mercoledì 9 maggio 2012

Twitter: violati 55.000 account, pubblicati in Rete user name e password


Hacker che affermano di essere affiliati con il gruppo di hacktivist Anonymous hanno detto di aver avuto accesso e pubblicato questa settimana i dettagli di circa 55.000 account Twitter. Ma Twitter ha detto Martedì che tali affermazioni sono in gran parte false, e che il gruppo per lo più ha inviato le informazioni duplicate o i nomi utente e password degli account sospesi per spam. 

Un utente di Anonymous ha pubblicato su Pastebin cinque pagine (qui la unoduetrequattro e cinque ) estremamente lunghe di presunti nomi utente e password di Twitter stoccate Lunedi. Lggregatore di notizie hacking Airdemon.net ha segnalato la presunta violazione Martedì, iniziando ad alimentare speculazioni in giro per il web di un massiccio attacco di successo sul server di Twitter.

Airdemon ha detto che tra quelli compromessi vi sono account di celebrità, ed anche affermato di avere informazioni da un "insider Twitter" che conferma l'attacco. Rispondendo Martedì pomeriggio ad una richiesta di commento da Mashable, tuttavia, un rappresentante Twitter ha ridimensionato il concetto di una violazione con enorme successo, dicendo che la società sta ancora esaminando la situazione. 

"Stiamo valutando la situazione e abbiamo già inviato dei messaggi per reimpostare le password agli account che sarebbero stati colpiti" ha spiegato Twitter. L'elenco degli account inviati a Pastebin contengono più di 20.000 copie e informazioni di molti account spam che sono già stati sospesi, ha detto un portavoce a Mashable in un messaggio email.

Inoltre, Twitter, dice, che molti dei nomi utente e password, infatti, non sembrano collegati l'uno all'altro, rendendoli sostanzialmente inutilizzabili. Twitter ha comunque inviato la reimpostazione delle password agli account che potrebbero essere stati colpiti e incoraggia altri utenti interessati a visitare il Centro assistenza per reimpostare la password e la revisione delle impostazioni di sicurezza. 

La raccomandazione rivolta a tutti gli utenti è quella di cambiare la password. La violazione dei dati arriva in un momento in cui Twitter conquista il plauso delle associazioni per i diritti civili: nonostante un'ingiunzione del tribunale di New York non ha consegnato alle forze dell'ordine i dati personali di uno dei suoi utenti coinvolti nel movimento Occupy Wall Street.



Via: TM News

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...