sabato 31 dicembre 2011

Maxi multa contro cartello LCD a Samsung, Sharp e altri 5 produttori


Samsung Electronics Co, Sharp Corp e altri cinque produttori di display a cristalli liquidi hanno accettato di pagare più di 553 milioni dollari per risolvere le richieste dei consumatori e del Regolatore di Stato, per aver creato un cartello internazionale che fissare i prezzi dei dispaly LCD nei televisori, computer portatili e monitor. 

L'ultimo pagamento deriva dalla creazione di un cartello internazionale progettato per gonfiare i prezzi illegalmente e soffocare la concorrenza nei pannelli LCD tra il 1999 e il 2006, che ha colpito il commercio per miliardi di dollari negli Stati Uniti. L'ultima liquidazione comprende 538,6 milioni dollari per risolvere i reclami da "indiretti" acquirenti che hanno acquistato televisori e computer con display LCD, così come le richieste di risarcimento da otto Stati: Arkansas, California, Florida, Michigan, Missouri, New York, West Virginia e Wisconsin, hanno dichiarato dall'ufficio del procuratore generale di New York Eric Schneiderman. 

"Questo sistema di fissazione dei prezzi ha manipolato il campo di gioco per le aziende che rispettano le regole, e i consumatori che pagano dei costi artificialmente più alti per televisori, computer e altri dispositivi elettronici", Schneiderman ha detto in una dichiarazione Martedì scorso. L'accordo prevede che Samsung dovrà pagare 240 milioni di dollari, Sharp 115,5 milioni dollari e Chimei Innolux Corp con sede a Taiwan 110,3 milioni dollari, come dimostrano le carte del pagamento depositato Venerdì alla US District Court di San Francisco. 

Hitachi Display Srl pagherà 39 milioni di dollari, HannStar Display Corp, 25,7 milioni dollari, Chunghwa Picture Tubes Ltd, 5,3 milioni di dollari, e la Epson Imaging Devices Corp, 2,9 milioni di dollari, mostrano i documenti del tribunale. Le sanzioni di stato da pagare sono 6000 mila dollari da Sharp, 5,7 milioni dollari da Chimei, e piccole quantità da Epson, HannStar e Hitachi, ha detto un portavoce di Schneierman.

Via: Reuters

Nuovo Doodle Google per festeggiare la Vigilia di Capodanno 2012


Dopo il Doodle dedicato al Natale arriva un nuovo logotipo statico di Google, dedicato alla viglia di capodanno e a tema per i festeggiamenti di San Silvestro. Le lettere che compongono Google si sono trasformate in pupazzi che festeggiano e salutano il 2011. Una sorta di Google party nel giorno di San Silvestro in attesa dell’arrivo del 2012. Con il Doodle "Vigilia di Capodanno", Google ha spiazzato le previsioni degli internauti, i quali si aspettavano un doodle dal titolo "Felice Anno Nuovo". 

Se clicchiamo sul Doodle ci verranno fornite tutte le notizie correlate al capodanno. Il capodanno cade il 1º gennaio del calendario gregoriano in uso ai fini civili in tutto il mondo, e nella larghissima maggioranza degli Stati è un giorno di festa. Per le popolazioni che seguono il calendario giuliano, ad esempio alcune chiese ortodosse, ai fini strettamente religiosi l'inizio dell'anno viene celebrato nel giorno corrispondente al 14 gennaio gregoriano. 

Il Capodanno risale alla festa del dio romano Giano. Nel VII secolo i pagani delle Fiandre, seguaci dei druidi, avevano il costume di festeggiare il passaggio al nuovo anno. Nel Medioevo, molti paesi europei usavano il calendario giuliano, ma vi era un'ampia varietà di date che indicavano il momento iniziale dell'anno. Per esempio dal XII secolo fino al 1752 in Inghilterra e in Irlanda il capodanno si celebrava il 25 marzo (giorno dell'Incarnazione e usato a lungo anche a Pisa ed in seguito a Firenze) mentre in Spagna fino all'inizio del 1600 il cambio dell'anno era il 25 dicembre, giorno della Natività. 

La tradizione italiana prevede una serie di rituali scaramantici per il primo dell'anno, come quello di vestire biancheria intima di colore rosso o di gettare dalla finestra oggetti vecchi o inutilizzati (ormai in disuso). Le lenticchie vengono mangiate a cena il 31 dicembre come auspicio di ricchezza per l'anno nuovo ed un'altra tradizione prevede il baciarsi sotto il vischio in segno di buon auspicio.

Vulnerabilità in GSM 2G permette truffe e intercettazioni telefoniche


Una vulnerabilità nella tecnologia GSM - che è utilizzata dalla maggior parte degli operatori di telecomunicazioni a livello globale e da miliardi di persone - consentirebbe di effettuare chiamate o inviare costosi SMS, telefonate premium e truffe in servizi di messaggistica, ha dichiarato il ricercatore Karsten Nohl, responsabile di Security Research Labs con base a Berlino. Nohl è considerato esperto di sicurezza mobile, dopo che l'anno scorso ha scoperto un bug nella tecnologia GSM che permette di effettuare chiamate vulnerabili alle intercettazioni. 

Il Mobile Security è un tema caldo, perché gli hacker stanno prestando attenzione senza precedenti per i dispositivi dato che le vendite di smartphone hanno superato quelle di PC. Pochi difetti sono stati trovati nella tecnologia GSM con oltre i suoi 20 anni di storia. La GSMA ritiene che la tecnologia sia molto sicura. "La GSMA ed i suoi operatori di rete mobile iscritti sono fiduciosi nella sicurezza delle reti GSM 2G esistenti e attacchi reali sulla rete sono improbabili", si legge in un comunicato, aggiungendo che le nuove tecnologie sono più sicure. 

Gli esperti di sicurezza hanno già identificato un piccolo numero di virus progettati per infettare gli smartphone, consentendo agli hacker di prendere il controllo dei dispositivi e costringendoli a effettuare chiamate o inviare messaggi di testo. Ma Nohl ha detto di aver scoperto un modo per sfruttare le vulnerabilità precedentemente comunicate nella tecnologia GSM. 

"Possiamo farlo a centinaia di migliaia di telefoni in un breve lasso di tempo", Nohl ha detto a Reuters prima di una presentazione sul tema in un convegno hacking Martedì a Berlino. Per verificare la presenza del bug, Nohl ha utilizzato un vecchio telefonino Motorola e un tool disponibile in rete, con il quale è riuscito a decifrare le chiavi utilizzate dagli operatori per stabilire una connessione tra la rete GSM 2G e il cellulare. Per motivi di sicurezza non sono stati divulgati i dettagli della ricerca.

Via: Reuters

Wi-Fi, nuova vulnerabilità nel sistema WPS mette a rischio i router


Il Wi-Fi Protected Setup (WPS) è diventato popolare tra i produttori di router come un sistema per rendere più semplice l'aggiunta di nuovi dispositivi alla rete wireless, significa che non c'è bisogno di ricordare la chiave Wi-Fi ogni volta. Tuttavia, il ricercatore Stefan Viehbock ha trovato una grande falla di sicurezza che gli permette di usare la forza bruta per accedere a un WPS protetto da PIN di rete, in una media di due ore.

Per avviare il processo tramite WPS, si inserisce un codice PIN da parte del nuovo utente o si immette un numero PIN di otto cifre (di solito stampato sul dispositivo) come punto di accesso per configurare la connessione. E' l'ultimo di questi collegamenti, conosciuto come "external registrar" o wps_reg, che ha trovato Viehbock a rendere il processo vulnerabile ad attacchi di brute force in quanto non richiede alcuna autenticazione.

Secondo un difetto di progettazione, dove sono controllate le prime quattro cifre del PIN di otto cifre per la validità immediatamente dopo che sono state trasmesse, significa che il numero massimo di tentativi di autenticazione necessari scende da 10^8 (100 milioni) a 10^4 + 10^4 - 20,000. Ed è sceso ulteriormente ancora, a 11,000 (10^4 + 10^3) quando il ricercatore ha notato che l'ultima cifra del PIN è un checksum per le altre sette cifre. Una volta che il PIN corretto viene inviato, il punto di accesso invia un pacchetto di configurazione che include la password WPA.

