martedì 3 luglio 2012

Apple paga 60 mln dollari a Proview per esclusiva marchio iPad in Cina


La Apple ha pagato 60 milioni di dollari alla cinese Proview Technology di Shenzhen per risolvere la disputa sulla proprietà del marchio iPad. La compagnia cinese aveva già registrato i marchi 'iPad' e 'IPAD' nel 2001, in diversi paesi. Era stata proprio l'azienda cinese a citare la Apple in tribunale, affermando di detenere i diritti del marchio e chiedendo di bloccare la vendita del tablet della Mela morsicata nel Paese, dove è molto popolare.

La disputa si è chiusa con un accordo, in base al quale il colosso di Cupertino ha versato 60 milioni di dollari in cambio del diritto esclusivo ad utilizzare la denominazione "iPad". La Apple ha comprato nel 2009 i diritti sul marchio iPad dalla Proview di Taiwan: la filiale cinese dell'azienda affermava che la Mela morsicata non aveva il diritto di vendere anche i diritti per la Cina continentale. Un tribunale di Shenzhen, nel sud della Cina, le aveva dato ragione: di qui l'accordo finale.

Come riferisce un tweet di Associated Press, per chiudere il caso Cupertino ha raggiunto un accordo con l'azienda locale per cui le due stavano discutendo da mesi. "Il caso è chiuso", ha affermato Ma Dongxiao, avvocato della controllata cinese di Proview. L'accordo è stato raggiunto la scorsa settimana con la mediazione della Corte del Popolo. La società di Cupertino ha trasferito già i soldi al conto corrente che ha deciso l'Alta Corte del Guangdong, dove si è tenuta la causa.

Proview aveva chiesto, nella battaglia legale, 400 milioni di dollari. Otto banche hanno rilevato le proprietà di Proview. Li Su, il rappresentante delle otto banche, ha dichiarato che inizialmente Apple era disponibile a pagare solo qualche milione di dollari per il marchio. Ma si è resa disponibile a negoziare, temendo che la disputa si sarebbe trascinata per lungo tempo in tribunale senza raggiungere un accordo, e ritardando ulteriormente le vendite del suo tablet in Cina.




Fonte: TM News
Via: CWI

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...