martedì 18 ottobre 2011

Google chiude Buzz ed altri servizi per concentrarsi su Google Plus


Google ha annunciato la chiusura di diversi programmi, compreso Buzz, il suo primo tentativo di social network che tante critiche ha attirato fin dal suo lancio, il febbraio 2010. "Aspiriamo a costruire grandi prodotti che realmente cambiano la vita delle persone, prodotti utilizzati due o tre volte al giorno. Per avere successo è necessario concentrare il pensiero a ciò su cui si lavora e, altrettanto importante, quello su cui non lavorare. E' per questo che ho recentemente deciso di chiudere alcuni prodotti , e girare su altre caratteristiche dei prodotti esistenti", ha annunciato Bradley Horowitz, vice presidente di Google in un post sul blog ufficiale del colosso di Mountain View.

Il servizio funzionava all'interno di Gmail per condividere con i propri contatti messaggi e contenuti. Gli utenti ovviamente non saranno in grado di creare nuovi messaggi dopo, ma saranno in grado di visualizzare i contenuti esistenti sul proprio profilo di Google e scaricarli Google Takeout. Tra gli altri servizi che verranno chiusi ci sarà Code Search, progettato per aiutare le persone cercano il codice open source in tutto il web, che sarà spento assieme a Code Search API il 15 gennaio 2012. In poche settimane Big G chiuderà Google Buzz e le API Buzz, per concentrarsi invece su Google +. Poi ci sarà Jaiku, un prodotto che Google ha acquisito nel 2007 e che consente agli utenti di inviare aggiornamenti agli amici, si spegnerà anche il 15 gennaio 2012.

Google ha assicurato che lavorerà per consentire agli utenti di esportare i propri dati da Jaiku. Diversi anni fa, Google ha dato alle persone la capacità di interagire socialmente su iGoogle. Con la nuova attenzione su Google +, verranno rimosse le caratteristiche sociali di iGoogle il 15 gennaio 2012. Le applicazioni di iGoogle Social Feature rimarranno come sono. Il programma di ricerca dell'Università di Google Search, che consente l'accesso API ai risultati di ricerca di Google per un piccolo numero di ricercatori accademici approvati, si chiuderà il 15 gennaio 2012. Inoltre, come già annunciato in precedenza, verrà chiuso il sito dei Google Labs, i siti di Boutiques.com e Like.com ed il primo sarà sostituito da Google Product Search.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...