martedì 31 luglio 2012

Microsoft permette di taggare gli amici su Facebook nelle ricerche Bing


Dopo aver annunciato il restyling della sezione foto, Facebook ha deciso di introdurre una nuova funzionalità che consente di taggare i propri amici del social network in una ricerca Web. Dopo aver integrato Facebook nelle ricerche di Bing, Microsoft si appresta a fare un'ulteriore passo avanti. Utilizzando la versione statunitense di Bing (www.bing.com) e connettendo il proprio account Bing a Facebook, è possibile sfruttare la nuova social sidebar per taggare fino a cinque amici Facebook.

Assumendo che abbiate dato il permesso Bing per accedere al vostro account Facebook, la questione sarà automaticamente pubblicata sulla propria Timeline Facebook. Allo stesso tempo, i vostri amici di Facebook taggati riceveranno una notifica in modo che possano aiutarvi a trovare quello che state cercando. Sia che si tratti di effettuare un acquisto, scegliere un ristorante o decidere quale film vedere, la nuova feature Bing permette in tempo reale di aggiungere amici.


Microsoft fornisce tre scenari di esempio che potrebbero essere utili: chiedere al proprio amico guru di viaggio per aiutarvi a programmare una vacanza estiva, un "foodie" che può dare alcuni suggerimenti per il vostro barbecue in giardino. In occasione dell'approccio "search with friends", Microsoft aveva lanciato una nuova campagna pubblicitaria, mettendo in evidenza le nuove funzioni sociali e mostrando come Bing aiuta a spendere meno tempo nella ricerca e a fare di più.

La campagna, apparsa online su siti come Hulu e Spotify, è caratterizzata dalla capacità di Bing di trasformare le ricerche ordinarie nel programma di un viaggio, fare una prenotazione per la cena, di decidere su un film e l'organizzazione di un matrimonio, combinando il meglio delle reti sociali e di ricerca. La funzionalità di ricerca con tag è stata appena lanciata negli Stati Uniti e sarà disponibile prossimamente anche in altre nazioni. Per una spiegazione più visiva, Microsoft ha pubblicato questo video.



Via: Engadget

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...