venerdì 30 settembre 2011

Trend Micro partecipa al convegno italiano Security Summit 2011


Trend Micro, leader globale nella sicurezza informatica, partecipa al Security Summit 2011, il convegno dedicato alle imprese e alle pubbliche amministrazioni del Nord Est e focalizzato sulle esigenze della sicurezza IT in un panorama in costante evoluzione come è quello del Triveneto. 

L’evento, organizzato da Clusit (l’Associazione Italiana per la Sicurezza Informatica), si svolge a Verona il 4 Ottobre e si propone come un momento di approfondimento e crescita per tutti i professionisti della security, riuniti per condividere le esperienze e i contenuti dai diversi settori della ricerca, della consulenza e dei vendors. Trend Micro partecipa a questa importante manifestazione con due interventi. 

 In apertura del convegno Gastone Nencini, Senior Technical Manager South Europe, partecipa alla tavola rotonda "Frodi su Internet e furti di dati e documenti riservati: e le nostre aziende sono protette?" proponendo tutto il know how di Trend Micro, leader in ogni aspetto della sicurezza informatica e da oltre vent’anni all’avanguardia con soluzioni che precorrono le esigenze del mercato e che vanno dalla sicurezza dei contenuti internet a quelle dei dati in the cloud passando per prodotti ad hoc per la virtualizzazione. 

Maurizio Martinozzi, Manager - Sales Engineering Trend Micro, assieme ad Alessio Pennasilico, del Clusit, interviene poi sulla consumerizzazione dell’IT, fenomeno che porta con sé un particolare insieme di sfide strategiche e operative. Trend Micro grazie alla soluzione Trend Micro Mobile Security 7 permette a imprese e dipendenti di sfruttare i vantaggi della produttività offerti dalla consumerizzazione dell'IT, mitigando i rischi legati alla sicurezza, alla protezione dei dati e alla gestione dei dispositivi. 

L’intervento è alle ore 11.30: "Utenti aziendali, device personali, informazioni riservate: come trasformare un possibile incubo in un vantaggio per l'azienda". Trend Micro Incorporated, leader globale di software e soluzioni di protezione, vuole rendere il mondo sicuro per lo scambio di informazioni digitali. Per ulteriori informazioni sull'evento: http://www.clusit.it/index.htm. Informazioni aggiuntive su Trend Micro Incorporated e su soluzioni e servizi sono disponibili su www.trendmicro.it.

Al via concorso ASUS per il lancio dei nuovi notebook della serie N


ASUS ha lanciato una campagna a livello mondiale per rafforzare la propria brand awareness e sostenere l’ingresso nel mercato della nuova serie N di notebook ASUS. La campagna, frutto della collaborazione con Intel, è partita i primi di settembre con un’operazione teaser che celava il brand dell’azienda, declinata attraverso diversi strumenti di comunicazione sotto il payoff  In search of incredible e il claim "Quando è stata l’ultima volta che hai sentito qualcosa di incredibile?". Realizzata con il coinvolgimento di un team di artisti che annovera il musicista vincitore di Grammy Award Jason Mraz, il regista Andy Morahan e il fotografo Don McCullin, la campagna coinvolge sedici Paesi e propone un concorso nel quale i partecipanti sono invitati a raccontare la propria storia 'incredibile'. “ASUS intende perseguire questa nuova strategia anche per il futuro per meglio trasmettere la promessa alla base dei valori riassunti nello slogan “Inspiring Innovation, Persistent Perfection - ha commentato Manuela Lavezzari, Marketing Manager di ASUStek Italy. Per partecipare al concorso sarà sufficiente collegarsi al sito www.insearchofincredible.com fino alle ore 18 del 26 ottobre, accedere alla sezione dedicata al concorso italiano, registrarsi compilando l’apposito form on-line con tutti i dati personali richiesti e caricare sul sito una 'Incredible Story'. L’ispirazione per i partecipanti prevede diverse forme: una vista, un suono, un momento o perfino una creazione. La selezione dei finalisti avverrà entro l’8 novembre 2011. Tutte le 'Incredible Stories' inviate saranno sottoposte al giudizio di una giuria che effettuerà la preselezione delle 10 storie ritenute migliori, a loro volta rese visibili in un’apposita sezione del sito, dove potranno essere votate dagli altri utenti fino al 24 novembre 2011. Al termine del concorso, l’autore della storia che avrà ricevuto più voti da parte degli utenti del sito sarà considerato vincitore e riceverà un notebook della nuova serie N di ASUS.

Fonte: Adnkronos

Google Plus raggiunge 50 milioni di utenti secondo le stime di Allen


Secondo le stime di Paul Allen Google Plus conterebbe 50milioni di utenti. Google+ avrebbe raggiunto questo importante traguardo una settimana dopo aver abbandonato la politica degli “accessi su invito” e aperto le iscrizioni al pubblico. Sempre secondo Allen, la crescita nell'ultimo periodo sarebbe stata del 4 % giornaliero, con due milioni di nuovi membri al giorno. 

Se l'avanzata di Google+ continuasse con questo ritmo il sito potrebbe diventare ben presto un concorrente, in termini di numero complessivo di utenti, di reti sociali come MySpace (attorno agli 80 milioni di iscritti) e LinkedIn (100 milioni). La velocità di questa crescita è notevole, di gran lunga superiore a quella di siti come Facebook o Twitter. Anche Facebook aveva atteso qualche tempo prima di consentire a tutti di iscriversi. 

I dati forniti da Allen, che si basano sulla ricorrenza dei cognomi all'interno del network, non sono stati confermati in via ufficiale da Google; collimano però, con quanto sostenuto dalla società di ricerca Hitwise, secondo cui, Google+ ha avuto un aumento di traffico del 1269 % nel corso delle ultime settimane, con 15 milioni di nuovi visitatori dal giorno dell'apertura al pubblico e nuove fasce di utenza: ai primi early adopter si sarebbero aggiunti i “single, divorziati o vedovi residenti in aree urbane” e un certo numero di appartenenti alla classe media ispanica degli Usa.

Non è chiaro però, quanti di questi nuovi iscritti siano effettivamente utenti attivi. Il portavoce di Hitwise ha indicato che la popolarità di altre funzioni di Google - Gmail, YouTube e, naturalmente, ricerca - dovrebbe spingere più persone a utilizzare il sito. Nell'interesse dell'utenza potrebbero giocare un ruolo anche le nuove forme di utilizzo della funzione Hangouts proposte da Google+ e la preoccupazione per alcune modifiche introdotte di recente da Facebook, che potrebbero aver indotto gli utenti più sensibili alla propria privacy a migrare su una piattaforma apparentemente meno invasiva.

Fonte: Reuters
Via: La Stampa

Doodle per Google l'Italia tra 150 anni: vince una scuola elementare


Un nuovo logo è spuntato oggi sulla home page di Google. E' il doodle Avanti con energia!, creato dalla scuola primaria Borgo Rosselli di Porto San Giorgio in provincia di Fermo a essersi aggiudicato il primo posto al concorso Doodle per Google: l'Italia tra 150 anni.  Scorrendo il mouse sul nuovo Doodle si legge “Vincitore di Doodle per Google: l'Italia tra 150 anni, Scuola Primaria Borgo Rosselli” mentre cliccando su di esso si ottengono i risultati della chiave di ricerca Doodle 4 Google l'Italia tra 150 anni. L'ispirazione del logo è un'Italia all'insegna della eco-sostenibilità, capace di valorizzare e di fare tesoro delle fonti di energia pulite e rinnovabili, che mette al bando sprechi e forme di inquinamento, per riconquistare quanto di più bello caratterizza il proprio paesaggio. L'iniziativa ha coinvolto studenti delle scuole primarie e secondarie di primo e secondo grado per reinventare il logo del motore di ricerca, prendendo spunto dall'Unità d'Italia. La competizione artistica ha stuzzicato creatività e tecnologia, facendo dell'immaginazione una possibile chiave di lettura del futuro della Nazione. Quindicimila partecipanti al concorso, per un totale di 5mila opere inviate, 30 finalisti selezionati, 165mila voti espressi sul sito del concorso tre vincitori di categoria e uno assoluto, decretato oggi nel corso della premiazione che si è tenuta al Maxxi, museo di arte contemporanea di Roma. Google ha puntato alla valorizzazione del passato per immaginare il futuro attraverso le nuove tecnologie e l'iniziativa si inserisce nelle celebrazioni per i 150 anni dell'Unità d'Italia. I loghi finalisti sono stati selezionati da una giuria composta da Lorenzo Jovanotti, Dario Vergassola, Giovanni Minoli, Anna Mattirolo, direttrice del Maxxi Arte di Roma, e da un rappresentante del Ministero per l'Istruzione, l'Università e la Ricerca.