Nei test pochi router hanno bloccato i dispositivi di invio PIN. La scoperta ha spinto il CERT degli Stati Uniti ad emettere un advisory che elenca i router affetti dal problema e suggerisce una soluzione al WPS invalidante. Entrare nella sezione del router e disabilitare le impostazioni del PIN, utilizzare una chiave d’accesso WPA2 con password complessa, disabilitare l'UPnP e consentire il filtraggio degli indirizzi MAC solo da computer e dispositivi fidati che si connettono alla rete wireless.


Via: H Security

venerdì 30 dicembre 2011

Capodanno virtuale per 2 milioni di italiani in chat e social network


Mezzanotte sul Web, in chat o su Facebook, su Twitter o in linea su Google+. Due milioni di italiani saluteranno così il 2011 e muoveranno i primi passi nel 2012 attraverso "una finestra digitale, quella della Rete. A stimare il capodanno 'virtuale' degli italiani è Enzo Di Frenna, presidente di Netdipendenza onlus

Sul San Silvestro 'virtuale' degli italiani "c'è anche lo zampino della crisi - sottolinea Di Frenna all'Adnkronos - in molti, infatti, rinunceranno a feste e cenoni per risparmiare, dunque le possibilità di trascorrere la mezzanotte davanti al Pc aumentano anche per questo fattore". Ma non c'è solo la recessione e la voglia di restarsene a casa. 

"Attraverso i social network c'è la sensazione di essere collegati col mondo intero - riflette l'esperto - così si perdono di vista le relazioni reali, fatte di contatto fisico, visivo, uditivo". "Ci si illude di poter sostituire tutto col Web, si trascurano le persone che abbiamo intorno perché vogliamo condividere con i più. E dimentichiamo il reale, distratti dal virtuale: 40 minuti incollati allo smartphone per rispondere ai messaggi in bacheca, mentre intorno a noi c'è la vita vera che saluta il nuovo anno". 

E' così che per "due milioni di italiani il capodanno verrà celebrato in Rete. Dietro questo fenomeno c'è anche un'indiscussa questione di moda, di trend: aggiornare il proprio status per mostrare al resto del mondo che ci siamo, siamo 'sul pezzo'". Una vera e propria "dipendenza da bit di cui è difficile avere percezione - avverte Di Frenna - ma che, di fatto, si configura come una patologia, perché non si può trascorrere la vita incollati a un piccolo schermo perdendo di vista il reale". 

Un rischio che corrono in molti, con numeri destinati ad aumentare vertiginosamente "in un Paese che è sempre piu' connesso - fa notare il presidente di Netdipendenza onlus - e con la possibilita' di accedere a tecnologie che ti consentono di affacciarti alla Rete in ogni momento della tua giornata, compresa la mezzanotte di capodanno".

Fonte: Adnkronos

Anonymous come Robin Hood, attacco hacker a Stratfor Security


E’ giallo attorno al furto di dati relativi a carte di credito e informazioni riservate ai danni di Stratfor, agenzia di intelligence statunitense specializzata nella sicurezza informatica. Il gruppo di Anonymous ha annunciato di avere violato a Natale il sito di Stratfor Global Security, ottenendo messaggi e dati delle carte di credito dei suoi clienti. I pirati informatici hanno pubblicato su Twitter un link alla lista dei clienti di Stratfor, in particolare il ministero della Difesa americano, l'esercito, l'aviazione militare, altre agenzie pubbliche, subappaltatori del settore della sicurezza e colossi dell'hi-tech, tra cui Apple o Microsoft. Gli hacker hanno pubblicato qualcosa anche sull’homepage defacciata di Stratfor, che peraltro è ancora in manutenzione.

Hanno inoltre inviato immagini con le ricevute delle donazioni fatte a organizzazioni benefiche utilizzando i conti di clienti di Stratfor. Questo attacco sarebbe il primo di una campagna in stile "Robin Hood". L'obbiettivo è quello di rubare ai "ricchi" per dare ai poveri. Uno di questi pagamenti, dell'importo di 494 dollari, sarebbe stato fatto all'ong Care con il denaro del ministero della Difesa americano e destinato a un fondo per l'acquisto di materiale scolastico per studenti poveri. In tutto, gli hacktivisti dicono di aver ottenuto informazioni bancarie su 90mila clienti e averle utilizzate per distribuire più di un milione di dollari.


Stratfor ha riconosciuto di essere stato l'obiettivo di un attacco, derivato dalla pubblicazione su internet di una lista di istituzioni sue clienti, ma ridimensiona la portata del furto: "Contrariamente a quanto diffuso, la falla ha toccato solo una lista di nostri clienti che hanno comprato nostre pubblicazioni, ma non sono in pericolo in alcun modo dati personali su di loro". Intanto gli esperti fanno sapere che in nessun modo soldi rubati dai conti potrebbero finire a organizzazioni di beneficenza. "Questi soldi non andranno mai a finire ai bisognosi. Ogni versamento non autorizzato viene prima o poi bloccato e restituito", ha chiarito Mikko Hypponen sul sito di F-Secure.



Via: TM News

YouTube Slam: il sistema per votare, premiare e confrontare video


YouTube aumenta la popolarità dei video più visti proponendo una sorta di duello. Una gara senza esclusione di colpi. Due video a confronto. Un solo vincitore. E' questa la filosofia di YouTube Slam, il nuovo servizio lanciato da Google. Tra i filmati ammessi ci sarà poi la votazione finale. A decretare il filmato numero uno saranno gli utenti. Ogni settimana si terrà una sfida: clip musicali, comiche o bizzare si contenderanno la prima posizione in classifica. I video vengono visualizzati in un'unica schermata. Una volta votato il migliore, si prosegue con il duello successivo. Un'altra coppia di sfidanti e così via. Chi riuscirà a riconoscere il video favorito riceverà dei punti e potrà vantarsi di aver individuato il futuro "re" degli spezzoni-cult. I filmati vengono valutati in base ai voti ricevuti e i più belli avranno l'onore di essere inclusi nella slam leaderboard. "Questo è il posto ideale per scoprire cantanti amatoriali di talento, i clip più adorabili e i video più folli di YouTube", si legge su YouTube nella presentazione dell'esperimento". Le categorie in cui sfidarsi sono quattro: comicità, storie tenere, stranezze e musica. La divertente novità è nata grazie alla collaborazione con Google Research. Nella sezione "comedy" la "battaglia" è tra oltre 1400 video. In quella dedicata alla tenerezza ce ne sono più di 1300. Tra i più cliccati l'husky che dice "I love you" e il micio seduto sulla sedia. Nella categoria Comedy troviamo un filmato dal titolo "O susto do gordinho": un uomo cicciotello è intento a parlare con un amico, mentre un complice che indossa la maschera di Scream lo terrorizza. Anche il filmato dal titolo "Little boy scared", in cui un bambino urla terrorizzato, riscuote un notevole successo. Per quanto riguarda il settore musicale sul gradino più alto del podio c'è un ragazzino bravissimo con la chitarra. La sua versione acustica di Crushcrushcrush di Paramore non ha rivali.



Via: La Stampa

Phishing Apple: email truffa richiede aggiornamento dati ID utente


Un vasto attacco di phishing è scoppiato a partire dal giorno di Natale, attraverso e-mail inviate con il tema "Apple update your Billing Information" (Aggiornare le informazioni di fatturazione Apple). "Questa e-mail ben congegnata potrebbe ingannare molti nuovi utenti Apple, specialmente quelli che hanno trovato un iPhone, iPod o iMac sotto il loro albero di Natale, e configurato gli account di iTunes Store o il Mac App Store per la prima volta", spiega Intego con un post sul blog. I messaggi affermano di provenire da "appleid@id.apple.com.". Ecco come appare il contenuto:


Se si fa clic sul link nel messaggio, si viene portati ad una pagina di accesso realistica, poi, dopo aver inserito il proprio ID Apple e la password, verrà visualizzata una pagina che chiede di aggiornare il conto del proprio profilo, in particolare immettendo i dati della carta di credito. Ancora una volta, questa pagina sembra realistica, e molti degli elementi in essa contenuti sono tratti da pagine Web di Apple. Quindi come si fà a sapere che questa è un phishing e-mail? La prima regola è quella di spostare il cursore sul link nel messaggio e attendere un suggerimento pop-up:


Come si può vedere, l'URL visualizzato non è un indirizzo apple.com, ma piuttosto un indirizzo numerico (la prima parte dell'indirizzo è offuscata). Alla fine dell'URL vi è una pagina chiamata apple.htm, che potrebbe ingannare la gente, ma non è questo ciò che è importante. Guardare sempre guardare la parte destra dopo l'http:// nell'URL: se non è something.apple.com (potrebbe essere www.apple.com, store.apple.com, o altro), allora è falsa. Lo scorso novembre e-mail spingevano i destinatari a cliccare su un link che apriva un sito web dove si chiedeva agli utenti di rivelare il proprio nome utente e password di iTunes.

giovedì 29 dicembre 2011

Banda larga: Agcom, rilasciata versione 2.0 del software Ne.me.sys


''E' gia' disponibile la nuova versione del software Ne.Me.Sys. utilizzato - nell'ambito del progetto 'Misura Internet' dell'Autorita' per le garanzie nelle comunicazioni - per certificare i parametri di qualita' del collegamento internet a banda larga da postazione fissa. Il software, realizzato da Agcom in collaborazione con la Fondazione Ugo Bordoni e l'Istituto superiore delle comunicazioni e tecnologie dell'informazione, consente di testare gratuitamente, attraverso 24 tipi di misurazione, le prestazioni del servizio di accesso ad Internet sottoscritto con il proprio gestore. 

