mercoledì 20 luglio 2011

Google Doodle per festeggiare Gregor Mendel, padre della genetica


Google festeggia oggi il 189° anniversario della nascita di Gregor Mendel, considerato il padre della genetica. Le lettere che costituiscono il Doodle dedicatogli appaiono come baccelli e piselli, accompagnati da varie indicazioni, poiché l’illustre ricercatore scelse proprio questi vegetali per comprendere i meccanismi dell’ereditarietà. Gregor Johann Mendel nasce a Hynčice (Cecoslovacchia, oggi Repubblica ceca) il giorno 20 luglio 1822. Biologo, matematico e frate agostiniano, per i suoi esperimenti sulle piante di piselli e per le sue osservazioni sui caratteri ereditari è considerato nel mondo scientifico il precursore della moderna genetica. Ha due sorelle, la minore Veronika e Theresia, figli di un contadino. Durante l'infanzia il ragazzo lavora come giardiniere, ma fin dall'adolescenza sogna un grande futuro per sé. Decide di intraprendere gli studi iscrivendosi al ginnasio di Troppau (oggi Opava), dopo il quale frequenta per due anni un istituto filosofico ad Olmütz (oggi Olomouc). Nel 1843 entra nel monastero di San Tommaso a Brunn (oggi Brno), accolto dai frati agostiniani e dall'abate Cyrill Napp.


Il 6 agosto 1847, dopo cinque anni, viene ordinato sacerdote, assumendo il nome Gregor. Nel 1851 Napp concede a Mendel la possibilità di iscriversi all'Università imperiale di Vienna. Due anni dopo conosce Andreas von Ettingshausen e Franz Unger; la loro influenza è fondamentale per le scoperte di Mendel. Il primo gli spiega la teoria combinatoria, il secondo gli illustra le tecniche più avanzate di impollinazione artificiale. Gregor Mendel compie esperimenti coltivando piante e analizzando risultati per sette lunghi anni; le piante di piselli coinvolte sono quasi 28.000; impiega poi due anni per elaborare i suoi risultati scientifici, che portano a tre generalizzazioni che in campo scientifico - in modo specifico in quello genetico - assumono un valore storico: oggi sono note come le "Leggi dell'ereditarietà di Mendel". L'unica persona che però sembra interessarsi al suo operato è Karl Wilhelm von Nägeli, professore di botanica dell'università di Monaco, con il quale rimane in contatto per molto tempo. Gregor Mendel muore a Brno causa di una nefrite acuta - detta malattia di Bright - il giorno 6 gennaio 1884, all'età di 61 anni.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...