Via: Adnkronos

Disponibile il nuovo Firefox 7, più velocità e minor consumo di Ram


Mozilla ha rilasciato ufficialmente Forefox 7 per Windows, Mac e Linux. Mozilla Firefox, disponibile ora in più di 70 lingue, fornisce una veloce esperienza di navigazione web per gli utenti e nuovi strumenti per aiutare gli sviluppatori a creare velocemente siti e applicazioni web. 

"Firefox gestisce la memoria in modo più efficiente per offrire una agile esperienza di navigazione Web. Gli utenti noteranno in Firefox più velocità ad aprire nuove schede, cliccando sulle voci di menu e i pulsanti sui siti web. Gli utenti di Internet potranno godere di prestazioni migliori quando molte schede sono aperte e durante le lunghe sessioni di Web browsing. I nuovi strumenti in Firefox rendono più facile agli sviluppatori la creazione di esperienze Web scattanti per gli utenti. Una nuova versione di Canvas accelera le animazioni in HTML 5 e i giochi in Firefox. Questo permette agli sviluppatori di creare esperienze Web più interessanti e interattivi come Angry Birds o Runfield", scrive Mozilla sul suo blog. 

Firefox 7 supporta la navigazione W3C e specifiche API Navigation Timing Specs per gli sviluppatori, in grado di misurare il tempo di caricamento della pagina e navigazione del sito contro la velocità di banda, traffico del sito web e altri fattori. Questa API consente agli sviluppatori di testare le esperienze degli utenti in remoto, in modo semplice e veloce, in modo da ottimizzare i siti web e applicazioni web per diversi tipi di utenti. Ma la vera grande novità di Firefox 7 sta nei consumi di Ram che crollano anche del 20-50 per cento. 

Per contribuire a migliorare le future versioni di Firefox, gli utenti possono optare per la Telemetria. La telemetria è uno strumento costruito sui principi della privacy di Mozilla che consente di fornire alla società dati anonimi sulle prestazioni del browser degli utenti in modo privato e sicuro. Il gestore dei componenti aggiuntivi è stato rinnovato per cercare e installare i componenti aggiuntivi direttamente all'interno di Firefox. Firefox supporta i formati di font aperti come WOFF, TrueType e OpenType. L'aggiornamento a Firefox 7 può essere effettuato dall'interno del browser o dalla pagina ufficiale di download.

Facebook segue gli utenti disconnessi, Epic chiede indagine alla Ftc


L'Electronic Privacy Information Center (Epic) di Washington ha chiesto alla Federal Trade Commission (Ftc), di indagare su ciò che definisce "il tracking segreto", che durerebbe da più di un anno e che Facebook avrebbe corretto solo parzialmente dopo essere stata oggetto di pesanti critiche. Pratica che potrebbe costituire "condotta scorretta o ingannevole" secondo l'associazione e quindi essere oggetto di sanzione da parte della Ftc.

"Alla luce delle recenti modifiche annunciate da Facebook che impattano la privacy di quasi duecento milioni di utenti di Facebook negli Stati Uniti, vorremmo portare la vostra l'attenzione alla privacy e ai nuovi rischi per la sicurezza dei consumatori americani, l'uso segreto degli identificatori persistenti ("cookies") per monitorare l'attività Internet degli utenti anche dopo la disconnessione da Facebook è il fallimento della società in merito alle campagne sugli impegni per proteggere la privacy dei suoi utenti. Il monitoraggio di Facebook delle attività Internet dopo il log-out", si legge nella lettera, "viola infatti sia le ragionevoli aspettative dei consumatori che la tutela della loro privacy.

Anche se Facebook ha parzialmente risolto il problema causato dai suoi cookie traccianti, l'azienda pone ancora gli identificatori persistenti sui browser degli utenti che raccolgono dopo il log-out e i dati potrebbero essere utilizzati per identificare gli utenti". Il gruppo chiederà anche all'agenzia di esaminare la possibilità che le innovazioni introdotte da Facebook nei profili degli utenti, come Ticker e Timeline, creino nuovi rischi per la privacy combinando le informazioni biografiche degli utenti. Facebook respinge le accuse.

"Non c'è stata nessuna violazione della sicurezza o della privacy", ha detto un portavoce della società, Andrew Noyes, "Facebook non ha né archiviato né usato dati che non avrebbe dovuto usare". Secondo Jeffrey Chester, direttore del Center for Digital Democracy e coautore della lettera alla Ftc, "I nuovi cambiamenti sono pensati per pompare tanti dollari di pubblicità prima dello sbarco in borsa di Facebook", attualmente previsto per il 2012. Il documento dell'Electronic Privacy Information Center Epic è disponibile in formato pdf a questa pagina.

Via: America24

giovedì 29 settembre 2011

La Bbc festeggia il compleanno di Berlusconi con un quiz sul sito


Con un quiz la BBC ha deciso di fare un regalo a Berlusconi che oggi compie 75 anni (15 in più di Bersani, nato nello stesso giorno). La Tv di stato britannica rivolge oggi sul suo sito internet dieci domande ai suoi lettori: tutte incentrate sulla vita, le passioni, le vicende personali e lavorative del premier. Compreso, ovviamente, il gossip. Si passa dall'immancabile domanda sul capo di stato 'parente' di Ruby a quella sulla lettera inviata a Repubblica dall'ex moglie del premier; dalla passione per il Milan a quella giovanile per il contrabbasso; dalle reti di famiglia alla proprietà del Giornale da parte del fratello Paolo. Alla fine del quiz, a risposta multipla, c'è anche un punteggio: chi sarà stato più bravo otterrà lo score di 'magnifico'. Giocando al quiz si ottiene un punteggio, traducibile in un giudizio finale sulla conoscenza del presidente del Consiglio e delle sue gaffes: "magnifico" da 8 a 10 risposte esatte, "bene" da 4 a 7, "miserabile" da 0 a 3. Ci sono anche domande sul patrimonio personale del Premier: quale squadra di calcio possiede, quale tra una rosa di canali tv non è il suo e quale quotidiano è di proprietà del fratello Paolo. L’ironia si fa pungente alla domanda numero 9 in cui si chiede ai lettori quale sia l’unico altro Primo Ministro italiano che stette in auge per circa un ventennio. Garibaldi, Mussolini o Verdi? In Italia, invece, ci si divide tra auguri sentiti e l’ironia tipica della Rete. Sul sito del Pdl vengono pubblicati in tempo reale gli auguri dei sostenitori, ma anche Twitter festeggia il presidente del Consiglio. Anche se sul social network gli “auguri” sono solo metaforici perchè si unisce la celebrazione del settantacinquesimo compleanno alla richiesta di dimissioni. Il profilo Bastacasta invita a invadere Twitter di messaggi con le hashtags #bastacasta, #augurisilvio e #silviodimettiti dalle 18 alle 24.

Via: Il Secolo XIX

Amazon lancia Kindle Fire e Touch, la nuova sfida nel mercato tablet


Amazon ha lanciato Kindle Fire, l'atteso tablet rivale dell’iPad di Apple a "soli" 199 dollari. Il costo iper-competitivo, piu' che dimezzato rispetto ai 499 dollari dell'iPad 2 piu' 'economico', offre meno funzioni: non ha fotocamera o videocamera e la connessione è solo Wi-Fi. In compenso ha dimensioni ridotte che ne facilitano la portabilità e si integra con i servizi del numero uno mondiale delle vendite online. Il lancio dell'ultima creatura della Amazon ha messo in fibrillazione in particolare la Samsung.

Finora l'azienda era considerata la più diretta concorrente dell'azienda di Steve Jobs, che così rischia di perdere la seconda posizione sul mercato. Il fondatore di Amazon ha anche presentato un nuovo modello del classico lettore ebook Kindle - sbaragliando il concorrente Nook di Barnes & Noble - con un taglio del prezzo base a 79 dollari (in precedenza la versione più economica di Kindle costava 114 dollari), e un modello touchscreen in bianco e nero, il Kindle Touch, a 99 dollari con connessione wi-fi e 149 dollari con connessione 3G.

Il tablet Fire assomiglia al Blackberry Playbook e utilizza una versione modificata di Android. Lo schermo, a colori, è da 7 pollici: più piccolo dei 9 pollici dell’iPad, con una risoluzione di 169 pixel per pollice e 16 milioni di colori. Per quanto riguarda la batteria, la società assicura fino a 8 ore di autonomia in lettura continua oppure fino a 7,5 ore in riproduzione video. La memoria interna, di 8 gigabyte, permette di conservare circa 80 applicazioni. Il processore è un dualcore e dovrebbe essere di 1,2 Ghz.

