martedì 5 giugno 2012

Oggi si festeggia la Giornata Mondiale dell'Ambiente che compie 40 anni


La Giornata Mondiale dell'Ambiente (Wed, World Environment Day) festeggia 40 anni. L'evento, che ricorre ogni anno il 5 giugno, è stato istituito dall'Onu nel 1972, con lo scopo di stimolare in tutto il mondo la sensibilità nei confronti delle tematiche ambientali e incoraggiare attenzione politica e azioni in grado di sostenere uno sviluppo giusto e sostenibile. Tutti sono invitati a partecipare, attraverso una o più azioni concrete a favore dell'ambiente: dalla piantumazione di un albero alla pulizia di giardini, parchi o quartieri alla riduzione del consumo di oggetti di plastica o dello spreco.

Singoli, comunità, amministrazioni che vogliano dare un contributo possono registrare la propria attività a favore dell'ambiente sul sito del Wed (www.unep.org/wed). Ad oggi, sono oltre 8.000 le azioni registrate. La Giornata Mondiale dell'Ambiente 2012 è dedicata al tema "Green Economy: ne fai parte?", analizzato attraverso 10 settori chiave: edifici, pesca, foreste, trasporti, acqua, agricoltura, approviggionamento energetico, turismo, spreco, manifattura e industria.


Su questi temi sono state individuate delle storie di successo, alle quali guardare come a dei modelli: si va dallo sviluppo delle energie rinnovabili in Cina (il settore, solo nel 2009, ha creato 300.000 posti di lavoro) all'agricoltura organica in Uganda (Paese che utilizza la minor quantità di fertilizzanti chimici, meno del 2%), dalla gestione forestale in Nepal allo sviluppo dell'energia solare in Tunisia. Il Paese ospite di quest'anno è il Brasile, che ospiterà anche la Conferenza delle Nazioni Unite sullo Sviluppo Sostenibile Rio + 20, dal 20 al 22 giugno.

La conferenza Rio + 20 e il suo processo preparatorio costituiscono un’occasione cruciale per rinnovare l’impegno per lo sviluppo sostenibile a livello globale, e per questo si pongono l’obiettivo di promuovere nuovi traguardi, considerare i progressi raggiunti e valutare le lacune per poter poi affrontare le nuove sfide in linea con le raccomandazioni emerse in passato dai vertici sullo sviluppo sostenibile. Obiettivo finale è rafforzare l’impegno politico per lo sviluppo sostenibile con l’identificazione di un nuovo paradigma di crescita economica, socialmente equa e ambientalmente sostenibile.

Fonte: Adnkronos
Via: Ministero dell'Ambiente

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...