mercoledì 19 ottobre 2011

Italiani terrorizzati dalla vecchiaia, 1 su 10 la soluzione è il suicidio


La paura di invecchiare, ovvero vivere a lungo ma male, terrorizza il 63% degli italiani. Un dato raddoppiato negli ultimi 15 anni. Solo il 41% adotta però risposte attive preparandosi con strumenti preventivi 'ad hoc'. Mentre un 9% vede come soluzione il suicidio. Il 59% inoltre non vive felicemente l'idea che gli anni trascorrano in fretta. Ben il 63% è attanagliato dall'incubo della solitudine e dell'abbandono. Infine, per il 58% la paura principale della vecchiaia è diventare dipendenti dagli altri: parenti, badanti o strutture di ricovero. E' quanto emerge dallo studio 'Gli italiani, l'invecchiamento, la perdita d'autonomia personale e la risposta attiva' condotto da Astra Ricerche e promosso da Assidai, il fondo sanitario integrativo di Federmanager, presentato martedì a Roma. La ricerca, condotta su 2.000 italiani con un età superiore ai 15 anni, ha messo in evidenza come il 60% crede che oggi gli anziani siano meno amati e rispettati rispetto al passato. Anche se le statistiche evidenziano come un italiano su sette è over 80. Inoltre il 37% degli intervistati afferma che 'vorrebbe non invecchiare o non essere invecchiato mai'. L'ansia di invecchiamento, che la ricerca dimostra essere un 'mix' di indebolimento fisico e perdita della memoria, è indicata dal 35% come la minaccia più sentita una volta in là con gli anni. La risposta degli italiani a come affronteranno i disagi della quarta età? Il 61% 'farà qualcosa o molto per prevenire l'invecchiamento'. Ma ben il 39% ha risposto che 'non fa assolutamente nulla'. Il 9% afferma 'di pensare a farla finita', ovvero al suicidio. "Gli italiani hanno un'idea abbastanza esatta dei rischi della vecchiaia - afferma Enrico Finzi, presidente Astra Ricerche - il problema è che non fanno nulla o poco per prevenirli".

Fonte: Adnkronos Salute

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...