sabato 31 dicembre 2011

Maxi multa contro cartello LCD a Samsung, Sharp e altri 5 produttori


Samsung Electronics Co, Sharp Corp e altri cinque produttori di display a cristalli liquidi hanno accettato di pagare più di 553 milioni dollari per risolvere le richieste dei consumatori e del Regolatore di Stato, per aver creato un cartello internazionale che fissare i prezzi dei dispaly LCD nei televisori, computer portatili e monitor. 

L'ultimo pagamento deriva dalla creazione di un cartello internazionale progettato per gonfiare i prezzi illegalmente e soffocare la concorrenza nei pannelli LCD tra il 1999 e il 2006, che ha colpito il commercio per miliardi di dollari negli Stati Uniti. L'ultima liquidazione comprende 538,6 milioni dollari per risolvere i reclami da "indiretti" acquirenti che hanno acquistato televisori e computer con display LCD, così come le richieste di risarcimento da otto Stati: Arkansas, California, Florida, Michigan, Missouri, New York, West Virginia e Wisconsin, hanno dichiarato dall'ufficio del procuratore generale di New York Eric Schneiderman. 

"Questo sistema di fissazione dei prezzi ha manipolato il campo di gioco per le aziende che rispettano le regole, e i consumatori che pagano dei costi artificialmente più alti per televisori, computer e altri dispositivi elettronici", Schneiderman ha detto in una dichiarazione Martedì scorso. L'accordo prevede che Samsung dovrà pagare 240 milioni di dollari, Sharp 115,5 milioni dollari e Chimei Innolux Corp con sede a Taiwan 110,3 milioni dollari, come dimostrano le carte del pagamento depositato Venerdì alla US District Court di San Francisco. 

Hitachi Display Srl pagherà 39 milioni di dollari, HannStar Display Corp, 25,7 milioni dollari, Chunghwa Picture Tubes Ltd, 5,3 milioni di dollari, e la Epson Imaging Devices Corp, 2,9 milioni di dollari, mostrano i documenti del tribunale. Le sanzioni di stato da pagare sono 6000 mila dollari da Sharp, 5,7 milioni dollari da Chimei, e piccole quantità da Epson, HannStar e Hitachi, ha detto un portavoce di Schneierman.

Via: Reuters

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...