mercoledì 7 dicembre 2011

Microsoft presenta Windows Store delle applicazioni per sviluppatori


Redmond ha presentato il nuovo Windows Store di applicazioni per Windows 8, il nuovo sistema operativo che sarà disponibile in beta non prima di febbraio 2012. Non sarà possibile acquistare applicazioni prima di quella data ma la preview di San Francisco di fatto dà il via ufficiale a sviluppatori e software house che possono già da ora iniziare a lavorare sulla nuova piattaforma. I primi dettagli su come lavorare per Windows 8 si erano già avuti a settembre all’evento Build mentre oggi è stato specificato il modello di business. Secondo Antoine Leblond, Corporate Vice President per la divisione Windows Web Services: "vogliamo retribuire gli sviluppatori con il massimo, dimostrando che Windows Store è il migliore modello economico di sempre per una piattaforma di sviluppo applicativo".

Per quanto riguarda la percentuale d'incasso, Microsoft tratterrà il 30% da ogni vendita. Il revenue sharing è fissato di base al 70% del prezzo dell’app che diventa 80% se la stessa raggiunge un fatturato di 25.000 dollari. "La più significativa opportunità economica mai avuta dagli sviluppatori - ha dichiarato il manager - se teniamo conto che, secondo Gartner, nell’ultimo anno il mercato delle vendite dei Pc basati su processori x86 ha superato quota 400 milioni di unità". Le macchine vendute negli ultimi due anni basate su sistema operativo Windows sono circa 500 milioni, un numero che da solo supera la somma di iPhone, iPad, smartphone e tablet venduti (circa 400 milioni). Visitando il sito di uno sviluppatore o di un'applicazione, all'interno di Internet Explorer 10 apparirà un tasto collegabile direttamente all'app nel negozio.


Lo store, che accoglierà applicazioni costruite secondo le specifiche multimediali della piattaforma Metro, è strutturato a icone e risulta molto facile da navigare anche, e soprattutto, su touch screen. Sarà disponibile in 231 mercati e in più di 100 lingue comprendo la quasi totalità del mercato economico mondiale (con particolare attenzione, per esempio, al mercato cinese). La piattaforma, inoltre, è stata disegnata per supportare al meglio le transazioni d’acquisto, la gestione e la visibilità delle copie di valutazione gratuita "la migliore pubblicità per un’applicazione è l’applicazione stessa - ha ricordato Leblond". È tra l’altro prevista anche una piattaforma specifica di promozione delle applicazioni che, in ogni caso, non è esclusiva.

Microsoft assicura il massimo dello sforzo per rendere visibile e individuabile la singola applicazione nei motori di ricerca, privilegiando evidentemente Bing, ma anche su Internet Explorer 10. Il processo di approvazione dell’applicazione parte con l’utilizzo dell’Application Certification Kit che lo sviluppatore può usare prima di inviare l’applicazione. A questo passaggio si aggiunge un servizio di monitoraggio dell’applicazione durante il processo di validazione da parte di Microsoft.  Gli sviluppatori dovranno pagare un abbonamento annuale al servizio di 49 dollari per le società individuali e di 99 dollari per le aziende, il prezzo dell’applicazione partirà da un minimo di 1,49 dollari con incrementi di cinquanta centesimi fino a un massimo incrementale di 5 dollari.




Via: La Stampa

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...