La navigazione, attraverso il nuovo browser Silk, è più fluida e veloce perché parte dell'elaborazione dei dati viene svolta dal cloud computing di Amazon, alleggerendo il lavoro del processore interno. Il nuovo modello del Kindle ebook è disponibile da subito in tutto il mondo, mentre quello Touch e il tablet "Fire" saranno disponibili rispettivamente a partire dal 21 e dal 15 novembre sul mercato Usa, dove le prevendite sono già cominciate martedì, ma non è ancora stata comunicata una data per la vendita negli altri Paesi.



Via: La Stampa

Amazon presenta Silk, il nuovo browser per tablet basato sul cloud


Amazon ha creato in Silk, un browser basato su WebKit con SPDY per mantenere una singola connessione con i servizi ospitati su AWS in cui le pagine web sono precaricate e pronte ad essere spinte nel dispositivo. L'effetto: una navigazione più veloce, meno consumo di energia del dispositivo e una maggiore sicurezza. Silk ha un diverso approccio alla navigazione, l'esecuzione dei sottosistemi browser - Networking, HTML, CSS, Rendering, è ripartito tra la tavoletta e il cloud, il browser decide dinamicamente cosa eseguire su AWS e ciò che resta da eseguire a livello locale.

AWS è vista come una cache illimitata per memorizzare le immagini, i file JavaScript e CSS delle pagine che gli utenti vanno a caricare con Silk, così "non ci vuole un singolo byte di archiviazione sul dispositivo reale", secondo Jon Jenkins, direttore di sviluppo software, Amazon Seta. Che ha un impatto positivo sugli 8GB di memoria interna del piccolo Kindle Fire. I servizi AWS che alimentano le pagine di Silk preparano il contenuto prima di essere consegnate.

Per esempio, le immagini vengono automaticamente tagliate fino ad una risoluzione corrispondente sullo schermo dove vengono visualizzate, rendendole di dimensioni più ridotte per una più rapida consegna e caricamento. Il browser mantiene una singola connessione aperta ai server di Amazon, pronti a chiedere più contenuti in caso di necessità. Inoltre, Silk non ha bisogno di attendere per ottenere l'intera pagina HTML in modo da conoscere quali altri contenuti, perché i server hanno le pagine di richiesta indicizzate, sapendo quali contenuti devono essere consegnato insieme al codice HTML.

Silk può anche eseguire il codice JavaScript su AWS e compilarlo per ARM, secondo ArsTechnica. E decide quando caricare le pagine web standard o cellulare in base alle preferenze dell'utente. Amazon non ha dettagliato altri aspetti tecnici del browser, ma le sue opportunità di lavoro suggeriscono che Silk è basato sul motore di rendering WebKit e fa grande uso di SPDY , il protocollo di Google che gira su SSL e ha lo scopo di ridurre la latenza introdotta da HTTP.



Fonte: Infoq

iCADMac, il nuovo CAD DWG nativo per Mac OS X al SAIE 2011


iCADMac, il nuovo CAD DWG nativo per Mac OS X, verrà dimostrato al SAIE di Bologna dal 5 al 8 ottobre 2011, presso il padiglione 33 - stand E42-F39. Compatibile con tutti gli Apple Mac con base Intel (Apple® Mac® Pro MacBook® Pro; iMac®; Mac® mini; MacBook Air®; MacBook®), iCADMac rappresenta la soluzione ideale per coloro che desiderano abbandonare completamente il mondo PC ma sono stati fino ad ora frenati dalla necessità di lavorare su file DWG. 

iCADMac è la nuova proposta per tutti gli utenti che lavorano con Mac e sono alla ricerca di un CAD alternativo. Architetti, ingegneri e disegnatori che generalmente utilizzano un Mac saranno impressionati dalla prova di iCADMac grazie alla combinazione di ottime prestazioni e prezzo contenuto. iCADMac va ben al di là della semplice compatibilità con il formato DWG, presentando innumerevoli funzionalità aggiuntive come la gestione delle immagini raster, la costruzione e modifica di tabelle, Express Tool Layer e modellazione 3D, conversione diretta da PDF a DWG. 

Nella nuova versione è stato inoltre sostituito il modulo ALE con il nuovissimo gestore dei blocchi iCADLib che consente un lavoro intuitivo, preciso e immediato durante la creazione, il salvataggio e l’inserimento di blocchi nei disegni. iCADLib contiene oltre 20.000 blocchi 2D/3D predefiniti per vari settori, tra i quali edilizia, architettonico, meccanico, elettrico, elettronico e altri. Per tutta la durata dell’evento, presso il Padiglione 33 - Stand E42-F39, i tecnici di progeSOFT saranno a disposizione degli utenti per mostrare le potenzialità dei nuovi software. 

“iCADMac è l’alternativa giusta per tutti gli utenti che hanno necessità di progettare e scambiare disegni in formato DWG o DXF con i propri colleghi e collaboratori che usano AutoCAD®, progeCAD o un qualunque CAD “, ha dichiarato Dino Spatafora Dir. Comm. Italia, “e sopratutto vogliono farlo con il il loro MAC”. È possibile contattare progeSOFT attraverso i siti www.progesoft.com e www.icadmac.com

Foto: iCADMac

Facebook: non più a caccia di amici, teenager in cerca di se stessi


Non più solo a caccia di amici, incollati per ore alla tastiera con grande allarme di mamma e papà. Oggi gli adolescenti su Facebook cercano se stessi. Lo rivela uno studio condotto dai ricercatori della Tel Aviv University, pubblicato sul Journal of Adolescence, che dunque in parte tranquillizza i genitori incapaci di 'staccare' i figli da Twitter, YouTube e Facebook e sempre più allarmati per le insidie celate dal web. Il team di Moshe Israelashvili ha analizzato 278 studenti, maschi e femmine, appartenenti a scuole di tutto il Paese, alle prese con i social network. Scoprendo così che molti adolescenti usano Internet come un mezzo per esplorare questioni relative alla propria identità, alla personalità, al modo per costruire con successo il proprio futuro. E questo proprio grazie alle informazioni trovate sul web. Anche per questo motivo l'esperto incoraggia genitori e insegnanti a "non diffidare troppo dai social network". L'impegno online non è tutto uguale. In certi casi il tempo passato in Rete è utile agli adolescenti. "L'uso di Facebook non può essere inserito nella stessa categoria del gioco d'azzardo o degli Internet game". Di conseguenza, i ricercatori dovrebbero ridefinire le caratteristiche della "dipendenza da Internet" negli adolescenti. I ricercatori, intervistando i ragazzi, hanno però scoperto anche una correlazione negativa tra l'uso eccessivo di Internet e la chiarezza nella percezione di sé. Dunque secondo gli studiosi non si può fare di tutta l'erba un fascio: un certo tipo di utilizzo è distruttivo e isola, mentre un altro ha l'effetto opposto. In pratica, è istruttivo: aiuta a socializzare e a costruire la propria identità rispetto agli altri. Oggi si tende a definire affetto da Internet-dipendenza una persona che "passa più di 38 ore sul web ogni settimana. Ma è la qualità, non la quantità che conta", sostiene Israelashvili. I ricercatori, infatti, hanno visto che molti dei ragazzi coinvolti nella ricerca rientravano nello standard della 'dipendenza da Internet', ma in realtà usavano la Rete come strumento per la scoperta di sé.

Fonte: Adnkronos Salute
Via: Libero News

IAB Forum 2011, eCircle lancia nuove integrazioni di eC-messenger


eCircle, azienda Europea leader nel settore dell’email e social media marketing, anche quest’anno partecipa in qualità di sponsor alla nona edizione di IAB Forum Milano, l’irrinunciabile appuntamento annuale sulla comunicazione digitale e interattiva in programma il 12 e 13 ottobre prossimi presso il MiCo Gate 14-15. L’azienda, che sarà presente con uno stand completamente rinnovato (Stand G6 – Livello 1), annuncia in anteprima le novità che verranno presentate all’appuntamento più atteso dell’anno.