I risultati del test sono certificati con il rilascio di un documento pdf, riconosciuto da tutti gli operatori di comunicazioni elettroniche, con il quale gli utenti possono, in caso di violazione dei parametri contrattuali di qualita', presentare reclamo all'operatore per inadempienza e chiedere il ripristino degli standard pattuiti''. E' quanto si legge in una nota dell'Agcom. 

''La nuova versione 2.0 di Ne.Me.Sys, scaricabile dal sito www.misurainternet.it, risulta rinnovata nell'interfaccia grafica ed e' dotata di nuove modalita' di misurazione in grado di renderne piu' agevole l'utilizzo. La principale novita' riguarda la possibilita' di collegamento a Internet durante l'esecuzione delle 24 misurazioni di cui si compone il test''.

''In caso di traffico dati di dimensioni contenute entro il 10% della banda misurata - sufficienti, di regola, per attivita' di accesso alla posta elettronica, utilizzo della chat, e navigazioni web senza download di grandi files - l'utente potra' continuare la navigazione anche in corso di misurazione''. 

''A differenza, tuttavia, delle versioni precedenti, per l'esecuzione del software Ne.Me.Sys. 2.0 non e' possibile utilizzare connessioni wireless e tenere accesi altri computer in rete'', conclude la nota. Il seguente video spiega in modo dettagliato all'utente le finalità del Progetto, le modalità di registrazione e di utilizzo di Ne.Me.Sys. ed il suo funzionamento.

7

Via: Adnkronos

Microsoft rilascia patch di sicurezza per vulnerabilità in ASP.NET


Microsoft rilascerà a breve un aggiornamento out-of-band di protezione per risolvere una falla critica di sicurezza (CVE-2011-3414) che si trova in ASP.NET, che colpisce tutte le versioni supportate di .NET Framework, che potrebbe consentire un attacco denial-of-service su server che servono pagine ASP.NET.Questi attacchi che sfruttano le tabelle hash, conosciuti come hash collision attacks, non sono specifici di tecnologie Microsoft, ma altri fornitori software di web service potrebbero risentirne. 

In un advisory pubblicato Mercoledì , il produttore di software ha detto che era consapevole del fatto che informazioni dettagliate erano state pubblicate per descrire gli attacchi di collisione hash. "La vulnerabilità interessa tutte le versioni di Microsoft NET framework e può condurre ad un attacco tipo denial-of-service non autenticato sui ​​server che servono le pagine ASP.NET. La vulnerabilità è dovuta al modo in cui ASP.NET processa i valori in un modulo post ASP.NET causando una collisione hash.

E' possibile che un utente malintenzionato invii un piccolo numero di messaggi appositamente predisposto a un server ASP.NET, causando  la degradazione in modo significativa delle prestazioni sufficienti a causare una condizione di negazione del servizio DDos", ha osservato. L'aggiornamento verrà reso disponibile per tutte le versioni di Windows, incluso Windows XP Service Pack 3, Windows Server 2008 e Windows 7 per sistemi a 64 bit.

A tutti gli utenti del sistema operativo Windows si consiglia di installare l'aggiornamento al più presto appena verrà rilasciato per evitare spiacevoli incidenti. Per ora non ci sono ulteriori dettagli sul problema che riguarda Windows 7 64-bit, ma a giudicare da quello che Microsoft ha rivelato, è improbabile che qualcosa verrà fornita a breve. Michael Kranawetter non ha fornito altri dettagli ed ha detto che le indagini sono ancora in corso.

Google+ supera quota 60 mln di utenti e punta a 400 mln nel 2012


Ci sono ancora molte domande sulla sorte e il futuro di Google +. Ma, finora, il social network ha fatto un buon lavoro per spingere gli utenti a registrarsi, più di qualsiasi altro tentativo analogo da parte di Google in passato, o da chiunque altro in questo campo. Il numero di utenti del rivale di Facebook è aumentato in maniera rilevante nelle ultime settimane. L'ultimo numero non ufficiale di utenti iscritti a Google + , subito dopo Natale sarebbe di 62 milioni. L'anno si dovrebbe chiudere con circa 65 milioni di utenti, non male per un servizio lanciato circa un anno e mezzo fa. "Google + aggiunge nuovi utenti ad un ritmo molto rapido", ha annunciato Paul Allen su Google +, in una statistica non ufficiale. "Può essere la festività, gli spot televisivi, l'Android 4 signups, le celebrità e il fascino del marchio, o il passaparola positivo, o una combinazione di tutti questi fattori, ma non c'è dubbio che il numero di nuovi utenti che si iscrivono a Google + ogni giorno ha accelerato notevolmente nelle settimane scorse", ha detto.


La ragione di questo incremento potrebbe essere la diffusione crescente dei telefoni Android. Allen ha monitorato la crescita di Google + dal lancio. Insieme al suo team, usa un metodo per determinare il numero di utenti Google + con l'aiuto di cognomi non comuni. Sulla base dei dati del censimento, è in grado di determinare la percentuale della popolazione degli Stati Uniti che si è iscritta al sito. Finora, le sue previsioni sono state molto precise, sia quando ha predetto che di Google + avrebbe raggiunto i 10 milioni di utenti così come per i 40 milioni di utenti, l'ultimo dato ufficiale. I suoi ultimi numeri indicano che quasi un quarto degli utenti di Google + si sono registrati nell'ultimo mese, 625.000 al giorno. Se questa tendenza continua, Google + avrà 100 milioni di utenti entro la fine di febbraio del prossimo anno e 200 milioni agli inizi di agosto. La previsione è che Google + conterà 400 milioni di utenti alla fine del 2012. Naturalmente, non è semplice fare una previsione. Da un lato, la crescita utente può continuare ad accelerare, dall'altro l'interesse potrebbe stabilizzarsi.

Intel S4600LH, scheda madre server con CPU 8-Core e RAM 1 TB


Mentre sta lavorando nei suoi nuovi e forti processori consumer, Intel sta inoltre sviluppando un nuovo hardware per server per la serie di chip Xeon. Intel non è famosa per le sue schede madri, ma questo non significa che non fa parte di questo segmento IT. Infatti, l'azienda sta lavorando molto su questo tipo di prodotto. Intel ha scelto il nome S4600LH per la sua ultima scheda madre per server, anche se il nome in codice, Lizard Head Pass, è, per così dire, un po 'più accattivante.

mercoledì 28 dicembre 2011

Intel porterà tecnologia Thunderbolt su PC Windows in aprile 2012


Intel ha recentemente comunicato ai suoi partner l'intenzione di rilasciare interamente la propria tecnologia Thunderbolt nel mese di aprile del 2012 con diversi produttori di PC che già stanno preparando a lanciare Thunderbolt supportato da schede madri, PC desktop e notebook Windows. Per accelerare la standardizzazione di Thunderbolt, Intel sta collaborando con Apple, l'unico fornitore attualmente ad avere prodotti per PC con tecnologia Thunderbolt. 

