lunedì 31 ottobre 2011

Nippon Electric Glass sviluppa la pellicola che non riflette la luce


La Nippon Electric Glass Co Ltd ha sviluppato un substrato di vetro che si chiama "Invisible Glass" ed esposto presso la FPD International 2011, fiera nipponica conclusasi il 28 ottobre. Quando arriva il momento di acquistare un nuovo portatile o schermo per il computer, ci si chiede sempre se acquistare uno con un display opaco o lucido. I display in vetro lucido sono fatti per immagini brillanti e nitidi, ma possono anche agire come uno specchio per la riflessione causata dal vetro stesso. Un problema che, tra breve tempo, potremmo considerare superato. La società ha ridotto il riflesso della luce in modo che la luce possa essere vista difficilmente sul substrato di vetro. "Quando mi trovavo di fronte al substrato di vetro, era difficile riconoscere l'esistenza del substrato. Molti altri visitatori sono stati a guardare lo strato invisibile con sguardi sorpresi sui loro volti.", ha dichiarato Satoshi Okubo di Nikkei Electronics. Come potete vedere nell'immagine qui sotto, lo strato a destra è davvero quasi invisibile ad occhio nudo.


La Nippon Electric Glass ha ridotto la riflessione della luce fornendo una pellicola anti-riflesso su ciascuno dei lati anteriore e posteriore del substrato di vetro. Nel caso di un substrato di vetro normale, circa il 92% di luce in entrata passa attraverso di esso, e il resto 8% della luce viene riflessa su di esso. D'altra parte, circa il 99,5% di luce in entrata passa attraverso il substrato di un vetro nuovo. Quindi, solo circa lo 0,5% della luce viene riflessa su di esso. La Nippon Electric Glass sostiene che la riflessione luminosità del substrato è inferiore allo 0,1%. Per i due film anti-riflesso, la società ha utilizzato un totale di 30 o più strati. E lo spessore di ogni strato viene controllato con incrementi di nanometri. Si potrebbe drasticamente migliorare l'esperienza visiva del display in futuro, così come in altre situazioni in cui viene utilizzato vetro, come per cellulari e tablet. Da capire se le qualità anti-riflesso non possano influire sulla brillantezza delle immagini di film, fotografie o giochi che scorrono sugli schermi.

Via: Geek.com

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...