Arriva domani iPad2 Wi Fi nei negozi Vodafone con offerte dedicate


Vodafone annuncia che, a partire da domani, 30 settembre, distribuira’ iPad 2 Wi-Fi + 3G. Il gruppo mettera’ a disposizione tutti i modelli di iPad 2 Wi-Fi + 3G a un prezzo competitivo, con piani tariffari sia in abbonamento che ricaricabili. iPad 2 e’ la seconda generazione del nuovo rivoluzionario dispositivo di Apple, con un design completamente nuovo, del 33% piu’ sottile e fino al 15% piu’ leggero rispetto all’iPad originale, mantenendo comunque lo stesso schermo retroilluminato LED da 9,7″ LCD. iPad 2 e’ dotato del nuovo processore Apple A5 dual-core, con performance veloci ed una grafica magnifica. La nuova versione ha due telecamere, una frontale VGA per FaceTime e Photo Booth, ed una posteriore che consente di registrare a 720p HD, offrendo per la prima volta agli utenti iPad un’innovativa caratteristica FaceTime. Anche se e’ piu’ sottile, piu’ leggero, piu’ veloce e pieno di nuove caratteristiche, iPad 2 ha una batteria con un’autonomia fino a 10 ore. “L’accordo con Apple conferma il nostro forte posizionamento sul mercato dei tablet e della banda larga mobile - afferma Roberto Larocca, direttore Consumer Division di Vodafone Italia -. Siamo pronti ad offrire ai nostri clienti i migliori prodotti sul mercato con internet incluso e tutta la qualita’ della rete e del servizio Vodafone. E per proporre sempre qualcosa in piu’, regaliamo tutte le partite del campionato di calcio in diretta video hd con iPad 2″. A partire da domani i clienti potranno acquistare iPad 2 Wi-Fi + 3G nei Vodafone One, all’interno dello shop online e nei canali di vendita Business. Vodafone ha riservato una promozione speciale per tutti i clienti che sceglieranno iPad 2 in abbonamento con internet incluso: la possibilità di guardare gratuitamente sul proprio iPad 2 le partite del campionato di calcio 2011/12 in diretta video HD.Ulteriori dettagli su tariffe e disponibilita’ sono reperibili sul sito http://ipad.vodafone.it/. Per maggiori informazioni su iPad, visitare il sito www.apple.com/ipad.

Fonte: ANSA
Via: Primaonline

Dal 1° ottobre si potranno presentare domande visite mediche online


Rendere la previdenza sociale a portata di clic. Questo lo scopo del processo di telematizzazione che sta interessando le prestazioni e i servizi dell’Inps. A partire dal prossimo primo ottobre, nuovi servizi saranno coinvolti nel processo di telematizzazione che si concludera' a meta' del prossimo anno, quando tutte le domande di prestazioni e servizi saranno disponibili online. Lo comunica, in una nota, l'Inps spiegando che dal primo ottobre potranno essere presentate online le seguenti domande: visite mediche di controllo da parte dei datori di lavoro, per cui inizia il periodo transitorio che terminera' il 30 novembre (circolare n. 118 del 12 settembre 2011); assegni familiari per i coltivatori diretti, mezzadri e coloni, per i quali inizia il periodo transitorio che terminera' il 30 novembre (circolare n. 121 del 16 settembre 2011); autorizzazione ai versamenti volontari per il Fondo di previdenza per il personale dipendente delle aziende private del gas, il Fondo speciale per il personale dipendente dalla Ferrovie dello Stato S.p.a. e l'Istituto Postelegrafonici (IPOST), per cui inizia il periodo transitorio, che terminera' il 31 dicembre (circolale n. 111 del 30 agosto 2011). Il processo di digitalizzazione delle domande di prestazione - spiega l'istituto - avviene con gradualita' per ciascun servizio, assicurando un periodo transitorio durante il quale le consuete modalita' di presentazione continuano comunque ad essere in vigore. Terminato il periodo transitorio, le domande non possono piu' essere presentate in modalita' cartacea, ma solo attraverso uno dei seguenti canali: Web - avvalendosi dei servizi telematici accessibili direttamente dal cittadino tramite PIN attraverso il portale dell'Istituto, www.inps.it; telefono - contattando il contact center integrato, al numero verde 803164; patronati e tutti gli intermediari dell'Istituto - usufruendo dei servizi telematici offerti dagli stessi.

Fonte: ASCA

mercoledì 28 settembre 2011

Creato software che prevede eventi futuri come rivoluzioni di massa


Dall'esame delle notizie che compaiono sulla stampa e su internet è possibile prevedere eventi di massa, come le rivoluzioni. Questo grazie a un software che, analizzando le notizie degli ultimi 30 anni, ha messo in evidenza "picchi" in concomitanza con le recenti rivoluzioni in Egitto e in Libia. Il software è stato anche in grado di individuare la posizione di Osama Bin Laden. Sviluppato da Kalev Leetaru dell'Institute for Computing in the Humanities, Arts and Social Science dell'Università dell'Illinois, il software è il primo del genere rivelatosi in grado di dimostrare che la copertura delle notizie può essere usata per predire eventi futuri. Lo fa passando al vaglio le notizie contenute nei database di informazioni globali, per un totale di circa 100 milioni di articoli. Per mettere insieme tutti gli eventi intrecciati fra loro, per un totale di centomila miliardi di relazioni, è stato necessario utilizzare un supercomputer SGI Altix Nautilus capace di una potenza totale di elaborazione di 8,2 teraflop. Per estrarre informazioni pertinenti dalla mole di notizie, sono state impiegate due tecniche differenti.


La prima consiste nella conta del numero di parole classificabili come 'positive' (come 'buono', 'bello') o 'negative' ('orribile', 'terribile', e così via), il che rileva il sentimento generale: quando le parole negative aumentano rapidamente di numero, significa che il pubblico è sempre più scontento. La seconda tecnica, chiamat "full-text geocoding", applica il sistema alle diverse aree geografiche. In Egitto, ad esempio, sono state monitorate le notizie a partire dal 1979 e - ha sottolineato Leetaru - un picco simile di negatività nel tono delle notizie riscontrato tra il 1° e il 24 gennaio 2011 si era avuto solo altre due volte negli ultime 30 anni. Il software ha analizzato anche i documenti contenenti le parole "Bin Laden" tra il 1979 e il 2011 e ha mappato i luoghi associati a questi documenti. Solo il 28 per cento delle notizie lo dava in Afghanistan, mentre oltre la metà sostenevano si trovasse in Pakistan, dove effettivamente il capo di al Qaida si era nascosto. Il software è ben lungi dal saper predire il futuro e questo lo ammette anche Leetaru, ma con esso sarà più  facile individuare segni precursori, tentando di prevenire le eventuali rivoluzioni di massa.

Via: TmNews

Let’s Talk iPhone: Apple presenterà iPhone 5 al keynote il 4 ottobre


"Let's talk iPhone" è l'invito che Apple ha mandato per l'evento del 4 ottobre e conferma le indiscrezioni secondo cui il colosso di Cupertino presenterà in quell'occasione l'ultima versione dell'iPhone. L'appuntamento e' dunque a Cupertino, in California, alle 10 (le 19 in Italia). "L’iPhone 5 potrebbe vantare sufficienti miglioramenti tecnici da guidare un altro ciclo di forte vendita" è quanto afferma l’analista di UBS Maynard Um in una nota ufficiale poco dopo la notizia dell’invito per la stampa. 

Ha aggiunto anche che a suo parere il tempo prolungato per il lancio - 16 mesi invece dei consueti 12 - è una strategia per incrementare l’aspettativa e dunque la domanda. Come in passato Apple ha mantenuto il più stretto riserbo sul nuovo smartphone e questo ha dato adito ad una serie di speculazioni sulle sue caratteristiche: oltre ad essere più sottile e leggero, si parla di dual-core Apple A5 e videocamera a 8 MP. Secondo alcune voci potrebbe essere presentata anche la nuova applicazione Facebook per iPad. 

Oltre all'iPhone debuttera' ufficialmente anche il nuovo amministratore delegato Tim Cook, che ha preso il posto di Steve Jobs ad agosto: si parla di un grande evento durante il quale potrebbero essere presentati, oltre all'iPhone 5, anche un nuovo iPod Touch (bianco e forse in grado di collegarsi a reti 3g), e una nuova versione, a basso prezzo dell'iPhone 4. In piu' ci sara' il via ufficiale della nuvola di iCloud e del nuovo sistema operativo per piattaforme mobili, iOs 5. 

"iCloud è ben più di un disco rigido fra le nuvole. È la semplice soluzione al problema di come accedere a tutto quello che hai, da tutti i tuoi dispositivi. iCloud archivia i tuoi contenuti, così li hai sempre a portata di mano sul tuo iPad, iPhone, iPod touch, Mac o PC. Ti dà accesso immediato alla tua musica, alle tue app, alle tue ultime foto, messaggi e-mail, e tanto altro. Non devi sincronizzare i contenuti. Non devi gestirli. Ovvero: non devi fare nulla, perché fa tutto iCloud" si legge sul sito iCloud.