Poiché la domanda per la tecnologia ha visto una crescita evidente, Intel è pronta a rilasciare la tecnologia per uso pubblico. Da quando è stato annunciato, a causa degli alti costi dei chip Thunderbolt (più di 20 dollari) e il conflitto con la soluzione USB 3.0 in termini di nuova generazione tecnologia di trasmissione dati, Thunderbolt non ha ricevuto una forte attenzione dal settore IT, ma la larga adozione della tecnologia di Apple nei propri prodotti, come monitor, MacBook Pro, iMac, MacBook Air e MacBook Mini, ha fortemente incrementato la domanda. 

L'adozione della tecnologia Thunderbolt dovrebbe cadere nella seconda metà del 2012, e dovrebbe essere standardizzata gradualmente in futuro, hanno osservato le fonti. Attualmente Sony dovrebbe adottare la tecnologia Thunderbolt nelle sue linee di prodotto con i fornitori come Asustek Computer che dovrebbe inoltre adottare la tecnologia nei propri prodotti di fascia alta per notebook. 

Gigabyte Technology, che è stato aggressivo nell'adottare nuove tecnologie di trasmissione nella sua linea di prodotti, si aspetta anche di lanciare Thunderbolt per tutte le funzioni della scheda madre nel mese di aprile del 2012 per competere contro Asustek e ASRock. Thunderbolt è una tecnologia dual channel che supporta monitor HD e dispositivi dati ad alte prestazioni tramite un’unica porta. La sua velocità di trasferimento di 10 gigabit al secondo, permette di trasferire dati da e sulle periferiche a una velocità fino a 20 volte superiore rispetto alle porte USB 2.0, e oltre 12 volte superiore rispetto a una FireWire 800.

Via: Digitimes

Cloud Machine, prima estrazione per il Concorso Vinci con TechNet


Il Blog Team TechNet Italia ha reso noto che i vincitori della prima fase del concorso "Vinci con TechNet" sono stati estratti e stanno ricevendo le email di notifica della vincita. Ecco cosa si sono aggiudicati: - Primo estratto n.1 buono Media World del valore di € 1.000 spendibile in più sessioni, nella sola modalità online. - Dal secondo al terzo estratto n.1 SDD Patriot 240 GB Wildfire 2,5", Read: 555 MB/s Write: 520 MB/s, SATA 6 GB/s del valore di € 365,00 + IVA cad.. - Dal quarto al sesto estratto n.1 buono Media World del valore di € 250,00 spendibile in più sessioni, nella sola modalità online. - Dal settimo al decimo estratto n.1 Pendrive Patriot Supersonic Magnum 64 GB USB 3.0 del valore di € 112,28 + IVA cad. - Dall'undicesimo al quindicesimo estratto n.1 buono Media World del valore di € 50,00 spendibile in più sessioni, nella sola modalità online. Nel frattempo però il concorso prosegue e avete ancora due occasioni per provare a vincere i premi in palio. Se siete un professionista IT o un appassionato di tecnologia e vi occupate di infrastrutture e virtualizzazione, potete vincere ancora fantastici premi*. In palio: - buoni acquisto spendibili online presso Media World - 6 SDD Patriot 240GB Wildfire 2,5", Read: 555 MB/s Write: 520 MB/s, SATA 6 GB/s - 12 Pendrive Patriot Supersonic Magnum 64 GB USB 3.0. Scaricate la versione di valutazione della suite System Center 2012, scoprite in anteprima le novità di Configuration Manager, Operations Manager, Virtual Machine Manager e di tutti i prodotti della famiglia System Center 2012 e partecipate al concorso. Le soluzioni System Center consentono di gestire gli ambienti IT fisici e virtuali in datacenter, desktop e dispositivi. Tali soluzioni per la gestione integrata e automatizzata garantisco ai provider di servizi maggiore produttività. Per ulteriori informazioni, consultare la pagina relativa ai dettagli sui prodotti. Completare la registrazione per accedere alle risorse tecniche del prodotto nella pagina delle risorse di System Center 2012. Scaricate il regolamento completo per i dettagli.

* Future Web Net non è in alcun modo legato al concorso. Tutti i marchi riportati appartengono ai legittimi proprietari; marchi di terzi, nomi di prodotti, nomi commerciali, nomi corporativi e società citati possono essere marchi di proprietà dei rispettivi titolari o marchi registrati d’altre società e sono stati utilizzati a puro scopo esplicativo ed a beneficio del possessore, senza alcun fine di violazione dei diritti di Copyright vigenti.

martedì 27 dicembre 2011

Consumi natalizi: peggio delle previsioni, regge solo la tecnologia


L’Osservatorio Nazionale Federconsumatori (ONF), ha elaborato i dati sui consumi relativi alle festività natalizie, pervenuti dai centri di elaborazione dislocati nel Nord, Centro e Sud Italia (sia nelle piccole che nelle grandi città). Purtroppo, le previsioni negative dello stesso osservatorio sono risultate sottostimate. Infatti, in pressoché tutti i settori, si è verificata una forte contrazione rispetto ai consumi natalizi dello scorso anno. L'unico trend positivo è dato dall'elettronica di consumo. La spesa totale si è attestata a 4 miliardi di Euro, rispetto ai 4,4 che erano stati stimati.

Apple: multa 900 mila euro da Agcom per pratiche garanzie scorrette


Sanzioni per complessivi 900mila euro al gruppo Apple responsabile di pratiche commerciali scorrette a danno dei consumatori. Le ha decise l'Antitrust al termine di un'istruttoria che ha provato sia la non piena applicazione ai consumatori, da parte delle societa' del gruppo Apple operanti in Italia, della garanzia legale biennale a carico del venditore, sia le informazioni poco chiare sugli ambiti di copertura dei servizi di assistenza aggiuntiva a pagamento offerti da Apple ai consumatori.

In particolare, secondo quanto ricostruito dagli uffici dell'Antitrust, anche alla luce di numerose segnalazioni arrivate dai consumatori e da alcune associazioni, le tre societa' del gruppo, Apple Sales International, Apple Italia S.r.l. e Apple Retail Italia hanno messo in atto due distinte pratiche commerciali scorrette:

1) presso i propri punti vendita e/o sui siti internet apple.com e store.apple.com, sia al momento dell'acquisto che al momento della richiesta di assistenza, non informavano in modo adeguato i consumatori sui diritti di assistenza gratuita biennale previsti dal Codice del Consumo, ostacolando l'esercizio degli stessi e limitandosi a riconoscere la garanzia convenzionale del produttore di 1 anno;

2) le informazioni date su natura, contenuto e durata dei servizi di assistenza aggiuntivi a pagamento AppleCare Protection Plan, unite ai mancati chiarimenti sull'esistenza della garanzia legale biennale, erano tali da indurre i consumatori a sottoscrivere un contratto aggiuntivo quando la 'copertura' del servizio a pagamento si sovrappone in parte alla garanzia legale gratuita prevista dal Codice del Consumo. Le sanzioni sono pari a 400mila euro per la prima pratica e 500mila per la seconda pratica.

Per la prima pratica, l'Autorita' ha infatti tenuto conto delle modifiche adottate dalle societa' del gruppo nel corso del procedimento, in grado di garantire una migliore informazione ai consumatori, riducendo cosi' il massimo edittale di 500mila che e' stato invece applicato per la seconda pratica.

Via: Agcom

iPad3 in arrivo il 23 febbraio 2012, vigilia compleanno di Steve Jobs


Dopo tante indiscrezioni e anticipazioni sembrerebbe arrivato il momento dell’ufficialità: la prossima creatura Apple, l'atteso iPad 3, potrebbe essere lanciata il prossimo 23 febbraio, il giorno prima della data in cui Steve Jobs avrebbe festeggiato il 57 esimo compleanno. Lo riporta Huffington Post, citando quanto pubblicato dal Focus Taiwan, la voce economica cinese del Daily News in lingua inglese, secondo il quale gli operai delle aziende Apple in Cina faranno gli straordinari durante le feste dell'anno della Luna pur di arrivare in tempo con la produzione di questo nuovo tablet. Al momento si tratterebbe solo di indiscrezioni basate sul fatto che la principale azienda di assemblaggio dell'iPad, avrebbe raccomandato ai propri dipendenti di limitare la domanda di ferie nel periodo natalizio per far fronte all'enorme quantità di tablet richiesti da Apple, che qualcuno ha quantificato in circa 4 milioni. L’Huffington Post sottolinea del resto come anche l'iPad e l'iPad 2 uscirono nello stesso periodo dell'anno (aprile 2010 e marzo 2011) e comunque la notizia contribuisce ad aumentare le attese per un prodotto che, secondo alcune indiscrezioni, dovrebbe avere un nuovo look. Gli analisti, tuttavia , affermano che una scadenza a così breve termine sembri un pò troppo affrettata e Apple non sacrificherebbe mai la qualità di un prodotto che verrà passato sotto la lente di ingrandimento di chiunque. Ogni settimana, rumors di ogni tipo si diffondono nel Web, contribuendo ad aumentare l'attesa intorno ai prodotti di casa Apple. Molto spesso, però, si rivelano infondati. Questa volta, però la voce potrebbe corrispondere a realtà. Nel frattempo, Google Inc., uno dei principali concorrenti di Apple nel mercato high-tech, è probabile che lancerà il suo gadget tablet entro sei mesi. Fonti di mercato hanno detto che Google potrà contare sulla taiwanese Compal Electronics come marhcio partner per produrre il computer tablet.

