venerdì 1 aprile 2011

Applicazioni Facebook: nemici della privacy, guida alle impostazioni


Solo per "funzionare", le applicazioni di Facebook utilizzano alcuni dati sensibili degli utenti. Chi desidera davvero tutelare la propria privacy online, farebbe bene a non utilizzare le applicazioni di Facebook, che per loro natura utilizzano le informazioni caricate nel Profilo. Se decidete di utilizzare tali programmi, abbiate l'accortezza di impostare un livello di protezione della privacy piuttosto alto. Per farlo scegliete dal menu "Account" la voce Impostazioni sulla Privacy e fate clic sul link Modifica le tue Impostazioni sotto la sezione Applicazioni e siti Web


Cliccando sul link Modifica Impostazioni si accede alla pagina delle applicazioni installate sul vostro profilo. Come accade per i contenuti multimediali, anche per le applicazioni la privacy è gestita su più livelli. Selezionando la voce "Modifica Impostazioni" posta accanto a ciascun programma si può scoprire quali sono i dati che il software corrisponendente utilizza. Spesso non si può fare altro che leggere queste indicazioni senza avere alcuna possibilità di intervenire.


Per esempio, alcune applicazioni per poter funzionare richiedono l'accesso un pò a tutte le informazioni personali: da quelle di base (nome, sesso reti...) a quelle del Profilo (città natale e città nella quale l'utente si trova) fino alle foto e ai video caricati nella pagina personale di Facebook. Se non vi sta bene condividere tali dati, non potete far altro che eliminare tali applicazioni. Il discorso è invece diverso per quanto riguarda la scelta delle informazioni da comunicare agli Amici che fanno uso delle stesse applicazioni. 

Vi sono dati che vengono condivisi comunque quando si utilizza un programma: nome, immagine del Profilo, sesso reti alle quali si è iscritti e tutti gli elementi per i quali si è impostato la privacy su "Tutti". Per la restante parte delle informazioni, l'utente può decidere se condividerle o meno. Se fate clic su "Modifica Impostazioni" nel riquadro Informazioni accessibili mediante i tuoi amici, farete comparire la finestra pop-up nella quale sono elencati i dati che possono essere visibili, o meno, ai contatti che utilizzano le vostre stesse applicazioni.


Stabilire quando l'esperienza sociale fornita dall'uso dei programmi si trasforma in un abuso della propria privacy non è semplice: spetta a ciascun utente deciderlo sulla base del proprio carattere, sensibilità e scala di valori. Togliere il segno di spunta a tutte le voci presenti nella pagina fornisce comunque di evitare che ulteriori dati vengano gestiti dalle applicazioni. Se non volete distribuire on-line informazioni personali, fate un uso accorto di questi programmi.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...