Fonti: Corriere della Sera | Ninjamarketing
Foto: Loopinsight

MacWorld arriva in Cina: è record di visitatori per la prima edizione


Più di 200 mila visitatori in quattro giorni per la prima edizione asiatica di Macworld Expo, la fiera mondiale di prodotti Apple che si è tenuta a Pechino dal 22 al 25 settembre e ribattezzata "la Mecca per gli utenti Mac". I quattro giorni della manifestazione sono stati guidati e supportati dal Governo del Popolo della Municipalità di Pechino e dal Pechino Investment Promotion Bureau, con la produzione dell'IDG World Expo Cina. Macworld Asia 2011 ha offerto la possibilità per le persone del settore e ai professionisti IT di prendere parte non solo nei discorsi Keynote e nelle tavole rotonde, ma anche nei convegni Mac IT, simposi e seminari di mercato in cui altri relatori presenti hanno potuto condividere e mostrare le loro realizzazioni e conoscere le ultime tendenze del settore. Il dato diffuso dagli organizzatori dell'International Data Group (IDG), riflette la crescente attenzione al mercato cinese sia sul fronte hardware (con un numero di utenti di telefonia mobile che ha superato i 940 milioni di unità, di cui 94 milioni di clienti 3G) che software. Non a caso, uno dei protagonisti di questa edizione di MacWorld è stata la societa' cinese Studio Rye, che sviluppa popolari applicazioni per iPhone e iPad per l'educazione dei bambini. Dalla kermesse cinese e' emerso come l'Internet mobile stia rivoluzionando i tradizionali settori dell'IT, facendo salire la domanda di contenuti e applicazioni. Secondo Craig Davis, direttore marketing per l'Asia Pacifico di Western Digital, "la Cina e' un mercato emergente dove l'azienda punta a introdurre le ultime tecnologie prima dei mercati occidentali". Il risultato del MacWorld di Pechino - per il quale nell'edizione 2012 già è stato opzionato un spazio espositivo doppio - riflette l'andamento di Apple sui mercati di Cina, Hong Kong e Taiwan, che nel secondo trimestre 2011 ha toccato vendite per 3,8 miliardi di dollari, sei volte superiori allo stesso periodo dello scorso anno.

Fonte: Adnkronos
Via: Macworldexpo
Foto: Macworld Asia

martedì 27 settembre 2011

Intercettazioni, cresce la protesta contro la legge ammazza blog


Giovedi' 29 settembre in piazza del Pantheon a Roma alla manifestazione del 'Comitato per la liberta' e il diritto all'informazione, alla cultura e allo spettacolo' contro le iniziative del governo per "imbavagliare l'informazione con la legge sulle intercettazioni", interverranno anche blogger e internauti per scongiurare le norme cosiddette "ammazza blog". Il comma 29 dell'art. 3 del ddl intercettazioni su cui l'esecutivo sembra pronto a porre la fiducia prevede infatti che "per i siti informatici, ivi compresi i giornali quotidiani e periodici diffusi per via telematica, le dichiarazioni o le rettifiche sono pubblicate, entro 48 ore dalla richiesta, con le stesse caratteristiche grafiche, la stessa metodologia di accesso al sito e la stessa visibilita' della notizia cui si riferiscono". La mancata rettifica nei termini comporterebbe per il blogger una sanzione pecuniaria sino a 12 mila euro. Il movimento hacker si e' gia' messo in moto e sta pianificando interventi dimostrativi online, cavalcando anche l'entusiasmo del boom elettorale del partito dei pirati tedesco durante le elezioni del parlamento federale berlinese, dove ha ottenuto 15 seggi su 141, con l'8,9% dei voti. Anche la gente comune si sta organizzando, tanto che nelle ultime ore il numero di chi ha assicurato la sua partecipazione alla manifestazione del 15 ottobre, a Roma, indetta dagli 'indignati' e' salito vertiginosamente e ha superato quota 14mila. Su Twitter e' un susseguirsi di cinguettii che cercano di pubblicizzare la notizia e di suscitare una reazione positiva contraria alle indicazioni governativa: "no al bavaglio al web" e' il grido del social network. Ma e' soprattutto nelle chat-room private che si stanno gia' valutando quale sia il modo migliore per mettere in pratica un "gesto di protesta che metta in ginocchio chi di censura vuole ferire".

Fonte: Rainews24

Giochi: dettagli svelati di gameplay Marvel Super Hero Squad Online


Mondi interattivi, quartier generale personalizzabile, duelli strategici e tantissime missioni all’insegna dell’azione: ProSiebenSat.1 Digital ha rilasciato le prime informazioni sul gameplay del browser MMOG free-to-play 'Marvel Super Hero Squad Online'. Il gioco sarà disponibile sui portali di giochi di ProSiebenSat.1 nel quarto trimestre del 2011. La modalità a missioni promette tantissima azione cooperativa e coinvolgerà fino a quattro giocatori che possono unirsi per combattere insieme i supercattivi, come Doctor Doom o Magneto. Ma anche i singoli giocatori possono affrontare la sfida da soli. Inoltre, ogni giorno, casualmente, sarà proposta una missione speciale. Il semplice sistema di controllo del titolo è l’ideale per i principianti degli MMO. Oltre a un attacco combo, ogni supereroe dispone di ulteriori sei potenti attacchi, unici per ciascun personaggio, che i giocatori sbloccheranno di volta in volta, durante le varie fasi del gioco, come ricompensa. Se eseguono un certo numero di attacchi, in grado di riempire l’apposita barra, i personaggi ottengono un’opzione ancora più potente, che può danneggiare molti avversari contemporaneamente.



I duelli con le card collezionabili sono dedicati alla strategia. Il giusto mix delle card nel deck è ciò che conta nelle sfide PvP o PvE. La velocità di Spider-Man, combinata con la forza dell’Incredibile Hulk, farà tremare i nemici. Le numerose combinazioni e possibilità di card del singolo Super Hero offrono continui stimoli ai giocatori, perché il gioco si basa sul principio 'Veloce da imparare, una vita per dominarlo'. I giocatori possono acquistare le card nel negozio del gioco, guadagnarsele completando le quest, o vincerle alla 'Ruota dei Premi'. I giocatori possono socializzare nelle aree del mondo del gioco come The Daily Bugle. Qui, gli utenti possono chattare, giocare numerosi mini-game o invitare gli amici a partecipare a un Card Game o a missioni di gruppo. Dopo aver portato a termine con successo le missioni, i giocatori riceveranno dei ticket da utilizzare nella Ruota dei Premi per vincere monete virtuali o item, tra cui l’equipaggiamento per il proprio quartier generale. Tutti i giocatori hanno il proprio quartier generale a bordo della S.H.I.E.L.D Helicarrier, che possono ampliare fino a un massimo di 13 differenti stanze, da arredare, decorare ed equipaggiare con una varietà di accessori interattivi.

Via: IGN

Violavano i codici Mediaset, Sky e Nagravision: 39 persone indagate


Trentanove persone sono indagate per truffa informatica e violazione della normativa del diritto d'autore, a seguito di un'operazione di contrasto alla pirateria informatica ai danni soprattutto di Mediaset e Sky e Nagravision, fornitore dei sistemi di sicurezza Mediaset, eseguita dalla Polizia delle Comunicazioni. Gli indagati, 28 residenti nel Lazio, 7 in Sicilia, 3 in Piemonte, 1 in Emilia Romagna, sono tutti professionisti, titolari di esercizi commerciali ed aziende, operatori del settore. 

Il sistema di accesso condizionato e' stato negli ultimi tempi oggetto di violazioni attraverso una procedura (denominata comunemente card-sharing) che consente la condivisione illecita tra piu' soggetti del segnale legittimamente destinato ad un solo utente che paga il vero corrispettivo al distributore. In particolare, gli indagati avrebbero dunque utilizzato strumentazioni idonee e software, violando i sistemi di decodifica dei prodotti televisivi delle tv a pagamento fra le quali appunto Sky e Mediaset, distribuendo poi attraverso internet, i codici di accesso per la visione abusiva agli utenti della rete interessati al servizio che a loro volta, pagavano cifre piu'basse rispetto al canone legittimo ma direttamente ai truffatori. 

Esistono in Rete numerosi siti che pubblicizzano infatti la fornitura a pagamento di servizi di card-sharing, rendendo abusivamente fruibili ai propri clienti contenuti audiovisivi ad accesso limitato. In particolare, i gestori di questi spazi web offrono veri e propri pacchetti di "abbonamento parallelo" ai segnali televisivi a pagamento, commercializzando software appositamente configurati per ricevere dal server "pirata" le chiavi di decriptazione. In alcuni casi, in alternativa al solo software, vengono venduti decoder gia' configurati per consentire la visione dei programmi ad accesso condizionato (in particolare eventi sportivi, reality show, cinema in HD) per un periodo temporale predefinito e variabile. 

Le perquisizioni della Polizia hanno consentito di sequestrare materiale informatico e cartaceo, che ha fornito importanti riscontri alle ipotesi di reato consentendo di ricostruire i tasselli di un sistema piramidale con ramificazioni internazionali, in particolare in Svizzera e Germania. L'indagine si colloca come la prima risposta delle forze dell'ordine ad un fenomeno delittuoso ancora in fase di evoluzione, e come segnale di allerta per la collettivita'.