Rossi su Twitter, il regalo più bello: "Per Natale vorrei indietro il Sic"


''Io come regalo vorrei indietro il Sic''. Tra i tanti messaggi di auguri e di buoni auspici che per le festivita' natalizie tanti campioni dello sport hanno rivolto ai tifosi sui loro profili Facebook o su Twitter, spicca la frase postata da Valentino Rossi. ''Buon Natale a tutti gli amici di Twitter, e grazie per l'affetto e per il supporto'', ha aggiunto il campione di Tavullia, che non puo' non ricordare l'amico Marco Simoncelli deceduto in seguito ai traumi riportati nell'incidente dello scorso 23 ottobre sul circuito di Sepang

Molti anche i messaggi di ricordo indirizzati su Facebook al 'Sic' e ai suoi familiari. Il fuoriclasse del tennis Roger Federer ha fatto gli auguri ai suoi fan da Dubai senza barba bianca e renne, ma comparendo in bermuda e maglietta sulla sua pagina Facebook durante una pausa degli allenamenti in vista del torneo-esibizione di Capodanno nel ricco emirato. Auguri, ma non solo, sui social network. 

I cinguettii dei calciatori che si rincorrono nella rete sono soprattutto semplici frasi di auguri, come quelli di Andrea Pirlo e Giuseppe Rossi. Ma c'e' anche chi, come Djibril Cisse, ha usato Twitter per chiarire la propria posizione prima della riapertura del mercato . L'attaccante ha voluto respingere le voci su un suo ritorno in Francia: ''Non abbandono la Lazio, sono un combattente e ve lo mostrero'. Sono impaziente di giocare ancora'', ha scritto Cisse. 

Per fare gli auguri ai tifosi, qualcuno si e' avventurato in iniziative di un certo impegno. E' il caso di Alessandro Del Piero, che si e' travestito da Babbo Natale per realizzare un video - on line sul suo sito e sulla pagina di Facebook -, in cui racconta la sua esperienza in giro per Torino nei panni di Santa Claus a distribuire auguri e foto autografate a persone che non sapevano chi si celasse sotto il cappello e la barba.



Via: ANSA

lunedì 26 dicembre 2011

Ricercatori Usa Air Force indagano sul computer quantico olografico


La United States Air Force sta lavorando alla costruzione di un proprio prototipo di quantum computing, adottando il principio degli ologrammi, con parti off-the-shelf e alcune lastre di vetro. Un articolo pubblicato sul Physics ArXiv descrive la teoria che sta dietro il loro metodo (qui il documento PDF). Il concetto di base è di utilizzare la luce per trasmettere l'informazione quantistica utilizzando gli interferometri, strumenti che cambiano la frequenza delle onde di luce, per poi ricombinarle ed ottenere effetti particolari. 

In questo caso, come dispositivi  per alcune operazioni quantistiche dove l'output di un interferometro serve da input per il successivo. Il problema con questo metodo, però, come il blog MIT Technology Review fà notare, è che essi "sono notoriamente volubili". Essi spiegano che "i fotoni offrono una grande promessa nel trattamento di informazione quantistica (QIP), data la loro robustezza di decoerenza". 

Ma questa fonte di forza è anche la loro più grande debolezza, poiché tale debole interazione con il resto del mondo rende difficile elaborare le informazioni in essi contenute. Nonostante ciò, possono essere utili per costruire un computer quantistico, soprattutto se gli interferometri fragili usati per elaborare i dati contenuti venissero resi più durevoli. E' qui che gli ologrammi entrano in gioco.

I ricercatori suggeriscono che è possibile codificare qualsiasi algoritmo quantistico in un ologramma unico, e hanno determinato lo spessore del materiale olografico. Il blog del MIT Technology Review sostiene che l'approccio ha due svantaggi importanti: non è scalabile, ed i dispositivi non sono riprogrammabili. Comunque ci sono un certo numero di applicazioni emergenti del tipo affidabili, ma a bassa dimensionalità di calcoli quantistici che questi dispositivi potrebbero eseguire. 

Questi includono i bus di memoria quantistica, circuiti quantistici di correzione degli errori e relè quantistico di distribuzione delle chiavi. Questo approccio ha il vantaggio di essere edificabile con le attuali tecnologie e componenti, sostiene Technology Review. I ricercatori dicono che "siamo ben oltre alla comprensione di questi dispositivi da una prospettiva teorica, tuttavia, siamo proprio all'inizio in via sperimentale".


Via: ZD Net

Ricerca di Badoo rivela boom incontri online a Natale e Capodanno


Il 2011 giunge al termine e gli incontri online aumentano nei giorni delle feste, tra Natale e Capodanno: in questo periodo l'incremento e' del 17% e in generale nei primi giorni del nuovo anno si assiste ad un +20% del numero di utenti del sito rispetto al periodo pre-natalizio. Lo dice Badoo.com il social network lanciato nel 2006 e presente in 180 paesi, 36 lingue e che conta oltre 130 milioni di utenti registrati in tutto il mondo. 

Gli italiani sono al terzo posto della classifica delle popolazioni che seguono maggiormente questo trend, con un 70% di utenti che si affida agli incontri online (una percentuale inferiore solo a Brasile e Francia). La ricerca online e' stata condotta su un campione di circa 12.000 utenti di eta' compresa tra i 18 e 59 anni in Brasile, Spagna, Francia, Italia, Gran Bretagna e Stati Uniti. 

Il 66% degli intervistati ha affermato di conoscere qualcuno che ha incontrato il proprio partner online. Ben due persone su tre, invece, sono uscite con qualcuno conosciuto online. Oggi conoscere nuove persone sul Web non è più un tabù, ma il modo più immediato per fare nuove conoscenze. 

“E’ ormai evidente che sempre più persone vedono e percepiscono i vantaggi di conoscersi online - ha dichiarato Alice Bonasio, European Consumer PR Manager di Badoo.com. “La vita è così piena di impegni che alla gente piace poter passare il poco e prezioso tempo libero insieme agli amici e non a conoscere nuove persone. 

Per questo, come ormai per molti altri aspetti delle relazioni interpersonali, i social network come Badoo.com ricoprono un ruolo sempre più determinante: si tratta infatti di un servizio utile ma al tempo stesso divertente e semplice da usare, che permette a tutti di entrare in contatto con persone con i nostri stessi interessi”. Gli utenti possono utilizzare il servizio anche in mobiltà, scaricando l'applicazione per iPhone e l'applicazione per Android.

Fonte: Monopoli
Via: Blitz Quotidiano

domenica 25 dicembre 2011

Facebook: presto sarà possibile inviare messaggi privati a fan page


Facebook sta testando un nuovo strumento per gli amministratori delle pagine che a prima vista appare come un ripristino di qualcosa già disponibile in passato, cioè la possibilità di scambiare messaggi privati ​​con i membri della rete sociale. Il social network ha recentemente revocato la capacità agli amministratori pagina di inviare messaggi a singoli utenti, mentre questa funzione consente alle pagine di ricevere messaggi da singoli utenti attraverso un link sulla pagina. Il tasto permette anche alle persone che non sono ancora fan di inviare messaggi all'amministratore, cosa non era disponibile nella precedente versione di messaggistica per le pagine. We Are Social Singapore e Wise, ha riferito sulla nuova funzionalità, dicendo che quest'ultima è emersa in Asia. Inoltre, ha precisato che la messaggistica privata per le pagine non è ancora disponibile ovunque.


