domenica 30 ottobre 2011

Anonymous: 5 novembre vicino, dopo Facebook tocca a Fox News


La settimana prossima si vedrà se gli annunci del gruppo di hacker Anonymous, che ha minacciato di mettere fuori uso Facebook, avrà un seguito. In queste ore è stata aggiunta anche Fox News, rea, secondo gli hacker, di una copertura giornalistica troppo parziale del movimento Occupy Wall Street, con un taglio conservativo che sconfinerebbe nella propaganda. La data scelta per gli attacchi informatici è il 5 novembre; un giorno simbolico, perché il 5 novembre di circa quattrocento anni fa, Guy Fawkes e altri congiurati cattolici cercarono di far saltare in aria, in quella che passò alla storia come la Congiura delle Polveri, il Parlamento inglese. Dalla storia di Fawkes, adattata ai giorni nostri, fu tratto un celebre film, “V per vendetta”, a sua volta ricavato da un altrettanto celebre romanzo a fumetti. Gli anonimi si richiamano allo spirito del fumetto - in cui Fawkes viene dipinto come un eroe solitario che lotta contro un regime totalitario - e hanno adottato come simbolo la maschera indossata dal protagonista nel film. I loro obiettivi forse meno ambiziosi e soprattutto incruenti, ma le imprese degli hacker fanno sempre discutere quando si scagliano contro le difese informatiche di grandi multinazionali come Sony e Amazon o altri enti colpevoli - a loro giudizio - di calpestare i diritti e le libertà degli individui. Gli attacchi a Amazon, Mastercard, Visa e PayPal erano motivati dal trattamento inferto da queste società a Wikileaks.



Lo strangolamento finanziario e la negazione dell'hosting che in questi giorni ha condotto alla chiusura della piattaforma di indiscrezioni guidata da Julian Assange. Dei nuovi attacchi in programma, quello contro Fox News sembra il più probabile. La rivendicazione dell'operazione contro Facebook sarebbe partita soltanto da una parte dei membri di Anonymous, il video che la annunciava su YouTube, è stato rimosso e su PirateBin, il blocco note usato per coordinarsi sembra ormai rivolto ad altro: un boicottaggio del network su base individuale, basato sul passaggio a reti sociali alternative. A quanto dichiarato dagli hacker sulla pagina #Op Face.Book, viene comunque rimarcato l'attacco per il prossimo 5 novembre, sottolineando però che non si tratta d'una pagina ufficiale: "Chi crede che Anonymous sia abbastanza vulnerabile da avere una pagina Facebook è un'idiota. Questa pagina è falsa. Cerchiamo di spiegare. Noi abbiamo il nostro server proxy privato creato in un luogo sicuro da cui noi tutti ci connettiamo prima di venire qui. Il proxy server è monitorato 24 / 7 dal nostro team tecnico e in qualsiasi momento qualcuno tenti di tracciare il nostro IP vi sono i nsotri 3 firewall che si aggiornano contemporaneamente per bloccare un eventuale attacco. Il 5, faremo il nostro lavoro e il server sarà completamente smantellato e distrutto. Abbiamo utilizzato il server dal momento che abbiamo creato la nostra email per l'account che noi tutti usiamo come admin qui".

Via: La Stampa

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...