martedì 17 aprile 2012

Imprese americane pronte a raggiungere Stazione spaziale internazionale


Dopo il ritiro dello scorso anno dello Space Shuttle la Nasa non ha più grandi mezzi a disposizione. La società americana Exploration Technologies Corporation (SpaceX) è molto vicina alla realizzazione del primo volo privato nello spazio verso la Stazione spaziale internazionale (ISS): ci sono "buone probabilità" che il volo avvenga il prossimo 30 aprile, ha detto un alto responsabile della Nasa.

"Tutto sembra apposto per un lancio il 30 aprile, ma bisogna essere prudenti perché vi è ancora del lavoro da fare", ha dichiarato alla BBC William Gerstenmaier, responsabile dei programmi spaziali della Nasa. Un'altra riunione è prevista il 23 aprile per mettere a punto gli ultimi preparativi del lancio della capusla Dragon SpaceX e far scattare eventualmente il semaforo verde.

L'altra società candidata è Orbital (Orbital Sciences Corporation), ma  il suo razzo Antares è ancora alla prova del fuoco, e la sua capsula Cygnus deve ancora essere lanciata nello spazio. Ma l'azienda sta ora cercando di muoversi rapidamente, con un test di lancio statico e un primo lancio in orbita previsto per l'estate, e un appuntamento possibile con la ISS in autunno.

Frank Culbertson, un ex astronauta e vice presidente di Orbital, ammette che si sente un pò come una gara. "Un pò. (Space X ndr.) hanno effettivamente iniziato lo sviluppo del loro sistema circa un anno e mezzo prima di noi, ma stiamo quasi lanciare", ha dichiarato. Le due società hanno un passato molto diverso, e hanno costruito veicoli spaziali molto diversi.


Mentre Orbital è in attività dal 1982, la costruzione di piccoli satelliti, razzi e missili intercettori, SpaceX è solo da 10 anni, anche se i suoi piani sono grandi. SpaceX progetta e realizza gran parte del suo razzo Falcon 9 in casa, mentre la sua capsula Dragon può trasportare carichi o equipaggi, dicono i suoi creatori.

Dragon - sei tonnellate, 5,2 metri di altezza su 3,6 di diametro - sarà la prima capsula privata ad ammarare sull'Iss, grazie a un braccio robotico della stazione che aggancerà il Dragon, come avvenuto in passato per i vascelli cargo europei e giapponesi. Elon Musk è amministratore delegato di SpaceX e co-fondatore di PayPal, società di pagamenti che ha recentemente presentato i nuovi piani tariffari. Musk si è detto consapevole dei rischi, ma anche ottimista sulle probabilità di successo del viaggio.

Dice che Dragon potrebbe essere utilizzata per trasportare gli astronauti nello spazio entro il 2015. La Space SpaceX è un'azienda pilota nel campo dei trasporti spaziali che sta sviluppando lanciatori spaziali a razzo parzialmente riutilizzabili (Falcon 1 e Falcon 9) e una capsula per il trasporto orbitale di persone e merci, il Dragon.

Se la missione prevista per il 30 aprile andrà a buon fine, SpaceX potrebbe fare il primo grande passo verso la conquista dello Spazio. La stazione Iss dovrebbe restare in funzione almeno fino al 2020 ma più probabilmente la sua vita sarà estesa al 2028. Con la fine del suo programma trentennale di navette spaziali, la Nasa ha scommesso sul settore privato per effettuare almeno i viaggi di approvvigionamento e di trasporto degli astronauti verso l'Iss.



Via: TM News
Foto dal Web

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...