sabato 26 marzo 2011

Yahoo! si appella alla decisione del giudice sul link al sito pirata


Yahoo! ricorrerà in appello dopo la decisione della Nona sezione del Tribunale di Roma di «inibire la prosecuzione e la ripetizione della violazione dei diritti di sfruttamento economico» relativo «al collegamento ai siti riproducenti in tutto o in parte l’opera», quindi link pirata, «diversi dal sito ufficiale del film About Elly». «La decisione di mercoledì 23 marzo riguarda la responsabilità legale diretta per i risultati delle ricerche online e ha forti conseguenze restrittive sulla libertà di espressione», dice Yahoo! che per questo ha «deciso di appellarsi all’errata interpretazione nell’ordinanza decisa dal giudice Muscolo della IX Sezione del Tribunale Civile di Roma che vuole attribuire ai motori di ricerca la responsabilità del contenuto creato o ospitato da terzi che appare nei risultati di ricerca sul web. In questo caso, non c’è nessuna evidenza che motori di ricerca come Yahoo! Italia creino o ospitino i contenuti illegali in discussione. Riguardo la soppressione dei link, tra l’altro, il pretendente non ha fornito indicazione del nome o dell’Url dei siti illegali, nonostante un’ingiunzione in merito». «Questa decisione, che vuol far monitorare alle aziende di motori di ricerca il contenuto di terze parti sul web - aggiunge Yahoo! - non solo è in contrasto con la legge esistente e i principi riportati nella direttiva sull’e-commerce ma può addirittura portare a gravi conseguenze restrittive sulla libera espressione in Internet. In maniera erronea, questo caso si focalizza sui motori di ricerca invece che su coloro che creano il contenuto dannoso. Yahoo! ricorda che è stata fondata sul principio che accedere alle informazioni può migliorare la vita delle persone. E in questa direzione e con questo spirito, sta indirizzando la propria difesa».

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...