giovedì 4 agosto 2011

Google Chrome arriva alla versione 13, novità e maggiore sicurezza


Il team di Google Chrome annuncia l'arrivo di Chrome 13.0.782.107 al canale stabile per Windows, Mac, Linux e Chrome Frame. La nuova versione di Chrome porta con sé interessanti novità e funzionalità inedite. Prima fra tutte l’introduzione della tecnologia Instant Pages. Google Instant è una funzionalità di ricerca che mostra i risultati mentre vengono digitati. Prevedendo il termine di ricerca e mostrando i risultati durante la digitazione, Google Instant permette di risparmiare da 2 a 5 secondi per ciascuna ricerca. 

Prima dell'avvento di Google Instant, mediamente ci volevano più di 9 secondi per digitare un termine e sono stati rilevati molti casi in cui sono stati impiegati da 30 a 90 secondi per la digitazione di una ricerca. Altra novità di Chrome 13 è l’anteprima di stampa (disponibile al momento solo per Windows e Linux, in fase di sviluppo quella per Mac). La funzione si attiva cliccando sulla voce Stampa del menu di Chrome, la pagina visualizzata viene convertita in PDF grazie all’integrazione del plugin per poi essere stampata, ma è possibile anche salvarne una versione in locale, sempre in formato PDF. 

Nella nuova versione di Chrome sono state risolte anche 30 vulnerabilità (qui il changelog), alcune delle quali considerate ad alto rischio. I ricercatori indipendenti che hanno segnalato le falle nella gestione URI di base, falle che avrebbero potuto consentire attacchi di tipo cross-origin, sono stati ricompensati con 1.500 dollari di premio. In totale ci sono 17 mila dollari di premi in questa patch, che è considerata forse la migliore tra quelle fino adesso distribuite. Infine in Chrome 13 è stata integrata una Omnibox più funzionale. 

L’Omnibox è la casella nella quale l’utente digita le URL o le parole chiave per una ricerca ed il suo funzionamento è stato migliorato, rendendo la ricerca a ritroso più scattante. Quando si digita nella barra degli indirizzi, vengono visualizzate automaticamente le corrispondenze trovate nei Preferiti e nella cronologia di navigazione. Inoltre, Google Chrome può utilizzare un servizio di previsione per visualizzare termini di ricerca e siti web correlati. Coloro che già hanno installata una precedente versione di Chrome riceveranno l'aggiornamento in automatico. Per gli altri è possibile scaricare Chrome dal sito ufficiale.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...