martedì 20 settembre 2011

Google Chrome 14 disponibile per il download, audio e Native Client


Google la scorsa settimana ha patchato 32 vulnerabilità in Chrome, pagando più di 14.000 dollari in taglie per i bug, portando la versione stabile del browser alla versione 14. Ad un mese dall’ultima release Beta, Chrome 14.0.835.163 presenta una piena compatibilità con l’ultima versione di Mac OS X Lion e con due nuove funzionalità dedicate agli sviluppatori. Gli utenti Mac potranno ora beneficiare delle funzionalità di scrollbars overlay (la comparsa avviene solo con lo scroll) e di un full-screen mode, ovvero la modalità a schermo intero. 

Google Chrome ha aggiornato l'ultima build stabile ai primi di agosto. Google produce un aggiornamento ogni sei settimane circa, una pratica adottata anche dal rivale Mozilla a giugno scorso. Quindici delle 32 vulnerabilità sono state classificate come "alte", mentre 10 sono state etichettate come "medie" e gli altri sette sono state contrassegnate come "basse", secondo quanto riportato nel Dev Channel update 16. Nessuna delle falle sono state classificate "critiche", la categoria di solito riservata ai bug che possono consentire a un utente malintenzionato di bucare la sandbox di Chrome anti-exploit. 

Google ha patchato diversi bug critici quest'anno, l'ultima volta ad aprile. Sei delle vulnerabilità di elevato punteggio sono state identificate come bug "use-after-free", un tipo di difetto di gestione della memoria che può essere sfruttato per iniettare codice di attacco, mentre sette dei bug classificati medi erano difetti "out-of-bounds". Google pagato 14.337 dollari di in taglie a nove ricercatori, tra cui 3.500 dollari a "miaubiz" e 2.337 dollari di Sergey Glazunov, un altro regolare rcercatore di bug. 

L'azienda ha accreditato altri ricercatori che lavorano per Microsoft e Apple: "Grazie per lavorare con noi nel ciclo di sviluppo e prevenire errori da mai aggiungere al canale stabile", ha detto la squadra di sicurezza. Ad alcuni di questi ricercatori sono stati anche assegnati dei premi, ma Google non ha precisarto gli importi di tali premi. Come pratica consueta, Google ha precluso l'accesso al database di bug-tracking Chrome per le 32 vulnerabilità al fine di impedire agli sconosciuti di ottenere i dettagli sui difetti. 

L'azienda apre il database solo dopo che gli utenti hanno avuto il tempo di aggiornare il browser. Google ha anche aggiunto due tecnologie destinate principalmente agli sviluppatori come il supporto alle Web Audio API, per aggiungere effetti sonori avanzati all’interno delle pagine. Il Native Client, consentirà invece l'esecuzione di codice C e C++ con maggiore sicurezza all’interno della sandbox del browser, anche se al momento è disponibile esclusivamente per le applicazioni compatibili presenti nel Chrome Web Store

I tecnici di Google hanno anche migliorato il motore JavaScript e la velocità del browser. La versione Mac di Chrome 14 supporta anche il nuovo approccio delle barre di scorrimento di Leon, che appaiono solo quando un utente fà scorrere attivamente la finestra del browser. Chrome 14 ora gira anche su Leon in modalità a schermo intero, attivato tramite l'icona in alto a destra del browser o premendo il Ctrl-Command-F. Chrome 14.0.835.163 può essere scaricato per Windows da qui, per Mac OS X da qui e per Linux da qui. Per gli utenti che hanno già in esecuzione il browser, Chrome verrà aggiornato automaticamente.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...