venerdì 29 aprile 2011

Kaspersky Lab, scansione antivirus ottimizzata con due nuovi brevetti


Kaspersky Lab, leader nello sviluppo di contenuti protetti e soluzioni per la gestione delle minacce, annuncia il successo del brevetto in Russia di un metodo utilizzato per tracciare le modifiche dei file e un sistema che ottimizza l'uso delle risorse del computer durante la scansione antivirus. Patent No. 2415471 copre la tecnologia utilizzata per monitorare le modifiche del file. La tecnica prevede l'ottimizzazione del processo di sincronizzazione per i database di file modificati che sono soggetti a scansione antivirus, con un modulo o applicazione che fornisce informazioni sui file modificati. Viene usato per accelerare il processo di scansione dei file di un database che contiene informazioni su un file che è stato modificato dall'ultima scansione. Al fine di rendere il processo più efficiente possibile, un registro dedicato e una cache di file modificati vengono utilizzati per la sincronizzazione del database con il driver antivirus. Informazioni su tutti i file modificati, ad esempio file di dati di identificazione, vengono caricati nella cache e nuove voci della cache vengono periodicamente trasferiti al registro. Questi vengono poi trasferiti dal log al database a determinati intervalli. Questi processi si svolgono in background in thread dedicato senza scaricare l'applicazione antivirus o driver. Il metodo brevettato accelera notevolmente il processo di scansione dei file modificati. Il secondo brevetto, n. 103.201, descrive un sistema che ottimizza le risorse del computer durante la scansione antivirus grazie all'utilizzo dei dati di cache. I dati della cache vengono preparati in anticipo, utilizzando il database degli antivirus in una forma che è conveniente per il sistema antivirus con cui lavorare. Tale rappresentazione dei dati, ad esempio sotto forma di file mappati in memoria o Dynamic Link Library (DLL), permettono di utilizzare i dati nei processi contemporaneamente, senza la necessità di caricarli in RAM per ogni processo. La cache è memorizzata nella memoria permanente, il che significa che non è necessario convertire il database antivirus costantemente in dati cache. Attualmente, oltre un centinaio di domande di brevetto depositate da Kaspersky Lab sono oggetto di trattamento da parte delle autorità competenti negli Stati Uniti, Russia, Cina ed Europa. Questi brevetti sono in attesa di coprire tutte le nuove innovative tecnologie per la sicurezza IT.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...