Per quelle pagine incluse nel test, un pulsante nuovo messaggio appare ora in cima alla pagina. Cliccando su di esso si produce una finestra di dialogo nella quale gli utenti di Facebook - siano essi fan della pagina o non - possono accedere per inviare messaggi privati ​​agli admin della pagina. Gli amministratori ricevono le notifiche sulla ricezione dei messaggi privati sotto il loro menu di amministrazione. Cliccando sul link viene fornita una panoramica dei messaggi privati ​​che hanno ricevuto, dopo di che può rispondere privatamente, o rispondere ai commenti degli utenti sulle loro bacheche. Le notifiche appariranno con altre notifiche generali per coloro che navigano come una pagina di Facebook. I messaggi sono formattati nello stesso modo in cui appaiono i messaggi tra utenti di Facebook, e sembrano essere identici ai messaggi che riceverebbero dai loro amici.

Fonte: We Are Social
Via: All Facebook

Volkswagen: dipendenti Blackberry senza email dopo orario lavoro


Mentre ci si interroga ancora sul destino di RIM, alla Volkswagen anche il Blackberry timbra il cartellino: d'ora in poi lo smartphone del colosso canadese Rim 'stacchera'' con il dipendente. La decisione e' stata presa in seguito al pressing della casa automobilistica tedesca, i cui 'colletti bianchi' si lamentano della costante intrusione nella vita privata della lucina rossa lampeggiante che giorno e notte segnala i messaggi in arrivo. 

In base all'intesa il server Volkswagen smettera' di inoltrare le mail 30 minuti dopo la fine dell'orario di lavoro del dipendente per riprendere a trasmetterle mezz'ora prima dell'inizio della nuova giornata. Il consiglio di fabbrica ha detto che finora non vi era stato un feedback molto positivo alle nuove regole di posta elettronica che erano entrate in vigore all'inizio di quest'anno. 

L'accordo riguarda i mille dipendenti Volkswagen dotati del Blackberry aziendale ma non i top manager e altri il cui contratto non e' coperto dal patto sindacale. Non e' chiaro se costituira' un precedente in altre aziende tedesche che hanno un sindacato potente come quello di Volkswagen. 

I lavoratori saranno ancora in grado di effettuare chiamate usando il loro Blackberry in qualsiasi momento. ''Le nuove possibilita' di comunicazione contengono anche pericoli intrinseci'', ha spiegato Heinz-Joachim Thust, un rappresentante dei dipendenti della casa del 'Maggiolino'. 

L'iniziativa e' una risposta alla trasformazione del Blackberry da 'giocattolo' e status symbol per dirigenti a 'trappola' della 'corporate life' che comporta il dovere di essere disponibile 24 ore di 24: non a caso, proprio in virtu' del suo potere di creare dipendenza, gli smartphone della Rim sono stati soprannominati 'Crackberry'. Anche altre aziende pensano comunque all'introduzione di regole, ma non c'è una soluzione valida per tutti.

Fonte: Finacial Times
Via: ANSA

Natale, uomini radar Norad e Google Maps per seguire Santa Claus


Gli uomini radar del NORAD (North American Aerospace Defense Command), il comando militare al servizio della sorveglianza dei cieli degli Stati Uniti alla vigilia di Natale hanno una missione speciale: rispondere alle telefonate dei bambini che vogliono assicurarsi che Babbo Natale stia per arrivare carico di regali nelle loro case. Lo ha chiesto il colonnello Harry Shoup al suo team di controllare i loro radar. Naturalmente anche quest'anno lungo il tracciamento del percorso della slitta di Babbo Natale, effettuato da NORAD, che lo fa dal lontano 1955, proponendo una serie di contenuti sul Web.



Circa 1,200 volontari sono a disposizione di questo "call center" per rispondere alle domande dei bambini. "Io dico sempre ai bambini che chiamano, Babbo Natale sa quando dormi e quando non dormi", ha raccontato Bill Lewis, uno degli ufficiali di Norad. "Devi dormire perché possa arrivare a casa tua altrimenti ne rallenti il viaggio". "Appena dico che dovrebbe essere già a letto, il bambino attacca il telefono e correvia", ha detto Lewis. "I bambini vogliono sapere dov'è, quando arriverà a casa loro e cosa vuole mangiare". La tradizione di inseguire Santa Claus è cresciuta negli anni.


Oggi è possibile seguire Babbo Natale tramite Google Earth e Google Maps sul sito di Santa NORAD, e sul telefono Mobile. Visitate www.noradsanta.org per seguire il viaggio di Babbo Natale dal Polo Nord alle case di tutto il mondo. Cliccate sulle icone video da guardare "Santa cam" video provenienti da tutto il mondo, e sulle icone regalo per visualizzare le informazioni su ogni città lungo il percorso. Solitamente Babbo Natale comincia il suo lungo viaggio a bordo della slitta carica di doni dal Pacifico del Nord. Poi passa al sud, quindi alla Nuova Zelanda e all'Australia. Prosegue per il Giappone, l'Asia, l'Africa, l'Europa occidentale.



Successivamente arriva in Canada, negli Stati Uniti, in Messico e infine nell'America centrale e meridionale. Ricevete gli aggiornamenti attraverso i social media. Il team NORAD andrà pubblicando aggiornamenti sul volo di Babbo Natale. Seguiteli su Google + , Twitter o Facebook per gli aggiornamenti Live. Iscrivetevi al  NORAD Tracks Santa YouTube channel. Tutti i video "Santa cam" saranno pubblicati sul canale YouTube di Santa NORAD Tracks come vengono catturati. È anche possibile vedere un riassunto dei viaggi di Babbo Natale nel 2010. Il NORAD utilizza 4 sistemi ad alta tecnologia per seguire Babbo Natale - radar, satelliti, Babbo Natale cam e aerei da combattimento.

Fonte: Google Blog
Via: TM News

Google cerca collaboratori esperti e dinamici per la sede di Milano


Google cerca nuovi collaboratori nel settore commerciale per la sede di Milano. Per ogni posizione è richiesta un'ottima conoscenza della lingua del paese e dell'inglese. Le descrizioni delle posizioni disponibili sono in inglese. Il proprio Curriculum Vitae dovrà essere redatto in lingua inglese. Le posizioni disponibili per Milano sono:  Developer Relations Program ManagerStrategic Partner Manager

"Google è e sarà sempre una società di ingegneria. Assumiamo persone con una vasta gamma di competenze tecniche che sono pronte ad affrontare alcune delle più grandi sfide della tecnologia e avere un impatto su milioni, se non miliardi, di utenti. In Google, gli ingegneri non solo rivoluzionano la ricerca, normalmente lavorano su scalabilità e soluzioni di storage su larga scala di applicazioni e piattaforme completamente nuove per gli sviluppatori di tutto il mondo. Da AdWords a Chrome, Android su YouTube, sociale a locale, gli ingegneri di Google stanno cambiando il mondo un successo tecnologico dopo l'altro", si legge sulla pagina Developer Relations Program Manager. 

"Ci sono informazioni sempre più là fuori, e il nostro team Partnership lavora per ottenerle. Sviluppiamo i rapporti con una serie di organizzazioni, da fornitori di contenuti per editori, e troviamo per loro il modo di raggiungere il proprio pubblico e gestire il proprio business digitale. Troviamo grandi contenuti per i nostri prodotti, e lavoriamo anche con siti partner per distribuire i nostri prodotti di Google. 

Da negoziazione degli accordi per risolvere i problemi tecnici per i partner, siamo in cerca di raccolta delle informazioni a livello mondiale", spiega Google sulla pagina Strategic Partner Manager. Ogni informazione sulle posizioni aperte è disponibile qui: www.google.it/intl/it/jobs/index.html. Non solo Google, ma anche Facebook è in cerca di esperti marketing per potenziare i propri uffici commerciali di Milano.

sabato 24 dicembre 2011

Tlc: eletti nuovi vertici Assotelecomunicazioni-Asstel, al vertice Avenia


L'assemblea di Assotelecomunicazioni-Asstel ha eletto la squadra che dovra' guidare le telecomunicazioni italiane nei prossimi due anni. A capo Cesare Avenia, ad di Ericsson, che succede a Stefano Parisi e governera' l'associazione affiancato da un Comitato di presidenza a cui partecipano: Paolo Bertoluzzo, ad Vodafone; Ossama Bessada, ad Wind; Alberto Calcagno ad Fastweb, Vincenzo Novari ad H3g, Marco Patuano ad Telecom Italia, Corrado Sciolla ad Bt Italia, Renato Soru ad Tiscali, Marco Tripi ad Almaviva. 

