giovedì 5 aprile 2012

Anonymous Italia attacca i siti Ministero Interno, Difesa e Carabinieri


Attacco DDos ai siti di Difesa, Interno e carabinieri. L'annuncio è di Anonymous Italia, sul suo blog italiano. Intorno alle 19 di ieri risultavano inaccessibili i siti del ministero della Difesa (www.difesa.it), quello del ministero degli Interni (www.interno.it) e l’indirizzo internet dei carabinieri (www.carabinieri.it). Le motivazioni degli attacchi sono differenti: ai carabinieri si contestano le cariche contro gli operai dell'Alcoa che protestavano: "Insieme a quei padri di famiglia, insieme a quei giovani, insieme a quei dignitosi cittadini in rivolta vittime della violenza di Stato, c'eravamo anche noi: la vostra ferocia si scaglia contro il corpo, ma le idee sono immuni a qualsiasi barbaria e varcano ogni tentativo di oppressione".

Il primo tweet informante del down dei due siti è stato fatto da _Net_Sec_ con hashtag #OpItaly. Pastebay: http://www.pastebay.net/314555. Un'altra la motivazione dell'attacco all'Interno: "Il 13 aprile, nelle sale cinematografiche, uscirà il film 'Diaz': il ministero dell'Interno, tramite una circolare, ha vietato alle forze di polizia di parlarne e di esprimersi in merito. Ciò si configura come un becero e antidemocratico tentativo di imbavagliare chi volesse offrire la propria testimonianza in merito agli orrori che quel torrido luglio ospitò". Non è invece espressamente citato il ministero della Difesa nella terza motivazione che appare sul sito:

"siamo consapevoli anche degli infiltrati che quotidianamente ci fanno visita nei nostri chan; sarebbero i benvenuti, se solo manifestassero un chiaro e cristallino comportamento. In realtà trascorriamo con loro interminabili momenti di ilarità di cui loro, molto probabilmente, non sanno di essere protagonisti. Vogliamo inoltre invitarvi ad abbandonare i nostri server quali agenti infiltrati, fatevi pure avanti, non abbiamo nulla da nascondere. Fin tanto che questo comportamento si perpetuerà -conclude la rivendicazione-, i nostri attacchi diverranno ciclici". Nei giorni scorsi ha destato clamore l’operazione condotta dai pirati della rete contro il sito del Vaticano, ripetutamente messo fuori uso.

Via: Adnkronos

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...