lunedì 9 aprile 2012

AOL vende 800 brevetti e prodotti a Microsoft per 1,1 miliardi di dollari


AOL Inc. ha accettato di vendere più di 800 brevetti e prodotti correlati a Microsoft Corp. per 1,1 miliardi di dollari. Le azioni di AOL sono salite addirittura del 45%, colpendo il loro punto più alto in quasi un anno e mezzo, in quanto la società è impegnata a restituire una "parte significativa" dei proventi della vendita agli azionisti. L'accordo dà anche a Microsoft una licenza per il portafoglio di brevetti rimanente di AOL. Questa operazione giunge in un momento di vera e propria guerra dei brevetti tra colossi statunitensi.

AOL non ha annunciato come intende distribuire i soldi, ha solo detto che lo farà prima della chiusura della transazione, prevista entro la fine dell'anno. AOL non ha dettagliato i brevetti venduti, ma la società ha osservato che il suo portafoglio dei suoi restanti 300 brevetti  include la pubblicità, la ricerca, la generazione di contenuti, social networking e la tecnologia di mapping. "Microsoft guadagna l'accesso alla protezione in aree ritenute strategiche come la pubblicità e la webmail", ha detto David Joyce, analista di Miller Tabak al Wall Street Journal.

"L'accordo con Microsoft rappresenta il culmine della massiccia vendita di brevetti in nostro possesso. Sblocca liquidità in dollari a lungo termine per il nostro azionariato", ha commentato l'Amministratore delegato di AOL Tim Armstrong.  "E' un portafoglio prezioso che stiamo analizzando da diversi mesi", ha commentato Brad Smith, consigliere generale di Microsoft. "Abbiamo conseguito due obiettivi - precisa - abbiamo preso licenze a lungo termine da portafoglio di Aol e alcuni brevetti che completano il nostro portafoglio".

Gli investitori hanno reagito positivamente alla notizia, facendo schizzare la quotazione di Aol del 35 per cento a 24,69 dollari per azione nel premercato. Aol non ha specificato quali brevetti abbia ceduto a Microsoft, mentre fonti vicine all'operazione assicurano che all'asta hanno partecipato anche Facebook e Google. L'accordo fra AOL e Microsoft segue l'acquisizione da parte di Google di Motorola Mobility soprattutto per mettere le mani sul vasto portafoglio brevetti della società telefonica e le numerose offerte per l'acquisto dei brevetti Nortel Networks.

Via: WSJ

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...