"La prossima stagione vedra' la filiera delle Tlc protagonista di un appuntamento cruciale per il Paese, quello con la crescita dell'economia - ha affermato il nuovo presidente Cesare Avenia - Oggi, infatti, nessun settore e' in grado di moltiplicare le occasioni di sviluppo, offrire rapidi ed elevati ritorni in termini di crescita economica e modernizzazione della societa' come avviene con le infrastrutture, le tecnologie e i servizi di telecomunicazione". 

"Il ciclo di investimenti, gia' iniziato con l'asta delle frequenze Lte, che le imprese di Tlc sono chiamate a consolidare per avanzare sui progetti di copertura del digital divide e di banda ultra larga con nuove reti fisse e mobili, puo' e deve rappresentare il motore per riavviare la crescita e lo sviluppo in Italia. L'impegno di Asstel-Assotelecomunicazioni - ha concluso - sara' anche quello di sensibilizzare il Governo, gli enti locali e tutti gli stakeholders sull'opportunita' strategica che l'evoluzione delle Tlc rappresenta oggi per il nostro Paese". 

Asstel è l’Associazione di categoria che, nel sistema di Confindustria, rappresenta le imprese della tecnologia dell’informazione esercenti servizi di telecomunicazione fissa e mobile, tutelando gli interessi delle Imprese Associate su tutte le tematiche sindacali e del lavoro, tecnico-economiche, sociali e culturali che le riguardano. Le imprese rappresentate da Asstel occupano circa 130.000 addetti. Cs elezione Avenia e Cp Asstel_19-12-11

Fonte: Assotel

DVDVideoSoft rilascia nuovo software: Free MP4 Video Converter


A seguito delle richieste degli utenti, DVDVideoSoft ha pubblicato un nuovo programma Free MP4 Video Converter per convertire video di quasi tutti i formati popolari in MP4 adatto per vari dispositivi mobili. Oggi i prodotti hi-tech, e specialmente dispositivi multimediali portatili hanno vinto una enorme popolarità tra la gente di tutte le età e sono diventati una parte della vita della gente. DVDVideoSoft, come un noto sviluppatore delle applicazioni gratuite per l’elaborazione di file video, audio ed immagini, riconosce un ruolo importante che i dispositivi multimediali giocano nel mondo moderno e rilascia uno strumento speciale per loro.

Oggi la società annuncia la release di Free MP4 Video Converter, un nuovo prodotto utile per convertire tutti i video possibili in formato MP4 per la riproduzione sui diversi dispositivi mobili. Il programma supporta la conversione dei formati video più diffusi, come *.avi, *.divx, *.mpg, *.mpeg, *.wmv, *.mov, *.mkv, *.3gp ed altri (quasi 40 formati ). Free MP4 Video Converter permette all'utente di riprodurre qualsiasi file non compatibile su qualsiasi dispositivo: iPod, iPhone, iPad, HTC, BlackBerry, LG, Samsung, Motorola e molti altri che accettano i file MP4. Inoltre, come un bonus importante per il piacere dei clienti, il programma consente di convertire non solo in MP4, ma anche in AVI e WMV.


Questo software gratuito di conversione video MP4 possede di una interfaccia facile da usare, che non richiede le conoscenze tecniche. Tutto quello che un utente deve fare è aggiungere i file da convertire, quindi scegliere un dispositivo desiderato dal menu a discesa ed avviare la conversione. Il processo batch permette di convertire tutta la biblioteca multimediale in MP4 in una sola volta, che consente di risparmiare il tempo e l`energia degli utenti e persino rende la conversione semplice e veloce. "Sicuramente, oggi quasi tutti usano qualsiasi dispositivo multimediale nella vita quotidiana, in quanto è una delle novità più utilizzabile e più utile nel 21 ° secolo", un rappresentante della società, Alex Wang commenta.

"Così, la nostra società non poteva non prestare attenzione a questa tendenza hi-tech. Il nostro nuovo software Free MP4 Video Converter rende l'interazione della gente e dei dispositivi ancora più facile e vicina. Sono sicuro che questo programma si ottenerà la stessa popolarità enorme tra i nostri utenti in quanto ha appena vinto tra i nostri collaboratori". Free MP4 Video Converter è incluso nel pacchetto Free Studio con più delle 45 altre applicazioni multimediali sviluppate da DVDVideoSoft. Tutti i programmi sono elencati su www.dvdvideosoft.com/it. DVDVideoSoft è uno sviluppatore indipendente di software multimediali per l’elaborazione di file video e audio. Ad oggi, DVDVideoSoft offre oltre 45 applicazioni gratuite diverse, che girano su XP, Vista, Windows 7.

Fonte: DVDVideoSoft

ESET, informativa per gli utilizzatori della versione 2.7 di NOD32


La versione 2.7 di ESET NOD32 Antivirus, rilasciata 5 anni fa, verrà presto dismessa da ESET. E' la stessa società a darne comunicazione: "Il 1 febbraio 2012, infatti, non verranno più rilasciati aggiornamenti delle firme antivirali per quella specifica versione del prodotto, ritenuta ormai obsoleta. Al suo posto è possibile installare l'ultima release in ordine di tempo: ESET NOD32 Antivirus versione 4.2.", si legge nel post sul sito dell'azienda. 

ESET raccomanda a chi ancora utilizza la versione 2.7 di NOD32 Antivirus di scaricare oggi stesso la nuova versione 4.2 dal suo sito web: http://www.nod32.it/download/registered_software.php. Tutti gli utenti regolarmente registrati, in possesso di una licenza valida, hanno la possibilità di installare la versione 4.2 al posto della 2.7 senza ulteriori aggravi, poiché i codici nomeutente/password sono utilizzabili anche con le versioni più recenti del prodotto. 

Per scaricare il prodotto dal sito Web di ESET gli utenti potranno usare i codici nomeutente/password già in loro possesso. Come spiega ancora ESET, "la versione 4.2 è utilizzabile su sistemi Windows 7, Vista e XP (32 o 64 bit) nonché Windows 2000 e NT (solo 32 bit), e presenta numerose novità e miglioramenti sul piano della sicurezza e dell'usabilità. Inoltre, da quest'anno le licenze di NOD32 Workstation possono essere utilizzate anche per proteggere sistemi Linux e Mac OS X". 

Per qualsiasi domanda o richiesta di chiarimenti ESET raccomanda ai suoi clienti di contattare il loro supporto tecnico o commerciale: http://supporto.nod32.it. Per maggiori informazioni su NOD32 di ESET: www.nod32.it. Future Time S.r.l. è il distributore esclusivo per l'Italia dei prodotti ESET quali NOD32, ESET Smart Security e del prodotto Agnitum Outpost Firewall, oltre che partner tecnologico-commerciale di ESET.

venerdì 23 dicembre 2011

Nuovo Doodle di Natale, Easter Egg su Google e Microsoft risponde


Mancano poche ore alla vigilia del Natale, e Google non poteva non augurare buone feste a tutti i suoi visitatori con un Doodle natalizio. Quest’anno Google augura a tutti un Buon Natale sostituendo il tradizionale logo con illuminate decorazioni a tema: un fiocco di neve sostituisce la G, un Babbo Natale la prima O e una campana gialla la seconda, poi un pupazzo di neve, una candela e un pacco regalo. Dopo aver cliccato su tutti e 6 i pulsanti posti sotto le lettere che compongo il Doodle, verrà riprodotto il ritornello del brano musicale Jingle Bells. Il click sul Doodle di questo Natale apre la ricerca corrispondente a “Buone Feste”.


Il colosso di Mountain View ha inoltre creato un 'giochetto': digitando nella barra di ricerca 'Let it Snow', diversi fiocchi di neve in HTML5 scenderanno giù per lo schermo creando un'atmosfera magica. Nel giro di pochi secondi il monitor sarà completamente imbiancato e le nostre azioni congelate. Per "sbrinare" il pc, si potrà utilizzare il Mouse come spazzaneve, anche se per riprendere a lavorare toccherà spingere il tasto "defrost".  La nevicata di Redmond si svolge invece sulla pagina di Let it snow e permette di testare le capacità "touch" dell'interfaccia UI (e della build provvisoria di IE10) se si accede al sito attraverso un dispositivo dotato di schermo multi-touch con Windows 8.

