giovedì 31 marzo 2011

Twitter, 20mila utenti inviano il 50% di tutti i 'tweet' e sono blogger


Twitter, il sito di micro-blogging che di recente ha festeggiato il suo quinto compleanno, vanta oltre 200 milioni di utenti registrati ma circa il 50% di tutti i 'tweet' inviati e condivisi sul web sono generati da appena 20mila iscritti. E' quanto hanno scoperto i ricercatori di Yahoo! analizzando 260 milioni di messaggi 'postati' su Twitter in poco meno di un anno fra il 2009 e il 2010. “Abbiamo scoperto che l'attività principale su Twitter - circa la metà di tweet - è generata da appena 20mila 'users' e un ruolo importante lo hanno i media; anche vip e 'celebrities' sono fra i più seguiti" ha spiegato un ricercatore di Yahoo!. La ricerca, intitolata “Who says What to Whom on Twitter”, sottolinea alcune particolarità di un servizio che è entrato nelle mappe della comunicazione contemporanea, citato per esempio come strumento che ha reso possibile le rivolte nei paesi nordafricani. Secondo i ricercatori di Cornell e Yahoo!, l’utenza di Twitter può essere suddivisa in alcune categorie abbastanza definite: le celebrità, i blogger, i media tradizionali, le organizzazioni e le persone comuni. Le prime, come è abbastanza prevedibile, sono quelle che attirano il maggior numero di pubblico (i cosiddetti followers). I maggiori alimentatori del servizio non sono però le star. E nemmeno i media tradizionali, che tuttavia stanno rafforzando la loro presenza. La categoria più prolifica è quella dei “blogger”: è lì che vengono individuati i ventimila utenti che da soli sono responsabili del 50% dei contenuti pubblicati su Twitter. La ricerca di Yahoo! e Cornell si sofferma sui tweet che contengono link, ovvero collegamenti a siti Web esterni, e conferma la natura a due tempi della comunicazione su Twitter. Secondo la ricerca, i link segnalati dalla nuova élite dei blogger sono quelli che hanno maggiore successo: ottengono più retweet (repliche), durano più a lungo nel sistema. Più che un social network come Facebook, Twitter si sviluppa dunque come un mezzo d’informazione ibrido e inedito. A questo indirizzo trovate il rapporto completo in formato PDF.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...