ricevuto numerose richieste perchè includesse altri Paesi. "PATH B" contiene anche schede informative, consigli per vivere meglio (su stile di vita, nutrizione e relazioni personali) e un diario del paziente che può essere personalizzato con dettagli sul piano di cura, sulla storia clinica e domande da rivolgere al medico. "PATH B" da settembre sarà disponibile anche su www.epac.it.


Via: Adnkronos

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...