Fisco: arriva il super computer Serpico contro l'evasione fiscale


Dal 1° Gennaio 2012 entrerà in servizio quella che in molti sperano essere l'arma definitiva dello Stato contro gli evasori fiscali: Serpico. Secondo quanto previsto dal Governo, infatti, scomparirà il segreto bancario, permettendo al fisco di indagare sui movimenti e le transazioni bancarie superiori a mille euro - la stessa soglia prevista per il divieto delle transazioni in contanti - e di incrociarli con le altre informazioni già oggi a disposizione degli agenti del fisco. L'infrastruttura informatica che consentirà simili analisi incrociate si chiama "Servizi per i contribuenti", abbreviato in Serpico, a ricordare l'incorruttibile poliziotto dell'omonimo film di Lumet del 1973. Serpico, il super cervellone elettronico della Sogei, è un insieme di circa 2mila server posizionati a Roma - assieme a diversi server specchio in Abruzzo utilizzati per le copie di back-up - caratterizzato da tre punti di forza. La potenza di calcolo (è in grado di elaborare oltre 22.200 operazioni al secondo), l’accesso ai dati e infine una serie di algoritmi che consente a Serpico di riconoscere le situazioni anomale e segnalarle. In realtà Serpico è già operativo da 5 anni, e vanta nella sua carriera alcuni discreti successi: 350mila evasori totali smascherati dal 2006, un progressivo incremento della quota recuperata dallo Stato da 5 a 11 miliardi di euro. Si tratta di un sistema consolidato: ad esempio, incrociando i dati della motorizzazione e le dichiarazioni dei redditi, Serpico già oggi è in grado di individuare i proprietari di auto di grossa cilindrata con un reddito al di sotto della soglia di povertà. La novità del 2012 risiede nella maggiore libertà che il decreto Salva Italia concede a questo cervellone. Il mondo finanziario viene messo così sotto la lente d'ingrandimento, dal momento che le informazioni sull'acquisto di titoli, quote di fondi e altri strumenti finanziari saranno dall'anno prossimo sotto controllo.

Fonte: Tg1
Foto: Jaimejunior

Nonevado.it, il portale con l'elenco dei negozi e professionisti onesti


Sponsorizzare gratis chi paga le tasse penalizzando così i disonesti. E' questa l'idea alla base del sito nonevado.it che offre visibilità a tutti quei professionisti, negozi, aziende che emettono sempre lo scontrino fiscale o che non si fanno pregare per fare una fattura. A metterlo on line ci hanno pensato due amici Ernesto Puddu e Alessandro Cireddu. ''Abbiamo creato un sito che ha come scopo quello di fornire un nuovo strumento per combattere l'evasione fiscale - spiegano i creatori di nonevado.it - . L'idea alla base è quella di offrire visibilità a gente che non si sognerebbe mai di pronunciare l'odiosa frase: 'Con fattura o senza?'''. Il sito è consultabile per trovare l'onesto più vicino o per segnalarne di nuovi non ancora censiti. ''Chiaramente - spiegano Puddu e Cireddu - sul sito si può 'censire' autonomamente anche l'esercente stesso, magari anche quello disonesto, ma nella pagina relativa alla particolare segnalazione abbiamo inserito la possibilità di contribuire con dei commenti. In questo modo gli utenti smascherano chi fa il furbo commentando la loro stessa esperienza con quel negozio/professionista/azienda. Insomma l'autorevolezza delle informazioni è data dal modello Wikipedia, chiunque può scrivere, tanto è la comunità che fa la revisione, corregge e allo stesso tempo dissuade i disonesti dall'approfittare dello strumento''. In ogni caso ogni segnalazione non viene pubblicata immediatamente, ma ne fa la revisione una redazione. ''Non sappiamo quanto questo strumento possa contribuire alla causa - affermano i creatori del portale - ma ci piace pensare che l'Italia sia piena di gente responsabile e che chi non lo è possa essere indotto a diventarlo anche solo per un mero calcolo personale: se rimani fuori dal giro dell''acquisto responsabile' rinunci a una possibilità di sviluppo o addirittura potresti averne un danno economico''.

Fonte: Adnkronos

Yahoo! pronta a ridurre la propria quota di partecipazione in Alibaba


Il cda di Yahoo! Jack Ma, sta prendendo in esame la possibilità di cessione della filiale nipponica e la maggior parte della partecipazione nella cinese Alibaba. Si tratta di un accordo complesso dal valore di 17 miliardi di dollari. Con questa mossa Yahoo! vuole resuscitare il valore delle sue azioni a Wall Street. Le fonti del Financial Times rivelano che Yahoo! starebbe trattando per vendere l'intera quota di Yahoo! Japan (35%) e di scendere dal 40% al 15% nella cinese Alibaba, mentre sarebbero per il momento accantonate le trattative su una proposta separata con cui investitori del private equity dovrebbero iniettare contanti in Yahoo! e assumere un ruolo-guida nel rifondare il suo business. Alcuni investitori infatti non gradirebbero questa seconda ipotesi, secondo il Financial Times, perché implicherebbe vendere delle quote a un prezzo troppo basso e far entrare nuovi partner che isolerebbero il cda dagli azionisti più influenti. Una simile ristrutturazione si è resa necessaria a fronte delle crescenti difficoltà di Yahoo! nel competere con concorrenti del peso di Google e Facebook. Le transazioni valuterebbero la quota di Yahoo! Japan a 5 miliardi di dollari, mentre il 40% in Alibaba avrebbe un cartellino di 12 miliardi, anche se non tutte le fonti concordano su questa valutazione così elevata. Alibaba Group è una famiglia di aziende Internet-based che include mercati online che facilitano business-to-business del commercio internazionale e nazionale della Cina, piattaforme di pagamento al dettaglio e, motore di ricerca dello shopping e servizi di cloud computing. Il gruppo è stato fondato nel 1999 da Jack Ma, un pioniere che ha contribuito a rendere Internet accessibile, affidabile e vantaggioso per tutti. Il Gruppo di Alibaba raggiunge gli utenti di Internet in oltre 240 paesi e regioni. Alibaba Group, comprese le sue affiliate, impiega oltre 25.000 persone in circa 70 città di Cina, India, Giappone, Corea, Regno Unito e Stati Uniti.

Via: Corriere Comunicazioni
Foto: Tragazine

Tim Cloud, la nuvola personale di Telecom Italia per utenti consumer



Musica, foto e video sempre disponibili in mobilita' e su molteplici dispositivi: e' possibile anche con TIM Cloud, il nuovo servizio di storage che consente ai clienti Tim di usufruire gratis di 1GB di memoria sulla Nuvola Italiana per salvare e condividere file digitali. Per attivare il servizio e' necessario scaricare l'applicazione sul proprio smartphone - Android o Symbian - dall'Android Market, dal Tim Appstore, dal Samsung Apps e dall'Ovi Store

Con TIM Cloud potete salvare nella Nuvola di Telecom Italia le foto, le playlist musicali e i vostri video per averli sempre disponibili su PC e Smartphone. Condividere foto, video e musica con gli amici presenti in rubrica e che hanno TIM Cloud attivo. Ascoltare sempre e ovunque in streaming la musica, guardare le foto e i video presenti sulla Nuvola. Pubblicare i vostri contenuti direttamente su Facebook e Twitter. 

Per attivare TIM Cloud è necessario scaricare l'applicazione o digitando sul browser del vostro telefonino l'indirizzo http://cloud.tim.it/app previa accettazione delle condizioni generali di utilizzo del servizio TIM Cloud. Potrete accedere al servizio ovviamente anche da Web. TIM Ricorda che che TIM Cloud si può installare su tutti i telefoni Android (a partire dalla versione 2.1) e Symbian (versione 3). MyCloud è la sezione principale da cui potete caricare le vostre foto, i video e la vostra musica sulla Nuvola di Telecom Italia. 

Potete scegliere se mantenere il contenuto riservato o condividerlo con i vostri amici e di pubblicarlo anche su Facebook o Twitter. In MyCloud inoltre potete anche aggiornare la vostra foto e il vostro stato e vedere le notifiche dei regali che i vostri amici vi hanno fatto. Con TIM Cloud infatti non solo potete condividere contenuti ma anche regalarli o riceverli così da averli direttamente sulla vostra nuvola. I dettagli del servizio sono disponibili qui.

Via: ANSA
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...