martedì 19 gennaio 2010

Avatar normale vietato in Cina, resta in circolazione solo versione 3D


Le autorità di Pechino hanno ordinato ai cinema di non mostrare più nelle sale il film Avatar in versione "normale". Lo ha riferito il quotidiano di Hong Kong, Apple day. Solo la versione tridimensionale, per la quale è richiesto l'uso di speciali occhiali rimarrà in circolazione. Dato che le sale attrezzate per il tridimensionale sono pochissime, la decisione equivale al ritiro dalla circolazione di un film che sta battendo tutti i record di incassi, in Cina come nel resto del mondo. Dietro lo stop ad un film vi sarebbero motivi politici.

Molti spettatori hanno visto nella battaglia degli abitanti di Pandora per proteggere la loro terra e cultura, quella dei tanti cinesi che si sono opposti alle autorità per proteggere le loro case che dovevano essere abbattute per grandi progetti edilizi del governo. Secondo Apple Daily, nell'interrompere la proiezione di Avatar le autorità vogliono anche assicurare il successo di un costoso film approvato dal governo sulla vita del filosofo Confucio, la cui uscita nelle sale è prevista a breve. 

La Cina limita il numero di permessi di iscrizione nel paese ai film stranieri a 20 l'anno, e regola anche la quantità di tempo che ciascuno di quei film possono essere mostrati. Gli analisti del settore dicono che la China Film Group Corporation, una azienda a conduzione di Stato con efficacia dell'autorità di regolamentazione su alcuni aspetti della cinematografia, decide in genere per quanto tempo e dove i film stranieri possono essere mostrati. Liu Chang, un coordinatore marketing di 25 anni, ha detto che è importante proteggere l'industria cinematografica nazionale. 

"E 'ovvio che i film cinesi non sono buoni come i blockbusters", ha detto mentre aspettava un pomeriggio la proiezione di "Avatar" a Pechino. "Dobbiamo ammetterlo." Cui Weiping, un critico cinematografico e docente presso la Beijing Film Academy , ha dichiarato: "Tante persone stanno morendo dalla voglia di vederlo, me compreso. Il governo prende tali decisioni ogni volta che vuole, senza nessuna considerazione per il mercato o i desideri del pubblico".

Fonte: Yahoo
Via: Nyt

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...