mercoledì 18 gennaio 2012

Vada a bordo, cazzo!: Web celebra De Falco, arriva anche la t-shirt


Il Web è impazzito dopo la pubblicazione della telefonata tra il Comandante Schettino, che si trovava già al riparo sugli scogli mentre il resto dell'equipaggio portava avanti le operazioni di soccorso, e il comandante De Falco, della Capitaneria di Porto di Livorno. Il richiamo a Schettino è diventato un trend su Twitter, #vadaabordocazzo mentre De Falco (#defalco) è un eroe. Di più: i due comandanti sono diventati in poche ore il simbolo della lotta fra i 'furbi' e gli 'onesti', fra gli evasori e chi paga le tasse. "Chissà quanti #defalco ci sono in questo Paese e quanti #schettino occupano il nostro Paese" scrive Sandro Ruotolo su Twitter. "Meno male che per ogni Schettino c'è un De Falco" gli fanno eco i Sud Sound System. E gli internauti si lasciano andare anche a commenti ironici: "Vada a bordo!". "Ma ho mangiato da poco..." scrive un utente di Twitter. "Nell'Italia degli Schettino e dei De Falco voglio essere una De Falco", dice Barbara. I tweet degli utenti non hanno tardato a sottolineare come positiva la figura emersa dalla drammatica vicenda del Giglio: "Pensiero del giorno: chissà quanti 'De Falco' anonimi ci sono in questo Paese...e quanti 'Schettino' noti", scrive Tommaso. Mentre Lulù riflette: "Sembra strano meravigliarsi di ciò che dovrebbe essere normalità! Ma essendoci tanti Schettino,un De Falco sembra un eroe". L'ordine di De Falco è anche diventato una t-shirt: "'Vada a bordo, cazzo!' non è solo un ordine - scrivono gli ideatori della maglietta -. È una frase simbolo di chi, in questo Paese, non vuole arrendersi alle difficoltà. Di chi, nonostante tutto continua a fare il proprio dovere. Anteponendo gli interessi collettivi ai propri. Vada a bordo, cazzo! Sono le parole che a ognuno di noi, almeno una volta nella vita, è capitato di voler urlare in faccia a qualcuno. E che mai come ora, in un Paese e in un’Europa che sembrano andare alla deriva senza una guida certa, diventano d’attualità".

Via: Adnkronos

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...