venerdì 15 aprile 2011

Commodore 64, ritorna lo storico home computer più venduto al mondo


"È tornato. Ed è migliore di prima". Comincia così sul sito web di Commodore la seconda vita del C64, che sarà di nuovo in vendita da maggio. Lo storico Commodore 64, il computer che ha cresciuto un'intera generazione di geek, torna in produzione. Il modello originale, lanciato nel 1982, aveva specifiche oggi superate anche da un cellulare economico: memoria da 64 Kb, processore da meno di 1 MHz. 

Però era semplice da usare e si poteva acquistare anche nei negozi di giocattoli, tanto da essere venduto in 17 milioni di esemplari, diventando l'home computer più diffuso nel mondo, un record intaccato solo dall’iPad. Allora l’avventura di Steve Jobs era appena all’inizio, ma per il piccolo Commodore il suo Apple II non era un vero concorrente, dato che costava più del doppio.

Ben diverso il confronto con l’Atari 800, e in seguito, con Sinclair ZX Spectrum, BBC Microcomputer e Amstrad CPC 464, ciascuno dei quali aveva i suoi seguaci. Esternamente, il nuovo modello è quasi identico all'originale, con la sua massiccia tastiera beige e i grossi tasti scuri. 

All'interno, invece, Commodore ha provveduto a un restyling completo, inserendo la tecnologia di un moderno PC. Il computer monterà una scheda madre mini-ITC, con processore dual core Intel 525 Atom Intel e scheda grafica Nvidia Ion2. L'hard-disk interno sarà da 160GB (espandibile fino a 1TB), la memoria RAM partirà da un minimo di 2GB.


Anche lo chassis è stato sottoposto ad alcune modifiche. Non c’è più il registratore a cassette per caricare i programmi in Basic, ma il lettore dvd posto sul lato sinistro dello stesso chassis, con l'opzione per integrare un lettore blu-ray. A destra saranno installati gli ingressi per le schede di memoria e le porte usb. Sul retro, tutte le connessioni di un moderno pc. 

Il computer verrà fornito con il sistema operativo Ubuntu 10.04, basato su Linux. Commodore ha inoltre annunciato lo sviluppo di un emulatore ad hoc, che riprodurrà il sistema operativo originario e sarà fornito insieme ad alcuni videogiochi d'epoca. Il lancio del New Commodore 64 è previsto entro le prossime 6-9 settimane, ma le prenotazioni sono già aperte sul sito ufficiale.

Per il modello base sono necessari 595 dollari (circa 420 euro), mentre per un full optional il prezzo sale a 895 dollari (oltre 600 euro). Un investimento invitante, considerato il valore nostalgico aggiunto. "Riceviamo cinque richieste di informazioni al secondo", racconta al New York Times Barry Altman, l’imprenditore che lo scorso settembre ha acquistato lo storico marchio di computer. 

"Ci sono tantissimi giovani utenti di computer che desiderano davvero possedere un computer dall'aspetto retrò," ha continunato Altman, "e naturalmente ci sono i 30enni e i 40enni che possedevano l'originale Commodore 64 e hanno nostalgia della loro prima macchina". Che aggiungere? Press Play on Tape!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...