domenica 15 aprile 2012

Facebook Data Team: rete sociale telescopio del comportamento umano


Facebook è l'archivio più esteso di dati basati sul comportamento sociale umano che sia mai esistito. Ogni mese più di 845 milioni di persone registrano e condividono le tracce della loro vita quotidiana, relazioni e attività on-line attraverso le loro connessioni d'amicizia, messaggi, foto, check-in, e clic. La ricchezza di tali informazioni spiega in qualche modo perché la società è destinata ad avere un valore di oltre 80 miliardi di dollari quando entrerà in borsa con il simbolo FB.

Un gruppo di ricerca all'interno di Facebook, noto come Facebook Data Team, ha il compito di passare a setaccio i dati matematici per cercare i modelli che spiegano il come e il perché delle interazioni sociali umane. Si tratta di studiosi con esperienza di ricerca in scienze informatiche e sociali: il loro lavoro serve a Facebook per sintonizzare l'offerta dei suoi prodotti con i gusti del pubblico, ma hanno anche cominciato a pubblicare i loro risultati nella comunità scientifica.

Il leader dela Data Team, Cameron Marlow , paragona quello che fanno per costruire un telescopio, dicendo che le tecniche che si sviluppano trasformeranno la comprensione scientifica del comportamento umano nello stesso modo in cui l'astronomia ha trasformato la nostra comprensione del cosmo. Tom Simonite di Technology Review ha intervistato Marlow presso gli uffici di Facebook. "Perché Facebook ha bisogno di un team di ricercatori di formazione accademica come la vostra?", chiede Simonite a Marlow.

"Conduciamo una ricerca scientifica per rispondere alle domande più pressanti del prodotto. Come si fa a trarre valore da Facebook? Che cosa motiva le interazioni? Come queste funzionano e cambiano nel tempo? La scienza di Facebook è la scienza delle interazioni sociali, quindi il nostro lavoro affronta questioni fondamentali sulle dinamiche umane, come l'influenza personale, la diffusione delle informazioni, e il sostegno sociale. Trovare le risposte giuste è essenziale per far evolvere i prodotti.", risponde Marlow.

Immagine popolare che si diffonde tra gli utenti di Facebook

"Questo è dimostrato dagli anni di ricerca svolti da laboratori come Bell Labs o Xerox Park, che hanno avuto un profondo impatto sulla cultura e sulla tecnologia e hanno favorito lo sviluppo di innumerevoli invenzioni. Abbracciamo la filosofia aziendale di apertura nella nostra comunicazione con il resto del mondo accademico. La nostra ricerca accademica ci fornisce la possibilità di creare nuove opportunità di confronto e di interpretazione", prosegue Marlow. Una delle sfide per capire le persone è l'orizzonte degli eventi di Facebook.

Il nuovo profilo Timeline esteso recentemente agli utenti, conduce ad un mondo in cui è possibile conoscere di più sugli eventi importanti che si sono verificati nella vita delle persone, indipendentemente da quando si sono verificati. "Per esempio, - spiega Marlow - vedrete sulla mia timeline che ho studiato all'estero, in Giappone durante il liceo nei primi anni 1990, cosa che non ho potuto esprimere prima. Questo ci permette di studiare i fenomeni attraverso il tempo, per esempio, quanti studenti sono in viaggio all'estero, e se questo tasso è cambiato negli anni."

Ogni volta che viene creato un nuovo mezzo di comunicazione si dibatte sul fatto se sia distruttivo per la società in generale. "Facebook ha lavorato per creare una rete che i cui modelli si avvicinano al mondo delle relazioni reali", dice Marlow. In effetti, un recente studio di Pew Internet & American Life sugli utenti statunitensi, ha rilevato che oltre il 93% dei loro amici di Facebook erano persone che avevano già incontrato offline. Secondo Marlow "quando Facebook diventerà parte ancora più integrante della comunicazione tra persone, diventerà difficile distinguere ciò che è 'mondo reale dal comportamento sociale'".

Immagine: Facebook

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...