lunedì 30 maggio 2011

La pubblicità su Internet non conosce crisi, boom della video adv


Non conosce crisi l'advertising pubblicitario a mezzo Internet. Lo confermano i dati del nuovo Osservatorio FCP-Assointernet, appena pubblicato, che evidenziano l'andamento positivo del fatturato della raccolta pubblicitaria via Internet, con quasi 52,5 milioni di euro e una crescita del 26%, se confrontato con lo stesso dato di un anno fa. Particolarmente rilevante è la video adv (video advertising), che ha ottenuto un incremento dell’82,8% rispetto al 2010, un vero boom, e la diffusione tramite i dispositivi mobili, anch'essa in aumento del 17,9%. "Il positivo andamento della raccolta pubblicitaria sui mezzi online rispecchia il posto di crescente rilievo che la rete occupa nello scenario economico nazionale", commenta Michele Muzii, presidente di FCP; "Basti pensare che oggi l’impatto di internet sull’economiaitaliana è quantificabile in circa 31,6 miliardi di euro, pari al 2% del Pil, mentre entro il 2015 il valore dell’internet economy dovrebbe più cheraddoppiare (fonte: BCG, aprile 2011)". Considerando la totalità della raccolta su web (cioè display, affiliate e search), il primo trimestre 2011 ha segnato un incremento positivo di oltre il 10% rispetto allo stesso periodo del 2010, per un fatturato complessivo dall’inizio dell’anno pari a 217,2 milioni di euro. "Lo scenario Web italiano risulta particolarmente virtuoso", aggiunge Carlo Poss, Presidente FCP-Assointernet. "A oggi i siti web registrati con dominio .it hanno superato quota 2 milioni, mentre sono circa 28 milioni gli italiani che affermano di collegarsi almeno una volta al mese ad internet (+16% rispetto a un anno fa). La fotografia attuale dello scenario della penisola sostiene il costante aumento degli investimenti pubblicitari online, grazie al quale oggi il web è secondo ai quotidiani per volumi fatturati. Nel futuro prossimo vedremo una sempre più diffusa fruizione di informazioni e contenuti multimediali anche grazie alla crescente affermazione degli smartphone (Italia al primo posto in Europa per esemplari venduti con 15 milioni di pezzi) e al mondo dei tablet. La performance della video advertising e la crescita della raccolta relativa a piattaforme mobili sono indicatori molto chiari in questo senso".

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...