venerdì 24 settembre 2010

Successo per Internet Explorer 9 Beta


Sebbene ancora disponibile solamente nella versione Beta, Internet Explorer 9 sta già riscuotendo un grande successo nella rete. Attualmente il programma per la navigazione web ha fatto registrate circa 2 milioni di download, mentre si stima che oltre 4 milioni di internauti siano intenti a testare tutte le funzionalità del software, sia per soddisfare la curiosità in merito all’ultimo prodotto di casa Redmond, sia per segnalare eventuali errori o miglioramenti al sistema, prima dell’uscita ufficiale della release definitiva del programma.

Per quanto Internet Explorer 9 non si possa installare con il sistema operativo XP, ancora molto utilizzato dai consumatori, il software sembra aver conquistato una buona fetta di mercato. «Adesso si può dire che è davvero ritornata la guerra dei browser» commenta Ray Valdes, analista di Gartner. Microsoft assicura che Ie9 è il primo browser a sfruttare appieno la tecnologia dell'hardware acceleration.


È la possibilità di sfruttare la potenza dei nuovi processori grafici, ai quali il browser affida i compiti più gravosi (rendering di testo complesso, scaling di immagini, animazioni). «Ie9 utilizza la tecnica in molte parti del programma, mentre i rivali lo fanno solo in parte» continua Valdes. «Alcune applicazioni web saranno accelerate, anche se non di molto, circa il 10-20%». «Altri browser adotteranno l'hardware acceleration, è solo questione di tempo: non è una tecnica segreta di Microsoft». 

Ie9 migliora le prestazioni, rispetto alle precedenti versioni di Internet Explorer, anche grazie a un nuovo motore javascript. Il servizio di performance advisor permette di tenere a bada gli add-on di terze parti che stanno rallentando il browser. E permette di disabilitarli o rimuoverli. Ie9 si mette al passo con i rivali anche quanto a supporto di Html5. «Per dieci anni Internet Explorer è stato in ritardo sugli altri. Adesso è un browser di prima classe, al pari di Chrome, Safari, Firefox, Opera» dice Valdes.

Via: Il Sole 24 ore

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...