mercoledì 27 aprile 2011

Google Earth Builder, la nuova soluzione di Google nella nuvola


La divisione Enterprise di Google ha annunciato Google Earth Builder, una nuova soluzione che consente di caricare, elaborare ed archiviare i dati geospaziali nel cloud di Google. Questa fornirà alle organizzazioni pubbliche e alle aziende private che trattano tale tipo di dati la possibilità di ridurre in modo rilevante i costi normalmente associati alla gestione dei server a supporto dei sistemi informativi geografici (GIS) nonché di consentire un accesso immediato da qualsiasi parte del mondo a tali dati da parte degli addetti che li devono utilizzare. 

Se si dispone di terabyte di immagini o solo un paio di strati di mappa base, ora è possibile creare layer multipli di dati, come shapefile dei dati demografici e fogli di calcolo di sedi dei clienti in tutto il mondo. È inoltre possibile integrare il layer con la mappa di base delle immagini di Google relativi alle strade, Google Street View, Terrain View. La nuova soluzione Google Earth Builder consente:
  • accesso anytime/anywhere ai dati geospaziali da qualsiasi computer o dispositivo collegato a Internet
  • veloce scalabilità del traffico di dati geospaziali in qualsiasi situazione di picco imprevisto che può verificarsi, ad esempio, in situazioni di emergenza (in particolare per quanto riguarda enti o organismi della PA)
  • riduzione sensibile dei costi dei sistemi GIS, grazie all’eliminazione della necessità di acquistare, mantenere e aggiornare software e server
  • innovazione continua perchè il software è sempre aggiornato all’ultima versione, senza necessità di installare upgrade dato che tutto viene effettuato in automatico, esattamente come già avviene con le applicazioni di collaborazione Google Apps
  • Archiviazione e recovery sicuri senza doversi più preoccupare dei limiti dello spazio storage a disposizione e dei backup. Il backup dei dati geospaziali viene effettuato su più data centre per un recovery pressoché istantaneo in caso di necessità.
L’area delle applicazioni Geo enterprise è molto rilevante per Google in termini di investimenti costantemente compiuti per migliorare sempre più servizi quali Google Maps API e Google Earth, la tecnologia disponibile anche in versione gratuita, che conta a oggi oltre 700 milioni di download. 

Attualmente, le applicazioni geospaziali sono utilizzate anche dalle forze dell’ordine e dalle organizzazioni pubbliche per tracciare la criminalità, mettere a punto piani per interventi di emergenza e gestire le infrastrutture, mentre le organizzazioni umanitarie le utilizzano per monitorare zone a rischio o per mappare il territorio in caso di disastri naturali. Il cloud di Google Earth Builder, non essendo più influenzato da congestioni e picchi di traffico (evenienze che possono accadere su server aziendali, ad esempio in caso di calamità o emergenze), permette la scalabilità del traffico dati e recovery sicuri.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...