Fonte: AGI

Buon compleanno Google, 13 anni protagonista assoluto di Internet


Tanti auguri Google. Il motore di ricerca compie oggi 13 anni e festeggia con un Doodle raffigurante una torta con 13 candeline e davanti ad essa le lettere che compongono Google munite di cappellino da party e pronte a soffiare per spegnerle. Accanto al tavolo tanti regali donati dagli utenti del motore di ricerca. Scorrendo il mouse sul nuovo Doodle si legge “13° compleanno di Google”, mentre cliccando su di esso si ottengono i risultati della ricerca: “Google”.

Era il 27 settembre 1998, dunque, quando Larry Page e Sergey Brin, allora studenti dell’Università di Stanford, dopo aver sviluppato la teoria secondo cui un motore di ricerca basato sull’analisi matematica delle relazioni tra siti web avrebbe prodotto risultati migliori rispetto alle tecniche empiriche usate precedentemente, fondarono la loro azienda.

Come nella miglior tradizione delle Internet company, i due brillanti studenti di Stanford, adesso fra gli uomini più ricchi del pianeta, partirono da un garage al 232 di Santa Margherita Avenue, a Menlo Park, in California. Il motore crebbe in fretta: nel febbraio del 1999 gli angusti spazi di Menlo Park cedettero il passo a favore di un ufficio sulla University Avenue di Palo Alto. Come sicuramente molti sapranno, il nome deriva da un termine matematico, Googol, che definisce un numero rappresentato da 1 e seguito da 100 zeri.

Un concetto che ben riassume la mission del motore di ricerca che organizza, grazie a un algoritmo, il mare di informazioni della rete. Tutto si basava, e si basa tutt’oggi, su un principio: le pagine citate con un maggior numero di link son più importanti e meritevoli delle altre (Teoria delle Reti). Adesso però è arrivato il nuovo algoritmo Google Panda che dovrebbe impattare contro siti di scarsa qualità, con contenuti duplicati o composti da poche righe.

Via: Google

lunedì 26 settembre 2011

Società Usa non vincolate da norme Ue, più regole sulla privacy


“Facebook, Google e Apple”, solo per citare i cosiddetti Over the Top statunitensi, “quando operano in Europa non sono tenuti a rispettare le stringenti regole in tema di rispetto della privacy che invece limitano le aziende del vecchio continente”. Una “asimmetria”, rileva il presidente di Telecom Italia Franco Bernabé al Festival del Diritto di Piacenza, che “penalizza” gli operatori di telecomunicazione europei nei confronti delle aziende internet americane”. “La possibilità offerta dalle nuove tecnologie di raccogliere e archiviare un enorme quantità di informazioni che riguardano gli utenti del web, andrebbe regolata in maniera uniforme tra per tutti gli attori del settore. Ed invece così non è”, avverte Bernabé. Colpa della “direttiva comunitaria sulla privacy del 1995″ che sancisce il cosiddetto principio di stabilimento, secondo il quale la disciplina della privacy comunitaria si applica solo alle imprese che hanno sede e impianti in Europa. La direttiva è in corso di revisione. Bernabé propone comunque tre soluzioni: una via politico-giuridica, una via tecnica ed una via di mercato. Per la prima, “più complessa”, servono “accordi internazionali giuridicamente vincolanti che consentano alle imprese europee di operare sulla base del principio di reciprocità”. La seconda, tecnica, punterebbe “su soluzioni cosiddette di “privacy by design”, come l’introduzione di uno un suffisso per gli indirizzi internet “che identificherebbe i siti che di default non raccolgono alcun tipo di informazione”. Sul mercato, come terza soluzione, si possono adottare misure “che aumentano la concorrenza e la trasparenza dei soggetti che operano in Internet e che mettono l’utente nelle condizioni di auto tutelarsi dall’invadenza dei social network”.

Fonte: ANSA
Via: Primaonline

Nasce cancerHub: il social network per pazienti, medici e ricercatori


Al 36° Congresso della Società europea di oncologia medica (ESMO), in corso a Stoccolma, è stato presentato il primo social media dedicato ai tumori. Si tratta d'un un portale edito dai responsabile del giornale online eCancer, gestito da un staff di medici ed esperti di comunicazione e frutto di due anni di ricerca del progetto "Eurocancercoms", finanziato dalla Commissione europea, partenariato tra i maggiori centri di ricerca europei sul cancro, guidati dall’Istituto europeo di oncologia che ha sede a Milano. Battezzato ecancerHub (http://www.ecancerhub.eu/), il nuovo spazio web è una piattaforma ad accesso gratuito che offre servizi e informazioni aggiornate ed esclusive a ricercatori, medici e malati. 

In pratica, spiega Gordon McVie, managing editor di ecancerHub, "è uno spazio che garantisce servizi importanti e innovativi, ma anche informazioni da fonti certificate. I pazienti possono trovare l'ospedale specializzato più vicino a casa, o il centro di ricerca specifico per la propria malattia sul territorio. Un motore di ricerca ad hoc filtra le notizie garantendone la fonte. Inoltre i ricercatori possono mettere in comune dati e studi, immagini, video e documenti. 

Il tutto sapendo di poter contare sul rispetto della privacy. I nostri contenuti sono tutti corretti e validati, e soprattutto affidabili". Secondo i numeri illustrati al 36° Congresso della Società europea di oncologia medica, con quasi 600 nuovi casi e 125 morti al mese in Italia (ovvero 1.500 decessi e 7.000 nuove diagnosi l'anno) il melanoma è il tumore che, quanto a incidenza, è più cresciuto negli uomini, piazzandosi al secondo posto nelle donne. L'impennata di diagnosi negli ultimi 30 anni ha totalizzato un +237%. E ad essere colpite sono persone sempre più giovani.

Vie: ADNKronos | LEGGO

Antitrust: Schmidt difende Google dall'accusa di abuso dominante


In un'udienza davanti alla commissione Giustizia del Senato, il presidente ed ex amministratore delegato Eric Schmidt ha difeso il comportamento del colosso di Mountain View dalle accuse di abuso di posizione dominante mosse da Yelp e Nextag, rivali dell'azienda nel settore del commercio online. 

Schmidt, ha anche cercato di prendere le distanze da Microsoft, che è stato il bersaglio di un'azione antitrust degli Stati Uniti alla fine del 1990. Durante un'ora e mezza di testimonianza, Schmidt ha sottolineato ripetutamente che gli algoritmi di ricerca di Google sono studiati per restituire i migliori risultati per gli utenti e non danno la preferenza ai propri prodotti o servizi.

"Con i motori di ricerca divenuti sempre più parte integrante del commercio online, Google è diventato ancora più dominante e potente, e sembra che il suo obiettivo aziendale potrebbe essere stato modificato", ha detto il presidente della commissione Giustizia Herb Kohl, "le recenti acquisizioni hanno trasformato l'azienda da semplice motore di ricerca a conglomerato internet". 

Secondo gli amministratori delegati di Yelp Jeremy Stoppelman e di Nextag Jeffrey Katz "Google non gioca secondo le regole". Stando alle accuse, nell'espandere le proprie attività il motore di ricerca avrebbe cominciato a favorire i siti del gruppo. Schmidt si è difeso sostenendo che l'obiettivo del motore di ricerca Google rimane quello di orientare gli utenti verso l'informazione più utile. 

Schmidt ha anche detto che l'uso di Google è una scelta per i consumatori e si può sempre andare altrove. "Se non ti piace la risposta che fornisce di ricerca di Google, è possibile passare ad un altro motore con un click, letteralmente," ha detto. Secondo la società di monitoraggio comScore, Google ha rappresentato il 64,8 % della quota di mercato di ricerca statunitense nel mese di agosto seguito da Yahoo! con il 16,3 % e Microsoft con il 14,7 %.

Via: Tmnews
Foto: AFP

Attacco a Kernerl.org e Linux.com, server ancora in manutenzione


Kernel.org, il sito di distribuzione ufficiale dei sorgenti del kernel Linux, è stato l’obiettivo di un attacco informatico tra il 12 e il 28 di agosto scorso, giorno in cui sono state trovate le prime tracce dell’attacco stesso. Secondo le dichiarazioni ufficiali le repository del kernel non sarebbero state violate. L’incursione ha però avuto come conseguenza la modifica di alcuni file, l’introduzione di alcuni nuovi processi nel file per la gestione degli script all’avvio delle macchine ed il tracciamento dei log di alcuni utenti, mentre altri server sarebbero stati infettati con un malware. La situazione è stata ripristinata modificando le password dei 448 utenti che hanno accesso ai server.


Al momento però il sito risulta ancora in manutenzione. In sostanza degli intrusi hanno avuto accesso con privilegi di root al server come "Hera". Sono stati modificati e mandati in esecuzione file appartenenti a ssh (openssh, openssh-server e openssh-clients). È stato aggiunto un “cavallo di Troia” agli script di avvio del sistema. Il trojan è stato scoperto inizialmente a causa di un messaggio di errore di Xnest, in un sistema in cui Xnest non era installato. È possibile trovare i dettagli nel messaggio inviato da John Hawley, amministratore capo di kernel.org, alla mailing list degli utenti di kernel.org. E dopo l’attacco a Kernel.org, i server di Linux Foundation sono stati attaccati lo scorso 8 settembre.


