domenica 30 maggio 2010

Proclamati i vincitori della 13^ Olimpiade Multimediale

Presso l'Istituto Tecnico Commerciale 'Carlo Matteucci' di Roma, sono stati proclamati i vincitori della tredicesima Olimpiade Multimediale. L’Olimpiade ha lo scopo di valutare le capacità di utilizzare al meglio gli strumenti informatici, attraverso la fusione di conoscenze tecniche e creatività. Le prove hanno misurato le attitudini degli studenti a cimentarsi su temi pratici e di grande attualità in diversi ambiti: dalla realizzazione di un sito internet a un ipertesto, dalla configurazione di un server web alla produzione di un un sito di e-commerce. Inoltre, si sono tenute prove più tradizionali sulle modalità innovative per migliorare le prestazioni in termini di qualità e di tempi: tecnica d’amministrazione, tecnica d’ufficio, economia aziendale, lingue estere.
Il concorso aveva visto sfidarsi nella sua fase finale di Pesaro tra il 3 e il 9 maggio più di mille studenti, selezionati nelle fasi preliminari tra i migliori 'atleti informatici' di 40 scuole di tutta Italia. Questa edizione ha visto primeggiare l’Istituto L. Einaudi di Alba, grazie ai risultati raggiunti dai suoi studenti nelle varie gare dell’Olimpiade Multimediale. Una novità di questa edizione è l’aggiunta delle prove su Autocad e delle gare di matematica: biennio e triennio. «Lo scopo della competizione è quello di incentivare il progresso del nostro Paese attraverso un’adeguata valorizzazione del capitale umano e, di conseguenza, di un parallelo sviluppo del sistema educativo. L’Olimpiade Multimediale nel corso degli anni ha dato un enorme contributo in questo senso e ciò è stato possibile grazie anche a Microsoft, che ci affianca da anni in qualità di partner tecnico», commenta la professoressa Maria Basurto, anima ispiratrice e organizzativa dell’EUSI. «Microsoft è attiva da anni nella realizzazione di progetti in ambito educativo, perchè la tecnologia insegnata nelle scuole è ormai uno strumento indispensabile per accrescere la competitività dei giovani in previsione del loro ingresso nel mondo del lavoro anche in ambito comunitario», dichiara Alessandro Paolucci, direttore dell’area Education di Microsoft Italia.
Fonte: Adnkronos

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...