martedì 5 giugno 2012

Salute, neomamme cercano sostegno passando più tempo su Facebook


La nascita di un bambino potrebbe essere un momento per trascorrere del tempo con il mondo reale - ma non sembra che non lo sia. La maggioranza delle madri di neonati ha detto che il loro uso di Facebook è aumentato dopo la nascita - mentre i padri rimane lo stesso. L'abitudine può anche provocare stress - in un momento che è già molto difficile per i genitori. Le madri che erano i visitatori più frequenti ai loro account Facebook e che gestivano i propri account più frequentemente hanno riportato elevati livelli di stress dei genitori.

E' quanto scrive il Daily Mail. I ricercatori hanno avvertito che non si può dire che da questi dati un uso maggiore di Facebook abbia causato stress alle madri, o se le madri con più alti livelli di stress erano più propensi a usare Facebook frequentemente. "Crediamo che l'interpretazione più probabile è che le madri che soffrono di alti livelli di stress sono alla ricerca di sostegno sociale su Facebook in modo da visitare più spesso", hanno detto.

"So che vedo un sacco di post su Facebook da neo-mamme parlare di come il loro bambino non riusciva a dormire, o come il loro secondo figlio è più difficile di quanto il loro primo. Madri stressate possono utilizzare Facebook per sfogare e trovare aiuto". I risultati hanno mostrato che il 44 per cento delle madri ha dichiarato che l'uso di Facebook è aumentato dopo il parto, rispetto al 27 per cento che ha detto che è diminuito e il 29 per cento ha detto che è rimasto lo stesso.

Per i padri, il 31 per cento ha detto che il loro uso di Facebook è aumentato, mentre il 19 per cento ha detto che è diminuito e il 51 per cento ha detto che è rimasto lo stesso. La maggior parte delle madri - 58 per cento - ha visitato il proprio account, almeno una volta al giorno, rispetto al 44 per cento dei padri. Quasi tutte le donne - 93 per cento - hanno detto di aver caricato le foto del loro bambino su Facebook, mentre l'83 per cento dei padri ha detto di averlo fatto.

Lo studio, pubblicato nel numero di luglio della rivista Family Relations, è il primo a studiare l'uso dei nuovi genitori di Facebook durante questo stressante evento di vita. I risultati offrono alcune indicazioni iniziali per quanto riguarda l'uso di come Facebook possa influenzare la regolazione dei nuovi genitori alla paternità, secondo i ricercatori. Lo studio fa parte di un progetto a lungo termine, New Parents' Project (finanziato da National Science Foundation e National Institute of Child Health and Human Development)

I risultati suggeriscono che, nonostante tutte le nuove esigenze incontrate dai nuovi genitori, valeva la pena per loro passare il tempo su Facebook, ha detto Sarah Schoppe-Sullivan, co-autore dello studio e professore associato di sviluppo umano e della scienza la famiglia presso la Ohio State University. "Considerato tutto lo stress a cui i nuovi genitori sono sottoposti e tutto quello che hanno da gestire, non sarebbe stato sorprendente se avessimo trovato una diminuzione nell'uso di Facebook - ma non è quello che abbiamo trovato", ha detto Schoppe-Sullivan.

"Queste madri possono prendere tempo fuori dal lavoro, e possono essere lontane dalla famiglia, perché questa rete che hanno creato per loro stessi su Facebook può essere molto utile per aiutare a fronteggaire",  ha detto Mitchell Bartolomeo, autore principale dello studio e uno studente nello sviluppo umano e la scienza della famiglia presso l'Ohio State University. Lo studio ha coinvolto 154 madri e 150 padri, molti dei quali erano bianchi e altamente istruiti. I dati di questo studio provenivano da domande a nove mesi dalla nascita del loro bambino.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...