Quest'ultimo attacco sembrerebbe legato in qualche modo al primo attacco. I motivi di tali azioni rimangono ancora sconosciuti, ma nei fatti questi atti hanno portato Linux Foudation a mettere offline i server di Linux.com, che risulta tutt'ora in manutenzione. Tutti gli utenti di Linux.com e LinuxFoundation.org sono stati invitati a sostituire la propria password utilizzata per effettuare il login perchè in seguito all'attacco pare che il database delle credenziali di accesso sia stato compromesso. Al momento si sta procedendo alla completa reinstallazione dei server utilizzati dalla fondazione e solo quando tale operazione sarà conclusa verranno riattivati i servizi Web.

Microsoft rilascia AutoUpdate 2.3.3 per Office 2011 e 2008 di OS X


Microsoft ha appena rilasciato gli aggiornamenti per Office 2011 e Office 2008, che verranno eseguiti in Mac OS X Lion poiché contengono il codice per i chip Intel. L'aggiornamento risolve problemi di sicurezza critici nel programma che potrebbe consentire a un utente malintenzionato di eseguire codice maligno su un sistema, e fornisce anche una serie di correzioni e miglioramenti ai programmi, tra cui i seguenti:

Office 2011
  • Documenti di Office non si aprono in alcuni browser Web
  • Crash PowerPoint in modo imprevisto quando si usa il Command-Tab
  • Crash Excel quando si passa cartelle di lavoro o durante il salvataggio dei file
  • Citazioni olandesi non appaiono correttamente in Word
  • Immagini di contatto che non vengono mostrate nella casella di ricerca dei contatti di Outlook
  • Calendari condivisi in Outlook hanno ora un'opzione per rimuoverli dalla visualizzazione
  • Outlook ora mostra correttamente lo stato libero / occupato su exchange 2003 mailboxes
  • Le Time Zones sono ora gestite correttamente in Outlook
L'aggiornamento dovrebbe essere disponibile tramite l'utilità Autoupdate di Microsoft. Inoltre, questo aggiornamento blocca la possibilità di importare dati dal programma Mail di Apple durante l'esecuzione in OS X Leone. Per ora Microsoft non ha sviluppato una soluzione a questa incompatibilità, per cui l'opzione più veloce per evitare problemi è quello di disabilitare questa funzione. Microsoft ha promesso aggiornamenti per Office per sfruttare diverse funzionalità nuove come il Lione a tutto schermo e salvataggio automatico, ma questo aggiornamento non contiene queste nuove funzionalità.

Office 2008
  • Risolve un problema con i file di aiuto che non si vedono in alcune lingue
  • Indirizzi gestione delle fasce orarie in Entourage
Per ricevere gli aggiornamenti futuri, è necessario installare questo aggiornamento. L'aggiornamento dovrebbe essere disponibile tramite l'utilità Autoupdate di Microsoft, che può essere eseguita dal menu Aiuto di qualsiasi applicazione di Office, oppure può essere scaricato ed applicato manualmente dai seguenti percorsi:

Panoramica

Si applica a: Office 2011, Office 2011 Home and Business Edition, Word 2011, Excel 2011, PowerPoint 2011, Outlook 2011, Communicator 2011, Office per Mac Standard 2011 Edition, Microsoft Office per Mac Home & Student 2011, Microsoft Office per Mac Academic 2011, Office 2008, Office 2008 Home and Student Edition, Office 2008 Special Media Edition, Word 2008, Excel 2008, PowerPoint 2008, Entourage 2008, Microsoft Expression Media per Mac, Connessione Desktop remoto per Mac 2 e al programma di conversione del formato file XML aperto per Mac.

Requisiti di sistema
  • Sistemi operativi supportati Apple Mac OS X
  • Versioni del sistema operativo per il programma di conversione del formato file XML aperto o Office 2008 per Mac: Mac OS X versione 10.4.9 (Tiger) o versione successiva
  • Versioni del sistema operativo per Office 2011: Mac OS X versione 10.5.8 o versione successiva
Come sempre, assicurarsi di appoggiare appieno il sistema prima di applicare questi aggiornamenti, e quindi verificare i programmi per assicurarsi che funzionino correttamente dopo l'aggiornamento. Se si verifica un problema, allora è possibile ripristinare il sistema per il backup e ritentare l'aggiornamento o affrontare i problemi che portano al problema.

Via: Cnet
Fonte: Microsoft

domenica 25 settembre 2011

Cisco acccelera l'innovazione di data center virtualization con Microsoft


Cisco ha annunciato la sua collaborazione con Microsoft per fornire soluzioni di data center virtualization progettate per offrire una migliore scalabilità e controllo delle operazioni degli ambienti virtuali Microsoft Windows Server “8”. Il Cisco Nexus® 1000V distributed virtual switch e il Cisco Unified Computing System™ con capacità di Virtual Machine Fabric Extender (VM-FEX) opereranno con Windows Server Hyper-V hypervisor per fornire ai clienti funzionalità avanzate di Cisco che saranno costanti in tutte le reti virtuali e fisiche supportando allo stesso tempo i processi esistenti dell’IT management dei clienti. Cisco Nexus 1000V Virtual Switch offre ulteriore visibilità, controllo e flessibilità operativa per ambienti Hyper-V:
  • Il Cisco Nexus 1000V distributed virtual switch, aggiunge l’approvvigionamento dinamico delle risorse e le capacità di gestione di Cisco NX-OS Software a Windows Server Hyper-V, per semplificare le operazioni delle infrastrutture di virtual networking come estensioni delle reti fisiche. Fornisce inoltre: piena visibilità al livello di VM e controlli di sicurezza in ambiente virtualizzato che siano consistenti con le reti fisiche Cisco.
  • Le policy di enforcement di Cisco, il provisioning automatico e le funzionalità diagnostiche sono disponibili grazie a Cisco Nexus 1000V, e supporteranno gli amministratori IT nell’implementare in modo rapido workload virtuali negli ambienti Windows Server Hyper-V e renderli scalabili per grandi data center.
  • Lavorando con gli strumenti di Microsoft System Center Virtual Machine Manager (VMM), Cisco Nexus 1000V aiuterà la rete, la virtualizzazione e gli amministratori dei server ad ottenere efficienza in ambienti collaborativi multi-tenant e virtuali mobili. Inoltre, li aiuta ad ottenere dati accurati in tempo reale per il troubleshooting degli ambienti virtuali.
  • Grazie all’integrazione con il software per la sicurezza di Cisco (Virtual Security Gateway e Virtual ASA), il software di ottimizzazione delle applicazioni (Virtual Wide Area Application Services) e il software di monitoraggio della rete (Network Analysis Module), il Nexus 1000V offre sicurezza diffusa a livello delle macchine virtuali e accelerazione delle applicazioni per gli ambienti multi-tenant, e allo stesso tempo attività di monitoraggio e reporting attivabili VM-to-VM.
Cisco Unified Computing System VM-FEX offre semplicità a livello operativo e performance in ambienti virtualizzati:
  • Cisco UCS™ con le funzionalità VM-FEX, aiuta gli amministratori IT a fornire, configurare, gestire, monitorare e diagnosticare il traffico di rete nelle macchine virtuali all'interno di un'unica infrastruttura unificata che gestisce le risorse di computing, di rete e della virtualizzazione.
  • VM-FEX si avvale anche delle funzionalità Microsoft SR-IOV presenti in Windows Server 8 Hyper-V per avere una performance I/O "bare metal" della macchina virtuale.
  • Con la convergenza delle reti fisiche e virtuali in un'unica infrastruttura virtuale, VM-FEX riduce il numero di punti di gestione che l'amministratore di rete deve monitorare, e offre lo stesso set di funzioni coerente per le infrastrutture virtuali e fisiche. Ciò migliora anche l’ingegneria del traffico, la visibilità e la capacità di risoluzione di problemi per il traffico VM, così gli amministratori IT possono progettare un’infrastruttura di rete virtuale e fisica.
  • Le implementazioni delle applicazioni saranno più veloci rendendo automatica la creazione di una macchina virtuale attraverso configurazioni di rete nel rispetto delle policy che sono supportate da strumenti di virtualizzazione di entrambe le aziende.
 Maggiori informazioni sulle news sono disponibili al link http://newsroom.cisco.com.

PostgreSQL Global Development Group rilascia PostgreSQL 9.1


Il PostgreSQL Global Development Group annuncia il rilascio di PostgreSQL 9.1. Quest'ultima versione del leader dei database open source offre tecnologie innovative, estensibilità senza paragoni e nuove funzionalità come replica sincrona, estensioni, tabelle esterne ("foreign data wrapper"), indici "K-Nearest Neighbor". "PostgreSQL 9.1 fornisce alcune delle più avanzate funzionalità a disposizione di tutti i database open source ed è sostenuto da una comunità attiva e innovativa, con dimostrata esperienza di successo in ambito aziendale. 

PostgreSQL è inoltre ben posizionato per costruire ed eseguire applicazioni nel cloud", afferma Charles Fan (Vice presidente, Dipartimento di Ricerca e sviluppo, VMware). La versione 9.1 introduce molte funzionalità che per anni sono state richieste dagli utenti, rimuovendo diverse barriere nell'adozione di nuove applicazioni o nella migrazione a PostgreSQL. Fra le altre, sono degne di nota:
  • replica sincrona: sicurezza e consistenza dei dati (perdita zero) all'interno di un cluster in alta disponibilità di server PostgreSQL;
  • collation a livello di colonna: definizione delle regole di ordinamento delle stringhe a livello di database, tabella o colonna;
  • tabelle "unlogged": miglioramenti prestazionali per dati volatili (i.e. caching o sessioni web).
"Heroku offre il più grande servizio cloud per PostgreSQL del mondo come 'database-as-a-service'", svela James Lindenbaum, co-fondatore di Heroku. "Il rilascio della replica sincrona dei dati nella 9.1 fornisce ai nostri clienti modalità innovative per la protezione di dati mission-critical. Consacra inoltre PostgreSQL come una delle soluzioni di memorizzazione dati più dinamiche al momento disponibili". La versione 9.1 ne comprende diverse che sono vere e proprie novità nell'industria dei database anche non open source, come:
  • indicizzazione "K-Nearest-Neighbor": indici basati sul concetto di distanza, che permettono interrogazioni più veloci nel campo delle ricerche testuali e geografiche;
  • "Serializable Snapshot Isolation": garanzia di consistenza fra transazioni concorrenti senza necessariamente doverle bloccare, mettendo in pratica il concetto di "true serializability";
  • "Writeable Common Table Expression": esecuzione di complessi aggiornamenti ai dati su più passi, utilizzando una singola query;
  • "Security-Enhanced Postgres": implementa la sicurezza di livello militare e il controllo d'accesso vincolato ("Mandatory Access Control").
"OpenERP si è sempre avvalso delle funzionalità di classe enterprise di PostgreSQL per dotare di una base veloce, affidabile e scalabile le applicazioni che aiutano a gestire le operazioni quotidiane delle aziende nostre clienti. L'integrità dei dati in contesti altamente concorrenti e transazionali è un argomento di importanza critica per noi, e siamo veramente entusiasti della funzionalità 'Serializable Snapshot Isolation' introdotta in PostgreSQL 9.1!", aggiunge Olivier Dony, Community Manager di OpenERP. 

L'estensibilità di PostgreSQL consente agli utenti di aggiungere nuove funzionalità ad un database già in produzione e di sfruttarlo per compiti che nessun altro sistema di gestione di database è in grado di fare. La versione 9.1 aggiunge nuovi strumenti per l'estensibilità, fra cui:
  • tabelle esterne tramite "Foreign Data Wrapper": permette di collegare e interrogare altri database direttamente da PostgreSQL;
  • estensioni: rende più facile creare, caricare e gestire nuove funzionalità del database.
Tutte le funzionalità descritte sopra e molte altre sono descritte in dettaglio sia nella pagina del wiki di PostgreSQL intitolata "What's New In 9.1" che nelle note di rilascio. Nel 25° anniversario dello sviluppo del database PostgreSQL, la nostra comunità continua a migliorare la tecnologia dei database ad ogni rilascio annuale. Scarica subito la versione 9.1 e prova il più avanzato sistema di database open source al mondo. Download: http://www.postgresql.org/downloads.

Via: Comunicati Stampa.net

Disponibile un software gestionale specifico per i corrieri espresso


Performance Courier è il software gestionale per corrieri di Eurosoftware. Consente l'invio a SDA,FedEx, UPS, TNT, DHL e Bartolini con scelta del vettore migliore e il tracking online delle spedizioni. Quello dei corrieri espressi è un settore dove la concorrenza è enorme: pochi grandi gruppi e tante piccole aziende si dividono un business che non conosce declino. Per questo è di estrema importanza per le aziende che operano in questo settore scegliere di utilizzare strumenti informatici adeguati per poter sostenere la propria attività. Performance Courier è la soluzione software corrieri espresso. 

Attraverso una sola piattaforma multioperatore, scalabile e modulare è possibile gestire tutti le spedizioni, i contrassegni, le assegnazioni ai vettori UPS, SDA, DHL. TNT, FedEx, Bartolini con calcolo automatico del vettore più conveniente e il tracking online delle spedizioni. E' possibile interfacciare anche etichettatrici e lettori barcode per poter migliorare tutto il flusso operativo; Performance Courier ha la possibilità di interfacciarsi sul web per poter offrire ai propri clienti il tracking online delle spedizioni prese in carico. In Courier sono presenti tutti gli aspetti chiave: anagrafica clienti e zone, tariffe personalizzate, emissione di lettere di vettura e borderò, gestione di contrassegni e giacenze, gestione logistica di magazzino. 

Anche la parte operativa e statistica è integrata movimenti in entrata e uscita, picking, DDT con collegamento alle spedizioni, scorte, indici di rotazione. La fatturazione è un aspetto importante per rendere semplici le procedure: è possibile importarle in blocco dallo storico spedizioni descrizione dettagliata di ogni voce per rendere pari a zero il tempo operativo necessario. La possibilità di inviare fatture in formato PDF in modo automatizzato consente un notevole risparmio e maggiore sicurezza. Eurosoftware è un'azienda italiana che da venti anni produce e commercializza soluzioni indormatiche per le esigenze delle PMI. L'azienda è Business Partner e Microsoft Small Business Specialist. Maggiori informazioni http://www.eurosw.it/performance-courier

Fonte: Comunicati Stampa.net

WIND investe per velocizzare la Rete mobile, qualità per i suoi clienti


WIND continua ad investire nella modernizzazione della rete radiomobile per offrire servizi di qualità e tecnologicamente avanzati, in termini di velocità di navigazione in mobilità. Realizzati con successo a Milano i test sui collegamenti Internet con velocità fino a 42 Mbps, grazie alle tecnologie messe a disposizione da Nokia Siemens Networks. L’introduzione dell’HSPA+ a 42 Mbps (High Speed Packet Access Plus) renderà la navigazione in mobilità a prova di “smartphone” e pronta per le successive evoluzioni previste dalla tecnologia LTE. Contemporaneamente, questa soluzione migliorerà anche le performance energetiche e di impatto ambientale. 

Ziad Shatara, CTO di WIND, dichiara: “Per poter migliorare la qualità dei nostri servizi e velocizzare le attività per lo sviluppo e la diffusione della banda larga mobile, avevamo bisogno di partner strategici che ci assicurassero una implementazione tecnologica veloce e di alto livello. Nokia Siemens Networks - prosegue Shatara - si è rivelato un partner ideale per la sua capacità d’innovazione, la vasta esperienza e la particolare attenzione all’efficienza energetica. Inoltre, le soluzioni di Nokia Siemens Networks sono già pronte per le future evoluzioni tecnologiche delle reti di accesso radio”. 

Maximo Ibarra, Direttore della Business Unit Consumer di WIND, aggiunge che “la soddisfazione dei clienti è da sempre la prima priorità di WIND. Incrementare costantemente le performance di trasmissione dati della nostra rete è una delle leve strategiche per perseguire questo obiettivo. Ad oggi - conclude Ibarra - abbiamo 4,5 milioni di clienti che utilizzano Internet in mobilità e investiamo costantemente per migliorare la qualità del servizio”. 

La soluzione Single RAN di Nokia Siemens Networks è basata sulle Flexi MultiRadio base stations, ad alta efficienza energetica, modulari e capaci di integrare più tecnologie nello stesso prodotto. Nella rete WIND sono già presenti diverse Flexi Base Stations che attualmente supportano sia la tecnologia GSM sia l’High Speed Packet Access ed in futuro anche la relativa versione potenziata (HSDPA fino a 84 Mbps, HSUPA fino ad 11 Mbps), il WCDMA 900 e la Long Term Evolution (LTE) attraverso semplici upgrade di software. 

Questo consentirà a WIND di lanciare una serie di nuovi servizi multimediali per soddisfare le esigenze di una fascia di utenza in decisa crescita. Il progetto contempla anche la modernizzazione e l’estensione all’infrastruttura 2G, con potenziamento delle sue funzionalità, con la piattaforma NetAct, un sistema di network management per il monitoraggio, il controllo, l’analisi e la gestione della rete stessa.

Fonte: Comunicati Stampa.net
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...